Serie B gir.D: Palestrina, vittoria in gara-1 del playoff contro Giulianova

PALESTRINA: Rischia 21, Rossi 14, Vitale 12, Di Giacomo 3, Samoggia 20, Molinari 2, Callara ne, Brenda, Stirpe, Gagliardo 11. All. Lulli
GIULIANOVA: De Angelis 11, Sacripante 6, Diener 12, Papa 6, Gallerini 16, Gloria 5, Cianella, Mennilli 13, Magazzeni, Pastore 2. All Francani
Parziali: 23-18, 40-40, 63-54

Gara1 dei quarti che riveste sempre particolari insidie (lo scherzetto di Lecco a Cento nel girone A insegna), Palestrina lo sa e scende in campo per lottare fino all’ultimo contro una spensierata Giulianova. Ne nasce un bel duello, impreziosito all’inizio dalle bombe di Rischia che issano Palestrina sul 10-4, ma gli ospiti si rimettono in scia e mettono in mostra una buona vena dall’arco. Forse non eccelle la difesa locale, ma il 50% del primo tempo aiuterà in gran parte Giulianova a reggere l’urto. Gioca bene nel pitturato la Citysightseeing dove raccoglie punti e falli, il divario non si fa mai importante ed anzi servono le invenzioni prima di Vitale, poi di Rossi e infine ancora di Vitale da tre per chiudere avanti 23-18. Palestrina raccoglie anche 9 punti di vantaggio ma non bastano, d’altronde Sacripante e Mennilli hanno la mano calda e dall’arco ricuciono subito lo scarto: alla terza prodezza del secondo il tabellone dice 33-32. C’è Vitale che si inserisce e firma il +4 ma De Angelis risponde immediatamente, così gli ultimi minuti sono un testa a testa che si conclude sulla sirena con Diener in precario equilibrio a segnare dai 6.75 la parità.
La ripresa non nasce sotto i migliori auspici, dopo un buon ingresso in campo dei prenestini esce invece la verve di Gallerini e compagni che costringono Lulli al timeout. Gallerini è l’uomo dello scatto giallorosso (47-52) ma anche uno dei più nervosi finendo per rovinare il buon momento. Scintille evitabili, mentre Molinari entra sul parquet ad aumentare l’intensità difensiva. Non a caso giunge la nuova parità e da lì in poi è solo Palestrina, con un break importantissimo a rovesciare le sorti. Samoggia aumenta il suo apporto a dismisura e Rischia è pronto dalla lunetta per ampliare il vantaggio, grazie anche ad un tecnico alla panchina ospite.
Rientra Gallerini segnando ma dall’altra parte Rischia trova un’autostrada che sfrutta (65-56). Antisportivo che arriva alla fine per il bomber giuliese e Rossi porta i suoi sopra la doppia cifra. Giulianova ammaina la bandiera quando Rischia quasi a metà frazione colpisce dall’arco e fa toccare quota +16. Punizione eccessiva per Giulianova che nell’azione seguente deve subire anche la bomba di tabella di Gagliardo ed allora i titoli di coda sono vicini. Mennilli, Diener e De Angelis sono bravi a ristabilire una distanza meno grave e si arriva in tal modo all’ 83-71 finale che sancisce il primo punto per la Citysightseeing. Giovedì in Abruzzo sarà dura ma questo si sapeva già.

Commenta
(Visited 9 times, 1 visits today)

About The Author