Serie C gir.D: Imola ko a San Miniato

BLUKART SAN MINIATO 66

NPC VIRTUS SPES VIS 65

San Miniato: Meucci A. 12, Stefanelli 9, Zita 3, Bertolini 22, Latini, Parrini 5, Doveri, Meucci F. 11, Baldi n.e., Susini 4. All.: Barsotti.

Imola: Pieri 2, Dall’Osso 3, Morara 9, Grillini 8, Di Placido n.e., Corcelli 12, Massari 1, Guglielmo 7, Francesconi 3, Porcellini 19. All.: Alfieri.

Parziali: 14-14, 33-32, 50-55.

Arbitri: Berger e Morani.

SAN MINIATO – Un punto, un maledetto punto condanna una bella Virtus al ko nella prima partita dei playoff. Una Virtus combattiva, coriacea per tutti i 40 minuti nonostante di fronte ci fosse la squadra regina del girone toscano e nonostante il nuovo infortunio di Grillini nel primo minuto dell’ultimo quarto.

Purtroppo però non è bastato per avere la meglio del Blukart. Anche se la bomba di Francesconi a 2’50 dalla fine per il +1 imolese aveva consegnato un piccolo, grande vantaggio ai gialloneri. Ma prima Porcellini e poi Guglielmo hanno fallito il colpo del knock out e Meucci, dopo un fallo subito dal Morara, è stato glaciale dalla lunetta e ha segnato i liberi che hanno regalato la partita a San Miniato. A nulla sono serviti gli ultimi, disperati assalti della Virtus nel concitato finale di partita.

«Peccato, ci abbiamo creduto – il commento finale di coach Alfieri -. Ce la saremmo anche meritata. Bravi loro a sfruttare l’ultima occasione. Da parte nostra, abbiamo reagito bene all’infortunio di Grillini (per la guardia giallonera lussazione al gomito, ndr). Siamo arrivati anche a toccare i 9 punti di vantaggio, poi è stato il far west. San Miniato è stato molto, forse troppo aggressivo, noi abbiamo perso di lucidità e ci siamo fatti rimontare. Poi, nel finale, sono stati decisivi i liberi di Meucci e noi non siamo riusciti a trovare la via del canestro. Questa partita, però, nonostante il risultato beffardo, ci dà comunque la consapevolezza di potercela giocare alla pari nel ritorno».

Sabato prossimo, ancora una trasferta per la Virtus, impegnata in Friuli Venezia Giulia contro il Corno di Rosazzo. Si preannuncia un’altra battaglia.

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author