Serie B gir.D: trionfo Aquila a Bisceglie, prestazione maiuscola e 1-1 nella serie

Se si poteva pensare al miglior modo di vincere una gara come questa, non poteva venire meglio di così”. L’Aquila Palermo sbanca il PalaDolmen, piegando in Gara2 Bisceglie sul proprio parquet con un secco 61-75. Una prestazione di cuore, grinta e sacrificio, come aveva chiesto il coach dei biancorossi Gianluca Tucci dopo la sconfitta in Gara1. A fare la differenza, in favore dei palermitani, è stato un miglior atteggiamento difensivo, che ha costretto i pugliesi alla peggior prestazione offensiva stagionale.

Già dal primo quarto si è intuito come la gara di domenica, costellata da ritmi bassi ed errori al tiro, non si sarebbe ripetuta. Corral e Gambarota hanno ripreso da dove avevano concluso in Gara1, andando a segno puntualmente dalla media e dalla corta distanza, mentre dall’altra parte è Nelson Rizzitiello a seminare panico, con 14 punti nel solo primo periodo, chiuso con due triple consecutive, che contribuiscono ad andare alla prima pausa sul 20-24.

La reazione dei padroni di casa arriva nei secondi dieci minuti: a suonare la carica è Mauro Stella dal perimetro dopo 2’, mentre Corral prosegue nel suo “lavoro sporco”, ma oltremodo efficace, sotto canestro. Antonelli prende il volo sia in difesa, almeno quattro chiare stoppate nella serata biscegliese, che in attacco con due schiacciate che ammutoliscono il rumorosissimo PalaDolmen.

Al rientro dall’intervallo il vantaggio di Bisceglie è minimo (40-37) e, come in occasione del precedente, anche il terzo periodo stenta a decollare inizialmente. Rizzitiello (22 punti e 7 rimbalzi) è mortifero dalla media, portando i suoi al pari a quota 44 con 5’ ancora sul cronometro. Bisceglie fallisce molto al tiro (chiudendo con il 38% dal campo e il 25% da tre) frutto soprattutto della grande intensità difensiva dell’Aquila (che concede solo 7 punti agli avversari nel quarto), mentre nell’altra metà campo Marcello Cozzoli getta le basi per la sua gara record stagionale.

Il +7 Aquila con il quale si apre l’ultimo quarto di gioco (47-54) è poi addirittura ampliato, grazie ai parziali mortiferi costruiti da Di Emidio e soprattutto di un Marcello Cozzoli in versione supereroe, capace di infilarne 13 negli ultimi 10’ e chiudere la gara con 28 punti a referto, il 59% dal campo e un 5-10 da tre. Il secondo tecnico fischiato alla panchina nerazzurra certifica la resa di Bisceglie, che abbandona lucidità e anche la gara. Finisce in trionfo per i biancorossi di Gianluca Tucci, capaci di infrangere il PalaDolmen per 61-75 e pareggiare la serie di semifinali sull’1-1, con la possibilità di altre due gare da disputare in casa.

L’attacco è sempre figlio della difesa, abbiamo messo il cuore e tutte le energie fisiche – ha commentato nell’immediato post gara coach Tucci -. Ci aspettavamo una partenza forte di Bisceglie, ma abbiamo lasciato soltanto 47 punti in 3 quarti. Questo la dice lunga su quale sia stata la chiave della vittoria e alla fine il punteggio poteva anche allargarsi. Ora dobbiamo confermarci in casa nostra, non sarà facile perché Bisceglie, formazione di tutto rispetto, sarà arrabbiata. Noi, però, sappiamo come si vincono queste partite”.

Sappiamo che il pubblico ci può dare una grande forza – ha concluso l’allenatore avellinese -. Abbiamo bisogno di tutti i palermitani, sono chiamati a darci una grande mano perché stiamo attraversando un grande momento”.

Protagonista assoluto del secondo atto è stato il brindisino Marcello Cozzoli: “Avevo tantissima voglia di far bene nella mia terra, specie dopo una prima gara dove sono stato un po’ teso – ha rivelato la guardia biancorossa -. La cosa più importante, però, è che la squadra abbia dato una dimostrazione esagerata di concentrazione e di forza. Abbiamo applicato gli accorgimenti giusti, quando vuoi vincere a tutti i costi viene sempre fuori la grande prestazione. Questa è una grande gioia personale, ma sappiamo tutti che ci sono ancora da giocare almeno due partite e abbiamo grande fame”.

Serie sull’1-1 che da Bisceglie si sposta in Sicilia, dove si tornerà in campo già venerdì (dalle 20,30 al PalaMangano, ingresso gratuito) per un’emozionante, e senza dubbio equilibratissima, Gara3.

Serie B – Semifinale Playoff Gara2 (Girone D)

AMBROSIA BISCEGLIE-AQUILA PALERMO 61-75

Parziali: 20-24, 20-13, 7-17, 14-21

Bisceglie: Torresi, Gambarota 6, Stella 11, Corral 15, Caceres 8, Abassi, Cena 16, Vitanostra, Smorto 5, Galantino. All. Pasquale Scoccimarro

Aquila: Cozzoli 28, Antonelli 13, Merletto, Rizzitiello 22, Giovanatto 2, Gottini ne, Tagliareni ne, Di Emidio 10, Dragna, Caronna. All. Gianluca Tucci

Arbitri: Michele Cenzonza, Fabio Ferretti

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author