Serie B gir.D: Vasto Basket vittorioso a Venafro

Romano Group Venafro – BCC Vasto Basket 72-77 (12-26/32-36/54-54/72-77)
Romano Group Venafro: Canavesi 16, Ferraro 15, Cardarelli 0, Lovatti 7, Petrazzuoli 24, Montanaro ne, Minchella 0, Tamburini 10, Brusello 0, Cotugno ne. Coach: Mascio
BCC Vasto Basket: Dipierro 18, Di Tizio 13, Durini 12, Lagioia 8, Mirone 10, Antonini ne, Ierbs 2, Menna ne, Martelli 14, Cordici 0. Coach: Di Salvatore

E’ una vittoria preziosa quella conquistata dalla BCC Vasto Basket in casa della Romano Group Venafro nella 17ª giornata del campionato di serie B. I biancorossi hanno dimenticato in fretta la sconfitta rimediata in casa contro la Geofarma Mola e sono andati ad acciuffare due punti importantissimi per la classifica e per il morale. Per l’economia del campionato staccare proprio i molisani di due punti ed agganciare il Taranto a quota 12 è un altro pezzettino di salvezza conquistato dagli uomini di coach Di Salvatore. La permanenza in serie B è sempre più salda nelle mani dei biancorossi che, da qui in avanti, potranno giocare per cercare di risalire ulteriori posizioni in graduatoria. Era importante vincere anche per risollevare un morale abbattuto dalla sconfitta casalinga di una settimana fa.

A Venafro quella di Ierbs e compagni è stata una partenza sprint. Avanti per 26-12 alla fine del primo quarto, i vastesi hanno toccato il vantaggio massimo di +17 ad inizio della seconda frazione di gioco. A quel punto, però, c’è stata la reazione dei padroni di casa, capaci di imporre il proprio gioco agli ospiti e ricucire il distacco fino al -4 con cui si è andati al riposo. Coach Di Salvatore ha dovuto operare le sue scelte condizionato dal monte falli dei suoi. In particolare ha dovuto centellinare l’impiego di Mirone e Lagioia, troppo presto “carichi” di falli. La rimonta del Venafro ha trovato compimento nel terzo parziale, quando addirittura i padroni di casa hanno trovato il sorpasso. Con l’inerzia del match spostata a favore della Romano Group Venafro i vastesi si sono trovati a recitare la parte degli inseguitori. Sotto di sei punti non era semplice trovare la forza di rientrare in partita. A due minuti dalla fine la squadra del presidente Spadaccini era ancora sotto, poi, quando di secondi dalla fine ne mancavano appena 15, è stato Durini a mettere dentro il canestro del +3, dopo il libero realizzato da Martelli. A chiudere definitivamente i conti ci ha pensato Dipierro dalla lunetta per il 77-72 finale.

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author