Serie B gir.D: Mola perfetta, Pescara al tappeto

Capolavoro Geofarma. Metti una tiepida domenica pomeriggio di Marzo, metti un Pala Pinto incastonato in una bella cornice di pubblico, metti un avversario importante, una delle rivelazioni in positivo del torneo, metti tanta grinta, voglia di far bene e concentrazione sintonizzata sul canale giusto, shakera il tutto e viene fuori la partita quasi perfetta, probabilmente la prestazione migliore dell’intera stagione. Bravi tutti, da coach Lotesoriere ai ragazzi singolarmente, esempio calzante di gara approcciata in maniera imponente e portata a termine sempre con piglio sicurissimo, fiaccando sul nascere ogni abbozzo di ritorno a galla degli abruzzesi, già inabissati a -25 dopo 15 minuti di gioco. La classifica non dà altre buone nuove, il gap dalla linea play off rimane di 4 punti nella giornata in cui Martina Franca coglie il successo annunciato sul campo del Francavilla, ma questa squadra nel girone di ritorno è cresciuta in maniera esponenziale e nelle ultime quattro giornate che mancano alla fine della regular season potrà regalare altre grandi soddisfazioni, ne siamo certi.

LA GARA – Coach Lotesoriere cambia le carte in tavola e si presenta alla contesa con Pavone in quintetto eTeofilo inizialmente in panca, Salamina, Didonna, Chiriatti e Leo a completare lo starting five. Coach Salvemini si affida a Rajola in cabina di pilotaggio coadiuvato da Pepe, Di Donato e Di Carmine sugli esterni e Polonara in posizione di centro.

Falsa partenza Mola e Amatori che ne approfitta andando subito in mini-break con Polonara autore dei primi 7 punti abruzzesi sfruttando l’uno contro uno con Didonna, ma è fuoco di paglia proprio l’8 biancazzurro e Salamina suonano la carica e impallinano per ben 4 volte il canestro dall’arco dei 6,75 nel giro di due minuti, Leo prende quota e fa il vuoto in post basso, Teofilo subentrato per Chiriatti sigilla l’allungo in chiusura di parziale col canestro che doppia gli avversari (20-10). Prima del riposo breve c’è anche gloria per Pavone a cui risponde Timperi per il 24-12 del minuto 10.

Pescara pare immobilizzata e in avvio di secondo quarto la Geofarma fugge: prima il binomio Calò-Leo, poi la tripla di Pavone confezionano un 13-0 che mette in ginocchio gli atleti in casacca rossa incapaci di mettere a referto un canestro fino al minuto 15, poi riemerge dall’oblio Di Donato, ma è festival da tre per il Mola (7 triple a metà gara) e vi partecipa anche Mazzarano. Teofilo chiude a chiave il secondo quarto con un canestro da scuola di danza dopo due volteggi per il diretto marcatore. Il terzo parziale è naturale corollario dei primi due, Geofarma a comporre basket a tratti delizioso, Pescara in apnea e ricacciata sotto il pelo dell’acqua ogni volta che i suoi uomini migliori della serata – Di Donato e Pepe – provano un timido tentativo di annullamento del debito. Un Teofilo ispiratissimo in un paio di occasioni carica sullo scuolabus l’intera difesa del Pescara e la porta a lezione: canestro più fallo supplementare, poi assieme al totem Leo spadroneggia a rimbalzo (9 e 11), fondamentale nel quale a fine serata la squadra di Lotesoriere doppierà quella di Salvemini (40-20). Salamina (19, 4 triple) tornato a dirigere con classe e dominatore nella sfida a distanza con Rajola, regala altre due bombe da un posto molto più lontano dei canonici 6,75, così va in naftalina anche la terza frazione, con la doppia decina di vantaggio amministrata con cura. Unico imprevisto la situazione falli personali, con Didonna, Salamina e Calò a quota quattro con diversi minuti da giocare, ma la sapiente rotazione di Lotesoriere permetterà di attraccare la nave in porto senza alcuna defezione. L’ultimo quarto lo inaugura una tripla di Pepe, poi ci pensano un Teofilo slalomista incallito e Leo signore indiscusso dell’area con museruola per Polonara a lanciare la Geofarma verso il decimo successo stagionale. A quattro dalla sirena si torna in attivo di 25 (77-52), negli ultimi tre minuti standig ovation per Teofilo, Salamina e Leo e altro minutaggio prezioso per Mazzarano e Stimolo, Pescara rende meno gravoso il fardello del ritardo nel punteggio con i punti di Bini e Timperi mentre l’ultimo canestro lo porta a casa l’ottimo Didonna ancora in penetrazione nella difesa dell’Amatori. Resta da accogliere gli applausi a scena aperta sul gong della sfida, con i tabelloni a cristallizare la vittoria dalle maglie più larghe di questa stagione, testimonianza a referto di un momento di forma davvero felice.

Cavalchiamolo, perchè in questo ultimo mese possiamo ancora divertirci e tanto giocando basket a questi livelli.

Commenta
(Visited 8 times, 1 visits today)

About The Author