Serie B gir.D: la Geofarma va, battuto il Francavilla

Si cercavano due punti dalla trasferta di Ceglie, due punti sono arrivati. 71-57 finale, nient’affatto semplice e questo lo sapevamo, la classifica in questi casi non rispecchia i valori reali e i due punti del Francavilla sul parquet brindisino sono stati in realtà di più, la Geofarma, che ha sofferto in alcuni frangenti l’esuberanza a volte eccessiva dei giovani atleti di mister Olive, ha però avuto il merito di non perdere la bussola nel momento in cui si è ritrovata sotto anche di otto lunghezze e di riprendere a tessere le proprie trame di gioco fino all’allungo tra fine terzo e ultimo parziale. Terza vittoria in quattro partite a testimoniare il buon momento del roster di coach Lotesoriere, in una giornata in cui tutte le dirette avversarie per un posto play off hanno fatto del loro meglio lasciando così immutata la situazione di classifica, la condizione c’è ed è naturale corollario di allenamenti finalmente a ranghi completi nell’ultimo mese, dopo i problemi vari sofferti da Teofilo e Salamina che ne avevano spesso reso più intricato il cammino.

LA GARA Coach Lotesoriere recupera Teofilo e può così approcciare la sfida con il quintetto standard, quello composto da Salamina in regia, Didonna guardia, Chriatti e il numero 10 di Conversano ali, Lillo Leo pivot. Il Soavegel parte con Izzo in regia, Gorreri, Beltran, Vignali e Salafia. L’avvio non è dei più semplici, al canestro d’apertura di Chiriatti risponde un Vignali in palla che fa 7 punti in fila e rincara la dose Gorreri per l’11-5 del minuto 4. Si fa fatica a trovare centimetri nel pitturato e le due lunette di Leo non servono a smmorzare l’irruenza dei padroni di casa che al minuto 8 grazie ad altri 4 punti di Gorreri vanno sul 17-9, l’allenatore monopolitano chiama allora il time out e catechizza a dovere i suoi con lavata di testa acclusa. Rientro sul parquet e la lezione pare assimilata, due canestri con fallo supplementare per Salamina e Musci e un solo rete in sospensione sempre del capitano sigillano il vantaggio esterno Geofarma con cui ci si dirige in panchina per il primo riposo breve (20-21). Il trend esterno prosegue in avvio di seconda frazione così gli atelti stasera in casacca blu confezionano un 12-0 che al minuto 14 vale il +8 esterno sulla tripla di Andrea Chiriatti (20-28). In campo Pavone (febbricitante) e Calò, quest’ultimo raddoppia la tripla del compagno ex Bisceglie e si arriva agli ultimi tre minuti prima dell’intervallo lungo con il Francavilla privo del suo buon regista Izzo (in panca con 3 falli) capace di mettere a referto solo un tiro a bersaglio. Gorreri (17) la scuote con sette punti in fila (30-32) prima che arrivino le due lunette a segno di Teofilo e il canestro di Leo, dopo sportellate con Salafia e Vignali per il rientro negli spogliatoi (30-36). Spigliata Mola in avvio di secondo tempo con Leo – in crescita dopo avvio nervoso per le troppe mani addosso – e Didonna per il +14, puoi nuovo black out difensivo con Izzo e Gorreri a riportare su il Francavilla (42-46, 27′), e finale più disteso con la bomba di Salamina e canestro prezioso di Musci che sigillano il 47-53 del terzo quarto, dove la Geofarma prende il largo a rimbalzo (a fine gara 49-29). Vignali riavvicina i suoi ma una bomba di Teofilo (14 punti) ridona vigore alla fuga esterna, Musci per il 51-58, poi garbage time interrotto da una nuova bomba pesantissima di Chiriatti a 4 minuti dalla sirena (53-63). Non c’è più Izzo (migliore dei suoi con 14 punti) definitivamente in panca per cumulo di falli, Salamina rifinisce e va a prendersi le penetrazioni che tagliano a fette la difesa in casacca bianca, Leo amministra e spazza l’area, con l’ennesima prova da doppia doppia (17 il numero di stasera, punti e rimbalzi) e l’ultimo canestro lo sigla Musci che festeggia così il suo 23esimo compleanno con una buona prestazione e 9 punti a tabellino. Seconda vittoria esterna di fila, buona dose di autostima supplementare in vista dell’arrivo della terza corazzata di questo campionato, quel Bisceglie che all’andata al Pala Dolmen passeggiò. La muscia domenica potrebbe essere molto differente.

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author