Serie C gir.F: Salus sconfitta in gara-1 playoff dalla Ghepard

MISTER AUTO BOLOGNA – MADEL BOLOGNA

63-54

(11-12; 32-23; 46-36)

MISTER AUTO BOLOGNA: Sandrolini 3, Riguzzi 6, Verdi, Nieri 11, Beccaletto 5, Tapia 5, Tullio 7, Beccari 9, Botteghi 11, Martelli 6 All.re: Rossi


MADEL BOLOGNA: Bonetti 3, Venturi 4, Nucci 10, Zuccheri, Percan 10, Granata 4, Pellacani 5, Savio 5, Saccà 1, Albertini 12 All.re: Giuliani

Tanta intensità sulle assi di un parquet ben noto ai ragazzi di Giuliani ma che per una volta è vissuto come campo esterno al cospetto di un pubblico da tutto esaurito. Alla fine sono i ragazzi di Pigi Rossi e a prevalere al termine di una gara non certo bella a vedersi ma giocata con grande agonismo da entrambe le squadre. Pronti via e le difese sembra che possano avere la meglio in una serata che grida decisamente a chiare lettere la paura di entrambe di perdere uno degli ultimi vagoni utili per la permanenza in DNC. Dopo un quarto terminato con un punteggio decisamente esiguo e con la Madel che mette la freccia con canestro di Savio sulla sirena, la partita sull’avvio della seconda frazione inizia a incanalarsi in direzione giallo nera con l’ex Tapia che sigla il canestro dall’angolo del temporaneo +4 e gli esterni locali che completano l’opera di demolizione Madel segnando indifferentemente nel cuore dell’area o prendendosi canestri in transizione, mentre dal lato opposto la fatica con la quale gli ospiti cercano la via del canestro è emblematicamente suggellata dalla difficoltà con la quale per una volta Percan non riesce a liberarsi agevolmente della difesa aggressiva ordita dagli avversari. Nel secondo tempo la Madel tenta la carta della difesa allungata cercando di creare qualche problema ai portatori di palla di casa, i locali riescono a trovare però l’antidoto arrivando sino al più 13 di metà terza frazione. Sull’avvio dell’ultimo quarto per la Madel, sempre concentrata in difesa, inizia a segnare con una certa regolarità Nucci sia dalla media che dalla lunga distanza. L’esterno ospite cerca con l’aiuto dei compagni e di Albertini in particolare, di rimettere in gara una squadra che prosegue però a litigare con il canestro: sulle ultime curve e sul +6 per la Mister Auto (57 a 51) la Madel avrebbe una delle ultime possibilità per tentare di completare l’aggancio, ma Riguzzi è sin troppo freddo dall’arco dei tre punti e per la Madel è già ora di pensare alla gara di giovedì 14.

Commenta
(Visited 8 times, 1 visits today)

About The Author