Serie C gir. E: Virtus Siena, Carlo Piperno è il nuovo responsabile del settore giovanile

E’ Carlo Piperno il nuovo responsabile tecnico del settore giovanile rossoblù. Il coach senese, colonna portante della Virtus da oltre 20 anni, succede a Umberto Vezzosi che lascia la società dopo 16 anni di grandissimi risultati. Piperno assume così il ruolo del suo predecessore e dalla prossima stagione sportiva 2015/16 coordinerà un settore che negli ultimi anni ha dato tante soddisfazioni alla società. Carlo Piperno è un allenatore dal DNA rossoblù. La sua prima esperienza in Piazzetta Don Perucatti risale alla stagione 1986/87, con il ruolo di assistente di Morrocchi in serie D. Dopo una pausa di 2 anni, torna alla Virtus nel 1989/90 allenando 2 squadre giovanili. Segue una breve parentesi alla Mens-Sana nei primi anni ’90, fino al ritorno in rossoblù nel 1993, dove si ferma definitivamente nella società che lo ha lanciato. Il suo curriculum è di tutto rispetto. Nel 1995 con la squadra Cadetti (1978/79) ottiene la prima storica qualificazione della Virtus ad una finale nazionale. Finali che arrivano anche nel 2004, con gli Under 14 rossoblù che si piazzano al quarto posto in Italia. Nel 2005 con la squadra Under 16 arriva fino ai quarti di finale, stesso risultato ottenuto nel 2007 con la formazione Under 14. Nel 2011, invece, ottiene il titolo regionale con la compagine Under 14 (all’epoca il campionato under 14 non prevedeva finali nazionali, ma un epilogo a livello regionale). Carlo Piperno, oltre al settore giovanile, negli anni è stato impegnato anche con la prima squadra. Per 4 stagioni, dal 2006 al 2010, ha ricoperto il ruolo di assistente di Salieri prima e di Billeri successivamente, sfiorando la promozione in Legadue nella finale persa a Latina. La società rossoblù esprime grande soddisfazione per la nomina di Piperno a responsabile del settore giovanile, augurando buon lavoro al coach senese ed a tutti i suoi collaboratori.

Carlo Piperno:

«E’ un onore ed un piacere assumere questo ruolo in una società che per me è una seconda famiglia. Ringrazio tutta la società ed il consiglio per la grande opportunità e faccio un sincero in bocca al lupo a Umberto Vezzosi, al quale sono onorato di succedere. I tempi sono cambiati e l’obiettivo primario deve essere quello di far innamorare ancora di più le persone di questa società, facendola sentire casa propria a tutti coloro che la frequentano. Da qui dobbiamo ripartire per coinvolgere ragazzi, famiglie e dirigenti creando le giuste situazioni. Vogliamo anche proseguire e ampliare le collaborazioni con le società dei dintorni, lavorando in modo importante sui nostri ragazzi mettendoli al centro del progetto. Proprio per questo motivo, abbiamo già cominciato a muoverci in vista della prossima stagione per mettere a posto prima dell’estate tutte le squadre con i rispettivi allenatori. In quest’ottica, come la Virtus ha sempre fatto negli ultimi anni, vogliamo continuare il lavoro di formazione dei giovani allenatori, creando delle sinergie tra i vari gruppi. Deve esserci un filo conduttore che leghi tutto l’ambiente, partendo dal minibasket, passando per il settore giovanile, fino ad arrivare alla prima squadra, con un programma logico ed univoco per tutti ».

Commenta
(Visited 129 times, 1 visits today)

About The Author