Serie B gir.D: si ferma a Monteroni la rincorsa della Dueesse Martina

Non è riuscita a sovvertire l’ennesimo pronostico la Valle D’itria Basket Martina che, dopo Palermo, Agropoli e Taranto, vede fermarsi la striscia di tre vittorie consecutive nel recupero contro la MD Discount Monteroni. La partita ha visto sempre in costante vantaggio gli uomini di coach Lezzi, capitanati da un gigantesco Mocavero, ben sorretto da Leggio, Potì e Ingrosso, a cui la DueEsse non ha potuto porvi freno, nonostante sia riuscita a chiudere il secondo quarto in svantaggio di soli 5 punti (37-32), prima del break mortifero dei salentini a metà del terzo quarto che ha di fatto chiuso ogni velleità di rimonta dei blu-arancio. Coach Russo, a mente fredda, analizza la sconfitta maturata dai suoi ragazzi, dopo una match non all’altezza nell’arco dei 40’: giudico la prestazione assolutamente non positiva, soprattutto nei primi 5’ della gara e nel 3° e 4° quarto. Abbiamo giocato solo 15’ contro un avversario che aveva grande fame di vittoria e che dopo tre sconfitte consecutive voleva far valere il suo valore mostrato in questo campionato. Una prova che ci ha visto partire con un gap di 13 a 2 troppo pesante, dovuto a delle cattive scelte nostre, e incapaci di reagire alla loro aggressività, ma che nei successivi 15’ ci ha visto realizzare 30 punti e chiudere il 2° quarto in svantaggio di soli 5 punti. Nella seconda parte di gara però non siamo riusciti a rimanere in partita e la sconfitta ha assunto una dimensione abbastanza eloquente, sulla quale dobbiamo riflettere per rimediare nel più breve tempo possibile”. Uno scarto di punteggio finale tra le due squadre (-18) che, dunque, potrebbe sembrare immeritato per quanto visto fino al secondo quarto. “Per la differenza di valori in campo, anche nell’arco di questa stagione, forse il -18 è un po’ troppo pesante rispetto a quelli che sono stati i risultati di quest’anno e anche alla luce della nostra sconfitta patita all’andata solo dopo un supplementare. Noi purtroppo abbiamo pagato le cattive condizioni fisiche di quasi tutti i componenti del roster che, in questa settimana dopo li derby con Taranto, non ci hanno consentito di allenarci al completo ma bensì in soli 6-7 elementi, con a turno tanti giocatori infortunati e qualcuno che, fino a venerdì, non sapevamo se avesse potuto prendere parte al match. Inoltre durante la stessa partita Marengo ha avuto un affaticamento e Mastroianni ha subito una botta, per cui il quadro era quello di dover trovare in più energie soprattutto mentali oltre che fisiche che, invece, il valore di una squadra di spessore come Monteroni non ci ha permesso di tirar fuori, portandoci a soccombere. La loro fisicità ci ha messo in difficoltà nella scelta dei ritmi giusti da avere sul campo, influenzando inevitabilmente le percentuali al tiro e portandoci a realizzare solo 58 punti con grande fatica per frutto anche di scelte affrettate e di ansia, con tiri poco qualitativi non tanto nella costruzione ma nella serenità di poter prendersi la responsabilità di recuperare da un gap e prendere l’inerzia del gioco, tranne nel frangente del 2° quarto. Le nostre percentuali basse quindi, unite alla tecnica e all’atletismo superiore di giocatori come Mocavero, Leggio e Potì hanno fatto il resto. Credo comunque che in quei 15’ disputati al massimo delle nostre possibilità, abbiamo fatto vedere quanto di buono dimostrato in queste ultime giornate e da lì dobbiamo ripartire per non demoralizzarci e portare avanti il nostro piano stagionale di guardare avanti partita dopo partita”. Una DueEsse che non si dispera, nonostante il rinvio del match potrebbe aver influito in parte sulla gara giocata dai martinesi, considerando appunto i diversi problemi fisici di molti giocatori accennati da coach Russo in precedenza. “Con i se e con i ma non ha mai vinto e perso nessuno, nel senso che se avessimo giocato la partita in quel momento probabilmente avremmo potuto beccare un Monteroni un po’ meno determinato, anche se non credo fosse questa la chiave della partita. Noi come già detto prima abbiamo avuto dei problemi a livello di infortuni che, per la prima volta durante l’anno, ci hanno messo in seria difficoltà nel raggiungere un numero adeguato di giocatori per effettuare degli allenamenti di qualità, perché è chiaro che non allenandoti non puoi reggere una sfida contro una compagine che ha pieno diritto ai playoff e per di più in un clima del genere. Siamo contenti di quanto fatto ma vogliamo trovare le giuste energie e motivazioni per crescere ulteriormente anche nelle situazioni più difficili possibili come quelle di questa settimana”.

Dopo tre giorni di pausa e approfittando dello stop del campionato per le finali di Coppa Italia, la DueEsse riprenderà gli allenamenti da martedì 10 per preparare una sfida difficile contro la Soavegel Francavilla, in cui bisognerà archiviare la pratica Monteroni e ripartire immediatamente per preparare al meglio le ultime sfide di regular season. “Un obbiettivo che ci siamo prefissi è quello della crescita individuale, oltre che collettiva, di questi ragazzi e quindi adesso proveremo a fare tutto il possibile per continuare a crescere e cercare di vincere tutte le partite possibili. La prossima sarà una partita importante, simile ad un derby, nella quale Francavilla proverà a giocarsi tutte le residue chance di salvezza e approfittando del fattore campo, in un ambiente caldo. Loro in più hanno cambiato completamente la fisionomia della squadra inserendo dei buoni giocatori, e per questo oltre a rispettarli come abbiamo sempre fatto con tutti, dovremo essere bravi e attenti a resettare tutto e ripartire con consapevolezza e voglia di dover fare il meglio possibile per noi stessi, la società e i tifosi che ci seguono ovunque e che anche nelle sconfitte ci hanno sempre dato un sostegno enorme. Provando in seguito a ragionare sempre una partita per volta e magari raggiungere un altro piccolo traguardo di una stagione importantissima per questa squadra e in cui, visti i risultati ottenuti e lo sottolineo ancora, i nostri ragazzi vanno assolutamente premiati”.

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author