Serie B gir.D: l’avvincente serie di semifinale fra Ambrosia Bisceglie e Palermo a gara-5

Palermo-Ambrosia Bisceglie 80-74

Palermo: Merletto 20 (5-6, 2-5), Di Emidio 8 (2-4, 0-1), Cozzoli 18 (4-6, 2-7), Rizzitiello 14 (4-8, 1-6), Antonelli 13 (5-13, 0-1), Giovanatto 5 (1-2, 1-2), Dragna 2 (1-2), Caronna, Gottini. N.e.: Tagliareni. Allenatore: Gianluca Tucci.

Ambrosia Bisceglie: Stella 9 (2-6, 1-4), Torresi 21 (4-6, 3-8), Gambarota 8 (2-3, 1-2), Caceres 15 (5-8, 1-6), Corral 6 (2-9), Cena 15 (4-8, 1-4), Abassi (0-2), Smorto N.e.: Vitanostra, Falcone.

Arbitri: Balducci di Valvasone (Pordenone), Andreatta di Udine.

Parziali: 20-16; 49-31; 70-58.

Note: spettatori 1000. Nessun uscito per cinque falli. Tiri da due: Palermo 22-41, Bisceglie 19-42. Tiri da tre: Palermo 6-22, Bisceglie 7-25. Tiri liberi: Palermo 18-19, Bisceglie 15-18. Rimbalzi: Palermo 36 (27+9, Antonelli 19), Bisceglie 29 (22+7, Caceres 7). Assist: Palermo 22 (Merletto 7), Bisceglie 18 (Stella 5).

L’avvincente serie fra Ambrosia Bisceglie e Palermo è sul 2-2. Sarà gara5, in programma sul parquet del PalaDolmen mercoledì 20 maggio con inizio alle ore 21:00, a stabilire la seconda finalista nel girone D del campionato di Serie B.

I biancorossi siciliani, con le spalle al muro e senza alcuna alternativa al successo, sono riusciti a imporsi sui nerazzurri di coach Pasquale Scoccimarro, che non hanno mancato la prima opportunità per chiudere i conti e raggiungere Agropoli, già qualificata per la finale (3-0 su Pescara).

Palermo, con la novità Rizzitiello in ala forte e Giovanatto in panchina, ha tenuto alta l’intensità nel primo quarto, cercando di prendere il largo dopo 8 minuti (15-9 con Di Emidio dalla lunetta). Una tripla di Giovanni Gambarota e un canestro da sotto di Juan Caceres hanno ricucito lo strappo. Nel secondo parziale la compagine di casa ha fatto il vuoto, con un perentorio 19-6 negli ultimi quattro minuti, toccando il massimo vantaggio sul +18 con uno scatenato ex di turno Daniele Merletto e tirando con alte percentuali dal campo.

Il 29-15 del secondo quarto peserà come un macigno sul resto del match. Bisceglie ha reagito nella terza frazione, risalendo prima sul -12 (51-39), poi sul -10 sempre con Enzo Cena dalla lunetta (66-56). Tutti i tentativi di rientro dei nerazzurri si sono rivelati infruttuosi: a metà quarto periodo un canestro dalla lunga distanza del capitano Mauro Torresi (top scorer con 21 punti) ha riportato l’Ambrosia sul -3 (74-71) ma a quel punto, con cinque minuti sul cronometro, gli ospiti hanno fallito quattro conclusioni che avrebbero potuto ridurre ulteriormente il gap. Merletto e Cozzoli hanno allungato sul 78-71 a due minuti dal termine chiudendo di fatto gara4.

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author