Serie B gir.D: Venafro, vittoria larga contro Isernia

ASD IL GLOBO ISERNIA vs DYNAMIC BASKET VENAFRO

78 – 90

Parziali: 27-20 ; 35-38 ; 53-57

IL GLOBO ISERNIA: Bracci J; Bastone 27; Triggiani; Della Torre 2; Rianna 7; Del Vecchio 9; Bracci M; Cardinale 21; Preite; Brighi 12; Coach: Cardinale Ciro

DYNAMIC BASKET VENAFRO: Coluzzi 4; Moretti 2; Minchella; Ferraro 16; Tamburrini 12; Bandera; Cardarelli; Lovatti 23; Brusello 5; Petrazzuoli 28; Coach: Mascio Arturo

Arbitri: Tammaro N. e Fiore A.

E’ ancora gialloblù il derby molisano del campionato nazionale di serie B di pallacanestro. Così come nella partita di andata al Pedemontana di Venafro, anche al ritorno i ragazzi di coach Mascio hanno la meglio su quelli di coach Cardinale. Una bellissima partita, mai cattiva, disputata a viso aperto e con molto agonismo dalle due formazioni. I venafrani l’hanno spuntata per 90-78.

In un palazzetto dello sport di Isernia abbastanza gremito con buona partecipazione dei tifosi ospiti, le squadre scendono sul parquet di gioco con i quintetti più o meno classici. Isernia parte con Bastone, Del Vecchio, Bracci, Cardinale e Brighi. Venafro risponde con Lovatti, Moretti, Petrazzuoli, Minchella e Ferraro. Un buon avvio dei padroni di casa permette loro di macinare gioco e punti. Gli ospiti non stanno a guardare e con Ferraro, Lovatti e Petrazzuoli restano in scia andando al primo mini riposo con il tabellone elettronico che segna un + 7 in favore di Isernia (27-20).

Nel secondo periodo i viaggianti partono all’arrembaggio e, con ottime azioni di squadra e i punti che fuoriescono dalle mani di Ferraro, Lovatti e Petrazzuoli, completano la rimonta, e con il contributo del giovane Tamburrini effettuano il sorpasso portandosi sul +3 al riposo lungo. 35-38 il risultato al 20° minuto.

Il terzo quarto è quello più equilibrato della partita, complice anche il 5 fallo di Coluzzi che finisce con largo anticipo la sua partita e complice anche il pesante 4 fallo di Ferraro che lo costringe a guardarsi il periodo seduto in panchina. Coach Mascio pesca dalla panchina il venafrano doc Alessandro Brusello che, al pari dell’ottima difesa aggressiva di Moretti, restituisce le velleitarie speranze di rimonta ai giocatori di casa che con le triple di Cardinale e Brighi si riavvicinavano alla parità. Ma appunto Brusello, insieme a Tamburrini ed ai “soliti” Lovatti e Petrazzuoli, mettono altro vantaggio sul risultato parziale aumentandolo di 4 lunghezze al suono della 3 sirena.

Nell’ultimo quarto i giochi sono tutti a favore dei ragazzi di patron Di Giovanni. Isernia resta in partita grazie alle “bombe” ancora di Cardinale. Lovatti ubriaca i propri difensori e centra canestri importantissimi così come Petrazzuoli e il rientrante Ferraro. Finisce 78 – 90 per Venafro ed al suono della sirena festa grande sia in campo che tra i tifosi ospiti.

Petrazzuoli (allenatosi poco in settimana per l’influenza) top scorer con 28 punti seguito da Lovatti con 23. Nota di merito anche per Brusello che nonostante la contrattura al polpaccio sinistro non ha voluto mancare a questo appuntamento disputando di fatto un’ottima partita sia in fase difensiva che offensiva nei minuti che è stato utilizzato. Compito svolto in maniera egregia anche dal giovane Tamburrini ed ovviamente, con pochissime sbavature, ottima la prestazione dall’oramai inossidabile Ferraro. Buona prova di Minchella e Moretti. E per i giovani venafrani in panchina Cardarelli e Bandera 40 minuti di incitamento quasi come se fossero in campo anche loro ed il “rischio” di centrare il primo canestro in serie B per lo stesso Bandera nei pochi secondi in cui è stato in campo.

A tre giornate dal termine del campionato Venafro ha già migliorato il risultato ottenuto lo scorso anno in regular season (8 punti n.d.r.) ed ha pareggiato il risultato ottenuto alla fine dello stesso dopo la famigerata fase a orologio (14 punti n.d.r.). Si può e si deve ancora migliorare.

La vittoria si dice che sia la migliore medicina contro i cali psicologici. Martedi si ritorna al lavoro per preparare al meglio la prossima partita quando al Pedemontana arriverà la quotata formazione di Palermo. Sognare e sperare nel colpaccio non costa nulla.

Commenta
(Visited 9 times, 1 visits today)

About The Author