Serie C gir.D: Salus Bologna, presentato Alex Percan

Ha esordito sabato trascinando la Madel con i suoi 24 punti a sfiorare un’impresa che solamente per due canestri non è riuscita a concretizzarsi, sul campo della seconda forza del campionato: Alex Percan, neo acquisto di origine croata, che nonostante la giovane età (classe 1992) vanta già numerose esperienze senior.

L’operazione condotta dal presidente Arletti e dal DS Belletti ha portato dalle parti di via dell’Arcoveggio il primo straniero della storia della Salus, che si presenta come un colpo di mercato decisamente prestigioso per la DNC.

Nato a Pola in Croazia, alto 193 cm, classe 1992, esterno dalle grandi qualità capace di rivestire più ruoli, Alex è stato un talento europeo a livello giovanile (con a Nazionale croata under 16 e under 18, ha disputato gli europei in Lituania nel 2010) e ha già alle spalle un’esperienza di due anni nel nostro Paese: dal 2009 al 2011 ha infatti militato nel Crabs Rimini in LegaDue, con una stagione in prestito in C Regionale per via di problemi burocratici (legati alla sua formazione non italiana) che non gli hanno permesso di giocare in prima squadra. In C, nonostante la giovane età (nemmeno 19enne), ha ben figurato con quasi 18 punti a gara e il 35% da tre.

Dopo l’esperienza romagnola, Percan è ripartito dalla Bundesliga austriaca con l’Arkadia Traiskirchen (6.6 punti a partita in 15 minuti), per poi tornare a casa in Croazia, nello Stoja Pula in A2, in cui ha giocato da grande protagonista negli ultimi due anni, viaggiando a 18 punti e oltre 6 assist di media, tra i migliori giocatori dell’intera Lega.

Alex, che parla perfettamente italiano anche per via di una discendenza veneta, ha voluto tornare nel nostro Paese scegliendo Ostuni prima e la Salus poi.

Commenta
(Visited 12 times, 1 visits today)

About The Author