Serie B gir.D: Maddaloni dominante contro Pescara

Pall. San Michele Maddaloni- Amatori Pescara 73-59
Parziali: 17-6; 32-28; 57-44.
Maddaloni: Ragnino, Piscitelli 14, Guastaferro, Desiato 15, Marini 7, Garofalo, Rusciano 10, Chiavazzo 12, Rollo, Matrone 15, All. Massaro, Ass. Ricciardi.
Pepe 6, Rajola 9, Di Carmine 2, Di Fonzo, De Martino 5, Timperi 1, Di Donato 20, Bini, Polonara 16, Di Marco, All. Salvemini, Ass. Scorrano.
Arbitri: Corrado Isimbaldi di Briosco (MB) e Matteo Colombo di Cantù (CO).

Cronaca: La Pallacanestro San Michele Maddaloni vince e convince contro un’Amatori Pescara che tranne per un secondo quarto dal punteggio equilibrato ha sempre subito la manovra dei locali che hanno letteralmente dominato contro la quarta forza del campionato di Serie B. Forse è stata una delle migliori prestazioni della truppa di coach Massimo Massaro che non hanno assolutamente inatteso le aspettative.
Pronti, partenza e via i ritmi di gioco sono molto bassi, controllati, con due squadre che preferiscono essere ordinate. Il Maddaloni trova subito il feeling con il canestro soprattutto con un Peppe Piscitelli preciso dalla sua mattonella oltre ad infilarsi sempre tra le maglie della difesa realizzando in taglio. Pescara litiga con il ferro sbagliando l’impossibile e per questo si vede subito attardata sull’11-0. I viandanti inoltre abusano del tiro pesante senza che la percentuale però gli sorrida. Il vantaggio dei locali resta identico al primo mini riposo.
Il secondo quarto sembra non decollare nei primi giri di lancette finché i pescaresi non bucano più volte la retina dall’arco dei 6,75. Il gap va accorciandosi nonostante nel pitturato Luciano Rusciano appoggia con continuità (21-16). Ancora col tiro pesante Pescara passa in vantaggio prima di allungare nell’azione successiva sul 25-27. I biancazzurri rispondono con la stessa moneta grazie a Giovanni Marini riprendendo il comando e così all’intervallo è più quattro Maddaloni.
Al rientro dagli spogliatoi la partita diventa più frizzante, il gioco è spumeggiante e gli attacchi realizzano quasi ad ogni azione. Il punteggio inevitabilmente lievita e il folto pubblico del Pala Angioni-Caliendo si entusiasma. Il momento è caldo e allora si accende Salvatore Desiato che diventa immarcabile nelle penetrazioni oltre che segnare dalla lunga e distribuire assist a go-go soprattutto a Francesco Chiavazzo che gioca perennemente in fuorigioco. Al terzo ed ultimo riposo Maddaloni è in pieno controllo di gara e risultato.
L’ultimo quarto inizia ancor meglio per i padroni di casa che azionano con tanti passaggi lob Ferdinando Matrone che utilizza i sui 200 e passa centimetri per volare ben oltre il ferro. Non a caso il palazzo scoppia quando il neo convocato in Nazionale Under 20 schiaccia di prepotenza e regala il più venti ai suoi. Pescara a 7′ è così costretto a chiamare timeout per cercare l’ultimo tentativo di riaprire un match che sembra già ben indirizzato. La reazione ospite non si ha e così Maddaloni mette in cascina due punti molto importanti perla corsa al quinto posto tornando al successo dopo due ko consecutivi in trasferta.

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author