Serie C gir.H: Cesarano Scafati Basket, trionfo nel derby contro Sarno

Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare: la Cesarano c’è con cuore, grinta e attributi. Il derby è suo dopo quaranta minuti di vibranti emozioni. Si batte la Gustarosso Sarno di 10, 89-79 il risultato finale e si riagguanta il secondo posto a quota 38 punti, portandosi in dote un doppio vantaggio in virtù degli scontri diretti, proprio con la Gustarosso Sarno in un eventuale arrivo a pari merito.

La classifica adesso ci dice che San Severo comanda con 40 punti, anche dopo lo scivolone casalingo contro Cerignola, al secondo posto a quota 38 punti ci sono tre squadre, oltra alle già citate Scafati e Sarno, anche la Juve Trani di Corvino che si impone sul non facile parquet di Bernalda ( 71-82 ndr. ).

Terza a quota 34 punti la Nuova Pall. Nardò.

Partita decisamente vibrante si diceva vinta dal cuore di una Cesarano mai doma trascinata dai 21 punti in 26’ di utilizzo di un Fabio Di Napoli d’annata. La sua partita totale la si spiega anche dai 5 rimbalzi e 10 assist smistati ai compagni.

Diciannove sono i punti per Carrichiello, 24 per un Parlato dominatore d’aria con 8 carambole raccolte, 14 punti e tanta esperienza nei momenti chiave per Francesco ‘Ciccio’ Forino in 30’ di utilizzo, più barbuto del solito per l’occasione.

Sotto tono lo yankee giallo blu, Malachi Leonard, che chiude con soli 6 punti all’attivo e 7 rimbalzi in poco meno di 17 ‘ di impiego sul parquet.

Sarno perde la contesa poiché oltre a tre uomini in doppia cifra c’è il nulla statisticamente parlando: Ferrara opaco in quasi 40’ di utilizzo: 8 punti e 5 palle perse, così come l’ex di turno Guadagnola, ben arginato dalla difesa scafatese.

Robinson fa gli straordinari, doppia doppia mostruosa da 31 punti e 15 rimbalzi per un 29 di valutazione.

Positivo Auriemma con 13 punti, 9 rimbalzi in 23’ minuti con il 57 % dal campo così come Moccia con 14 punti. Male De Falco, 0 punti in 16’.

Raggiante Fabio Di Napoli: “Che partita!!! Una grande prestazione di squadra, una partita molto dura sul piano fisico, ce ne siamo date di santa ragione. Siamo stati sempre al comando della partita tranne che nel tratto finale, loro ne hanno approfittato recuperando i nostro vantaggio…ma alla fine ,nonostante un’enorme stanchezza, siamo riusciti ad essere lucidi a prenderci una meritatissima vittoria.

Devo fare un grande elogio ai miei compagni di squadra, ne sono veramente orgoglioso, non provavo la sensazione di “vero gruppo” da molto tempo”.

Molto meno enfatico ma non meno entusiasta il commento di coach Iovino.
“Era una partita per noi fondamentale” – afferma il coach giallo blu – “Eravamo ben consapevoli dell’importanza della gara e della difficoltà della stessa. Non solo era un derby, ma ci giocavamo uno scontro diretto per l’accesso alle prime tre posizioni che valgono i play-off. Le motivazioni non mancavano di certo e siamo stati bravi a trasferirle in maniera positiva sul parquet di gioco. Abbiamo fatto, secondo me, 3 buoni quarti ed infatti siamo riusciti ad arrivare anche sul +18. L’ultimo quarto ci siamo un po’ rilassati e quando giochi con squadre forti come Sarno appena abbassi l’intensità vieni punito. Abbiamo rischiato dissipando tutto il vantaggio e tornando in parità a 3 minuti dalla fine ma poi la freddezza di alcuni nostri giocatori ha fatto la differenza. Ci prendiamo quanto di buono viene da questa vittoria ma analizzeremo certamente anche l’ultimo quarto per fare in modo di gestire meglio i vantaggi nelle prossime gare. E’ stato bello giocare in un palazzetto con tantissima gente: anche questo può essere un risultato per noi positivo perché significa che strada facendo sempre più persone si stanno appassionando a questa squadra.

Adesso non bisogna calare la concentrazione ed affrontare le prossime tre gare con la stessa cattiveria ed intensità messa in campo sabato. Vogliamo assolutamente una delle prime tre posizioni per giocarci poi la possibilità di promozione in serie B.”

Ora niente cali di concentrazione, prossimo appuntamento la trasferta di Napoli contro la Partenope, domenica 29 marzo 2015.

Commenta
(Visited 8 times, 1 visits today)

About The Author