Serie C gir.A: la Tarros è la miglior formazione della Liguria

La matematica ci dà una certezza: siamo la migliore squadra della Liguria. Il primo obiettivo che ci eravamo posti per la stagione è centrato e sono doppiamente soddisfatto perché lo abbiamo legittimato battendo le altre formazioni liguri, Follo e Loano, in tutti i confronti diretti”- è orgoglioso Presidente Danilo Caluri al termine del match vinto proprio contro i cugini savonesi e che ha sancito il primato della sua squadra e prosegue: “La matematica ci dice anche che, teoricamente, i giochi per il terzo posto non sono chiusi. Certo, le possibilità che abbiamo di raggiungerlo sono poche, ma siamo determinati a provarci sino alla fine. Non posso nascondere che, alla luce di tutto questo, c’è un po’ di rammarico per qualche punto lasciato per strada durante la stagione e per la situazione non facile che abbiamo dovuto affrontare, ma non posso, comunque, che essere soddisfatto. Anche domenica daremo il massimo, in una partita che si preannuncia difficilissima, poi guarderemo agli altri risultati”.

Un po’, insomma, come oggi quando la Tarros ha battuto il Loano e poi, guardando al tabellone della giornata, ha appreso la notizia della vittoria, a sorpresa, del Moncalieri sul Trecate: un risultato che lascia ai bianconeri ancora la speranza, seppur minima, di centrare il terzo posto.

Ancor più determinate, quindi, le parole di coach Marco Mori: “Come ho sempre detto, vogliamo onorare il campionato e dare il massimo sino alla fine; ora si è riaperto anche questo spiraglio, quindi tutto questo vale ancora di più”.

La testa è già a domenica prossima, ultima giornata della regular season; tutti sul parquet in contemporanea, alle ore 18.00.

Ma facciamo un passo indietro al match di oggi che, come ha sottolineato il Presidente bianconero, era molto meno semplice di quanto potesse sembrare “sulla carta” perché il Loano ha messo in difficoltà molti avversari ed anche per la Tarros quella contro i savonesi non è stata certo una passeggiata.

Avvio molto equilibrato, con le due formazioni che giocano punto a punto, in un continuo botta e risposta: né i padroni di casa né gli ospiti riescono nell’allungo, tanto che i 5 punti di vantaggio con i quali i bianconeri chiudono la prima frazione (17-22) sono il massimo divario sin qui registrato.

Il secondo tempino stenta a decollare: per due minuti canestri off-limits, poi il Loano torna a muovere il tabellone. La Tarros impiega qualche secondo in più per ritrovare la retina, ma prende poi la strada giusta, quella che porta al vantaggio in doppia cifra. Alla pausa lunga si va sul 27-39, +12 per gli spezzini.

La terza frazione si può dividere in due parti: la prima appannaggio dei padroni di casa che sembrano in grado di rifarsi sotto, la seconda in favore degli ospiti che riescono a replicare ed a ripristinare il vantaggio con il quale erano andati negli spogliatoi, raggranellando ancora qualcosa: ai 10 minuti finali le due formazioni si presentano sul 45-59. 14 punti: questo il bottino che la Tarros può amministrare, ma il finale non è scritto. Tutto sembra procedere tranquillamente, ma nei cinque minuti finali i savonesi riescono ad avvicinarsi pericolosamente: qualche errore di troppo costringe gli spezzini a non poter tirare il fiato se non alla sirena. 67-75: questo il risultato finale.

La Tarros porta a casa una vittoria che consolida ancora di più il suo primato in Liguria: i bianconeri, infatti, non solo si aggiudicano il titolo di migliore formazione ligure, ma lo fanno vincendo tutti i derby contro i cugini del Follo e del Loano.

Domenica l’ultima, decisiva, partita della regular season. Appuntamento alle 18.00 al PalaSprint per inseguire insieme un sogno.

BASKET POOL LOANO – SPEZIA BASKET CLUB TARROS: 67-75 (17-22; 27-39; 45-59)

BASKET POOL LOANO: Markus 13, Guaccio 14, Gay 10, Zavaglio 4, cavallaro 7, Cognigni 5, Lentini 2, Giorgi 0, Persano 7, Dzigal 5. Coach Marco Prati

SPEZIA BASKET CLUB TARROS: Laquintana 22, Marchini 8, Ferrari 8, fazio 2, Seravalli 14, Caluri n.e., Pipolo 1, Dalpadulo 5, Santoni 15, Bucci 0, Manzini 0. Coach Marco Mori

Commenta
(Visited 24 times, 1 visits today)

About The Author