Serie B, la Pallacanestro Crema attende Rimini

Tornati al successo battendo Alto Sebino a Pisogne, i ragazzi di Salieri si troveranno di fronte domenica pomeriggio la NTS Informatica Rimini, formazione che come Crema viene da un ultimo turno ad alto tasso adrenalinico, con una vittoria conquistata nell’ultimo giro di lancette nel derby romagnolo contro Forlì.
Partiti fortissimo, con tre vittorie casalinghe nel primo mese di campionato, i “Crabs” hanno poi frenato lo slancio iniziale, ritrovando, come detto, il referto rosa nell’ultimo turno.
Sono guidati in panchina da Andrea Maghelli, coach con all’attivo anche uno scudetto in terra austriaca, per molti anni responsabile del settore giovanile riminese, il quale ha portato in prima squadra il meglio del florido vivaio di Rimini.
A disposizione dell’allenatore riminese ci sono quattro senior, a partire dal centro Foiera, classe 1975 e chioccia del gruppo per il terzo anno consecutivo dopo una lunghissima carriera in Legadue. E’ tornato quest’anno alla base, dopo due stagioni, la guarda Joel Myers, figlio d’arte e miglior realizzatore dei suoi con oltre 12 punti di media a partita, dotato di un buonissimo tiro dalla media e lunga distanza.  Da Isernia, sempre in B, è arrivato il lottatore Sipala, ala/pivot classe 1995, mentre è confermato il playmaker classe 1996  Busetto.
Oltre a questo quartetto, Maghelli può contare su un nutrito gruppo di ragazzi terribili: il centro scuola PMS Torino Tiberti, pericoloso sia spalle che fronte canestro, l’esterno Signorini, le guardie Toniato e Altavilla, il play da Bolzano Dolzan, tutti confermati dalla scorsa stagione e l’ala Tartaglia, giunto da Agrigento in A2, con cui ha trovato minuti in campo la scorsa stagione, ala dotata di un fisico robusto e buonissima tecnica, in grado di giocare anche vicino al canestro.
Da seguire l’Under 18 Mladenov, autore di 9 punti domenica scorsa contro Forlì e decisivo nel break che ha portato il match dalla parte dei Crabs.
Ci presenta il match Stefano Salieri:”Veniamo da una settimana di allenamenti intensi e proficui. Dobbiamo lavorare ancora tanto per migliorarci sempre e continuare a crescere in ritmo e qualità di gioco. La strada è quella giusta. C’è fiducia e voglia. Quella con Rimini è una partita insidiosa e difficile. Loro sono reduci dalla prestigiosa vittoria nel derby con Forlì e arrivano a Crema sulle ali dell’entusiasmo. Sono una squadra giovane, talentuosa e molto fisica. Dovremo essere bravi a superarli in energia e applicazione per bilanciare il gap sotto canestro e a imporre il nostro gioco.”
Un incontro dal pronostico apertissimo e con tutta probabilità spettacolare, dato l’alto numero di giovanissimi in campo, con Crema ancora corta nelle rotazioni a causa del perdurare dell’indisponibilità di Ciaramella.
Rendimento simile in fase offensiva per le due formazioni, che viaggiano alla media di circa 69 punti segnati per incontro, con la miglior difesa dei rosanero cremaschi a spiegare i quattro punti in più in classifica.

Fonte: Ufficio Stampa Pallacanestro Crema

Commenta
(Visited 26 times, 1 visits today)

About The Author