Serie C gir.F: Pescara si spegne dopo un buon avvio, il 9° posto è di Valdiceppo

In un vero e proprio spareggio per agguantare il nono posto finale in classifica, la Pescara Basket cade sul parquet di Valdiceppo per 76-63, nell’ultima trasferta in programma per questo campionato di Serie C Nazionale.
Coach Merletti, ancora privo di De Luca e Di Giandomenico, parte in quintetto base con Di Marcello, Febo, Pira e Adonide assieme al giovane Vizioli, mentre la Sicoma padrona di casa inizia la sfida con Casuscelli, Orlandi, Meccoli Matejka, Patani e Serino. Sono gli ospiti a partire con maggiore intensità, portandosi sul 3-8 dopo quattro minuti con altrettanti giocatori già a segno. La Sicoma reagisce con una tripla di Anastasi appena entrato, ma i biancazzurri sono più reattivi sotto i tabelloni (7 rimbalzi offensivi nel solo primo quarto) restando avanti nel punteggio grazie a Stilla e Pira. Una tripla di Febo vale il +5 ospite con due minuti da giocare nella prima frazione, e dalla lunetta Di Marcello e Stilla perfezionano il vantaggio esterno alla prima sirena sul 15-21.
Il secondo quarto inizia con un mini-break locale di 4-0 firmato da Meccoli Matejka e Patani, al quale rispondono ancora Stilla e Febo, che producono il massimo vantaggio ospite sul 21-28. Meccoli Matejka realizza dall’arco ma è ancora il top-scorer biancazzurro a trovare il canestro dai 6.75, grazie alla buona circolazione di palla in attacco. Due triple di Melchiorri e Casuscelli azzerano però quasi completamente il gap costruito dagli ospiti, e proprio quest’ultimo sempre dalla lunga distanza infila il sorpasso umbro sul 33-31. Pescara è letteramente paralizzata in attacco, rimanendo a secco di punti per gli ultimi cinque minuti del quarto: i padroni di casa ne approfittano, e con Pozzobon, Patani ed ancora Casuscelli sigillano il 15-0 di parziale che chiude il primo tempo sul 39-31, spostando decisamente l’inerzia della contesa in favore di Valdiceppo.
Al rientro dagli spogliatoi, a Pescara non riesce il cambio di marcia: pur se in difesa Adonide e compagni riescono a contenere in maniera più efficace i diretti avversari, la carestia offensiva prosegue per altri quattro minuti, prima che Di Marcello schiodi finalmente quota 31 punti con una tripla, riportando i suoi sul -9. Il quinto fallo di Adonide e le due bombe scoccate in rapida successione da Meccoli Matejka e Melchiorri aggravano la situazione in casa ospite, con i punti da recuperare che diventano 17. Nel momento più difficile, è Di Giorgio che prova a scuotere i suoi con un paio di triple, che sommate al 2/2 in lunetta di Pira riportano gli uomini di coach Merletti in linea di galleggiamento sul -10. Ancora dall’arco però Anastasi timbra il 56-43 di fine terzo quarto, concretizzando l’ottima vena balistica della Sicoma.
L’ultimo parziale inizia con Stilla che prova a riavvicinare i suoi (sei punti in quattro minuti), ma i canestri del solito Anastasi consentono alla formazione locale di mantenere la doppia cifra di margine. A Serino risponde Di Giorgio su palla recuperata, e con un gioco da tre punti di Di Marcello i biancazzurri tornano sul -9 a 4:30 dal termine. Valdiceppo è meno incisiva in attacco rispetto ai due quarti precedenti, e gli ospiti provano a rientrare in partita con i canestri del baby D’Eustachio ed il 2+1 di Stilla, che riporta il quintetto adriatico sul -6 con due minuti da giocare. Sul possesso seguente, Meccoli Matejka è lesto a catturare il rimbalzo offensivo convertendo con precisione dalla lunetta, e sempre a cronometro fermo Patani e Casuscelli allargano il distacco fino al 76-63 con cui si chiude la gara.
I due punti vanno dunque alla formazione umbra, che si aggiudica aritmeticamente il nono posto in graduatoria, mentre Pescara rimpiange soprattutto il lungo black-out tra secondo e terzo quarto (due soli punti in 13 minuti e parziale complessivo di 27-3) che ha drasticamente complicato la gara di Febo e soci. Tra le note liete senza dubbio il tanto spazio concesso ai giovanissimi del 1999, con D’Eustachio, Vizioli e Boscherini protagonisti di una buona prestazione, utile soprattutto per accumulare preziosa esperienza sul parquet. Già sicura del decimo posto finale in classifica, la squadra di coach Merletti si prepara a ricevere Falconara nell’ultimo impegno della stagione, in cui l’obiettivo è quello di salutare al meglio il proprio pubblico, e chiudere una positiva stagione d’esordio in C Nazionale.
SICOMA VALDICEPPO-PESCARA BASKET 76-63 (15-21; 39-31; 56-43)
VALDICEPPO: Casuscelli 12, Domenis, Anastasi 13, Orlandi 2, Patani 13, Melchiorri 8, Meccoli Matejka 19, Serino 2, Pozzobon 6, Giovagnoli 1. Coach: Mattioli.
PESCARA: Di Marcello 13, D’Eustachio 2, Boscherini, Ferri, Febo 11, Vizioli 2, Di Giorgio 10, Stilla 17, Adonide, Pira 8. Coach: Merletti.
Commenta
(Visited 11 times, 1 visits today)

About The Author