Serie B gir.D: tutto pronto per gara-2 tra Martina e Agropoli

L’attesa è finita: il giorno di gara 2 tra la Valle D’itria Basket Martina di coach Russo e la BCC Agropoli di coach Paternoster è finalmente arrivato. I presupposti per una grande partita ci sono tutti, nonostante il risultato netto di gara 1 a favore dei cilentani (91-67). In casa arancio-blu le motivazioni, figlie di un campionato giocato oltre le più rosee aspettative, sono massime e c’è voglia di riscatto per cancellare il ko patito al Pala Di Concilio domenica scorsa che permetterebbe di pareggiare la serie sull’1-1, rimandando ogni discorso a gara 3. Dall’altra parte invece, Agropoli vuole chiudere i giochi evitando rischi inutili e risparmiando energie in vista delle eventuali semifinali. La DueEsse sa di dover compiere un’altra impresa simile a quella dell’andata, in cui i ragazzi di Aldo Russo furono capaci di dare il primo dispiacere stagionale esterno alla BCC, sconfiggendola al termine di una delle prove più belle (se non la migliore) offerta sul parquet del Pala Wojtyla. Le difficoltà delle vigilia sono quindi molteplici per gli arancio-blu, ma il lavoro svolto fino ad ora e in questi tre giorni dallo staff tecnico, sia sulla testa che sui vari aspetti tecnico-tattici della squadra martinese, è garanzia di grande impegno in vista di gara 2. “Visto l’approccio teso e frenetico avuto in gara 1 ci siamo concentrati logicamente sugli aspetti tecnico-tattici che non sono andati bene o che dovevamo evidenziare. I ragazzi hanno capito perfettamente quale fosse la chiave della partita e quindi dopo aver voluto rivedere il video tutti insieme, abbiamo lavorato molto sull’andamento di gara 1. Chiaramente uno scarto così ampio, oltre a non volerlo, non lo aspettavamo e di conseguenza abbiamo semplicemente ricaricato le pile per preparare al meglio gara 2”. Già nell’immediato post-gara di Agropoli, tra i giocatori della Valle D’itria Basket, si avvertiva la giusta carica, figlia della consapevolezza di poter riscattare l’opaca prova offerta in gara 1: “Appena rientrati negli spogliatoi dopo l’intervallo c’era una voglia matta di rivalsa, perché questo è un gruppo che non ha mai mollato durante l’anno, affrontando anche partite difficili ed esperienze negative per il passivo ricevuto, che però si contano sulle dita di una mano. Senza lasciare mai nulla al caso abbiamo provato a giocarcela sempre con tutti, pur consapevole dei limiti che possiamo avere rispetto a squadre più forti e attrezzate. Un motivo sufficiente per essere estremamente carichi e giocare una grandissima gara 2, portando Agropoli allo spareggio di gara 3. Vogliamo ottenere fortemente una vittoria da regalare ai nostri tifosi”. Sfruttando anche “la spinta” del Pala Wojtyla dove, in questo campionato, la DueEsse è uscita sconfitta solo in quattro occasioni, ci sono dunque le giuste possibilità di pareggiare la serie. “Le possibilità di pareggiare la serie ci sono nella misura in cui riusciremo a disputare una partita attenta, diligente, disciplinata e soprattutto di grande energia. Vogliamo assolutamente sfruttare il vantaggio del 6° uomo in campo offertoci dal Pala Wojtyla e da questi tifosi fantastici che ci hanno incitato fino alla fine in tutte le partite, anche nel finale di Agropoli quando il passivo era pesante e incolmabile, senza mollare mai e con continue manifestazione d’affetto. Cosa che noi vogliamo ricambiare nel migliore dei modi attraverso una grande e intensa partita, in cui Agropoli dovrà affrontare e superare 10 leoni sostenuti da tutto il palazzetto. Sappiamo di dover lottare con il coltello tra i denti, ma d’altronde affrontare la prima in classifica da ottavi ci imponeva questa consapevolezza, e noi proveremo a farlo fino in fondo contrastando a viso aperto Agropoli, anche perché in campo si va sempre 5v5 e senza dare mai nulla per scontato. Dovremo dimostrare quanto meno di giocarcela, consapevoli che sarà dura non solo per noi ma anche per loro”. 40’ da vivere intensamente e forse tra i più importanti nella giovane carriera di Aldo Russo, indicato in alcuni sondaggi di fine stagione su forum vari, come allenatore dell’anno per il Girone D della Serie B. A dimostrazione dell’ottimo lavoro svolto dal coach salernitano (al suo primo anno da capo allenatore, ndr), insieme allo staff tecnico, nella guida di un gruppo giovane e la cui crescita è stata esponenziale e clamorosa. “Penso che tale riconoscimento non lo determini io, anche se può farmi piacere, ma bensì gli addetti ai lavori, appassionati e giornalisti. So di essere un rookie, alla prima esperienza da head coach con i senior, in cui ho messo tutto il mio entusiasmo e voglia di lavorare, senza tralasciare niente al caso e con motivazioni elevatissime. Ma permettetemi di dire che il merito di tutto questo lo devo ai miei giocatori, che mi hanno permesso di allenare ed essere in grado di interpretare il basket che piace a me calzandolo su di loro. E poi al mio staff, che ha condiviso ore ed ore di lavoro senza lesinarsi mai. Da Gianpaolo con la sua professionalità e il suo prezioso lavoro video e di programmazione degli allenamenti e gestione gare, ad Andrea per il lavoro alle statistiche e come tramite con lo spogliatoio grazie alla sua parola di sostegno sempre pronta per tutti, oltre alla grande professionalità dimostrata nel ritrovarsi catapultato per la prima volta in un’avventura senior, una dote questa fuori dal comune. Senza dimenticare il prof. Schiavone che da grande professionista e motivatore è per me e i ragazzi una figura fondamentale in questa stagione, con la sua saggezza, equilibrio, e capacità di sapermi dare sempre l’input positivo anche nei momenti più bui. A 60 anni un approccio così umile al lavoro, alla voglia di condividere ed integrare il proprio modo di vedere con gli altri è una dote davvero rara da trovare nelle persone”. A tutti loro si affida la Martina del basket per cercare di centrare l’impresa contro la BCC Agropoli.

Palla a due alle ore 18.00. Arbitreranno la gara i sigg. Cristiano Giusto di Albigna Sego (PD) e Francesco Menegalli di Grezzana (VR). Per l’occasione non saranno valide le tessere d’abbonamento.

Commenta
(Visited 31 times, 1 visits today)

About The Author