Serie B gir.D: Venafro sbanca Mola

GEOFARMA MOLA vs DYNAMIC VENAFRO

76-78
Parziali 14-23, 19-16, 8-17, 12-14

Geofarma Mola: Musci 12, Pavone 4, Salamina, Leo 10, Chiriatti 21, Di Donna 5, Teofilo 13, Calò 11, Tanzi n.e. Lonigro n.e. All. Lotesoriere

Dynamic Venafro: Coluzzi 8, Ferraro 10, Tamburrini 4, Lovatti 24, Petrazzuoli 22, Moretti 4, Minchella 6, , Cancelli n.e Cotugno n.e. Bandera n.e.. All. Arturo Mascio.

Arbitri: Vantini – Soriano .

16 punti in classifica generale. 2 punti in più dello scorso campionato, il primo di Serie B per la Dynamic Venafro, che centra al Palapinto di Mola un’importantissima vittoria che migliora appunto lo score dello scorso anno quando i venafrani, dopo la fase a orologio, si fermarono a quota 14.

Taranto viene distanziata di altri 2 punti ed in virtù degli scontri diretti a favore, Venafro non è più raggiungibile dai pugliesi. Un ottimo risultato quello dei venafrani in quel di Mola, frutto della sagacia tattica con la quale gli uomini di coach Mascio sono riusciti a tenere a bada Teofilo e compagni.

Venafro parte con Lovatti in regia, Petrazzuoli, Minchella, Ferraro e Coluzzi. Già dai primi minuti si vede la voglia di riuscire a portare a casa il referto rosa. Un ispiratissimo Petrazzuoli apre le “danze” . Lovatti, Minchella e Tamburrini danno il proprio apporto alla causa arrivando anche al massimo vantaggio di 11 punti durante il primo periodo. Teofilo e Chiriatti evitano che Mola capitoli troppo presto e il primo quarto si chiude con Venafro avanti di 9 punti (14-23) con i padroni di casa che perdono per infortunio al ginocchio il play titolare Salamina. Nel secondo quarto Venafro gioca in maniera insolita rispetto al miniperiodo precedente. Mola ne approfitta ed ancora con Chiriatti ed un “risvegliato” Leo ricuciono il gap quando mancano 3 giri di lancette al riposo lungo.

In questa fase di gioco la poca precisione dalla linea della carità la fa da padrona. Il solo Ferraro riesce a centrare il canestro dalla media e le squadre rientrano negli spogliatoi con un possesso di vantaggio a favore dei viaggianti. I padroni di casa al rientro dagli spogliatoi ci credono ed effettuano il primo sorpasso della partita. I molisani non si scompongono ed ancora con Petrazzuoli, Lovatti e Coluzzi ristabiliscono di nuovo un vantaggio di 7 punti a metà periodo.

Per i successivi 4 minuti Venafro cerca di nuovo l’allungo, ma Mola reagisce nuovamente portandosi in vantaggio di mezzo possesso ad 1 minuto dallo scadere del tempo.

Purtroppo per i padroni di casa e per fortuna dei ragazzi molisani, Teofilo si vede fischiare il 4 fallo dal 1° arbitro e sulle proteste gli viene sanzionato anche un tecnico che equivale alla fine della partita per il lungo pugliese. Petrazzuoli non si “scompone” e con lucida freddezza infila i 3 tiri liberi . Non pago il play/guarda di Caiazzo sul possesso successivo infila anche il canestro che aumenta le distanze tra le due compagini di 4 punti. Musci riporta la propria squadra sul -2, ma ancora Lovatti sul suono della sirena sigla l’ennesima tripla della serata chiudendo il periodo con il risultato che vede Venafro in vantaggio di 5 lunghezze. Ed è ancora il play marchigiano ad aprire le marcature nell’ultimo periodo con un altro tiro dalla lunga distanza. Con Teofilo fuori dai giochi e con Ferraro in panca, in virtù dei 4 falli sul groppone, è Chiriatti a prendere in mano la partita riuscendo a ricucire nuovamente il gap creatosi tra le due formazioni. Sono 7 i punti consecutivi del giocatore pugliese che, sommandosi al tiro dalla media di Musci, permettono ai locali l’ennesimo controsorpasso della serata anche se solo di un punto.

Ma ancora Petrazzuoli e Lovatti, intervallati solamente dalla tripla di capitan Minchella, rimettono la partita nei binari giusti per la compagine di patron Di Giovanni. Lo stillicidio dei falli sistematici premia Venafro con Tamburrini che cala il sipario sul Palapinto. La tripla, l’ennesima, di Chiriatti allo scadere del match è inutile ai fini del risultato. La Dynamic Venafro si aggiudica il match capovolgendo anche la differenza canestri (all’andata si imposero i pugliesi per un punto in terra molisana dopo un overtime).

Una partita che non faceva testo per nessuna delle due formazioni ai fini della classifica finale con entrambe le compagini già ampiamente salve e non in lotta per un piazzamento playoff. Una partita comunque piacevole per il pubblico assiepato sugli spalti. Top Scorer per i molisani Fabio Lovatti con 24 punti, seguito da Onorio Petrazzuoli con 22 punti.

Domenica si torna tra le mura amiche, per l’ultimo confronto di questa stagione 2014-2015, che vedrà i gialloblù venafrani opposti al Nuova Pallacanestro Monteroni. I salentini già sono matematicamente ai playoff.

Vincere significherebbe congedarsi nel modo migliore dai propri tifosi in quella che si preannuncia una vera festa finale per la compagine molisana che ha la certezza anche il prossimo anno di giocare in un campionato Nazionale. Provarci e crederci non costa nulla .

Commenta
(Visited 13 times, 1 visits today)

About The Author