Serie C gir.H: impresa Agropoli, espugnata Trani. Scafati batte la capolista

Cambia l’assetto della classifica del girone H del campionato di serie C nazionale dopo la settima giornata di ritorno. In vetta resta in completa solitudine l’Allianz San Severo, ma il suo vantaggio sulle inseguitrici si riduce a due sole lunghezze. Nell’ultimo turno, infatti, i pugliesi sono stati sconfitti 81-77 al PalaMangano dalla Cesarano Scafati. Lo scarto finale, in favore dei salernitani, poteva essere ben più cospicuo, anzi poteva essere ribaltato il passivo dell’andata, se solo Parlato avesse avuto i nervi freddi quando si è fatto espellere per proteste, a pochi minuti dal termine, con la sua squadra avanti di 16 punti. L’episodio ha invece condizionato il risultato ed il rendimento dei suoi compagni che, pur senza soffrire oltremodo, sono riusciti a condurre a malapena in porto il risultato, grazie alle prove sugli scudi di Forino (11), Di Napoli (14), Malachi (10), Carrichiello (27) ed Esposito (10). Grazie ai due punti in palio, i gialloblù si avvicinano alla vetta, ma restano a pari merito con il Gustarosso Sarno, che si è imposto con autorevolezza sulla Banca Monte Pruno Potenza, superata 81-57. La sfida è stata praticamente a senso unico, con Guadagnola (16), Ferrara (11), Moccia (18), Auriemma (16) e Robinson (16) a fare la gara, senza far pesare l’assenza dell’infortunato Di Capua, tenendo in pugno il match per tutta la sua durata e costringendo alla resa il fanalino di coda del girone.

Non è riuscita, invece, a tenere il passo delle due formazioni dell’Agro la Lotti Trani, sconfitta a domicilio 63-66 dal Cilento Agropoli. Gli uomini di coach Lepre, trascinati da Tredici(19) e Visnijc (17), si sono confermati in gran forma (quinto posto solitario in classifica) ed hanno conquistato il più autorevole e prestigioso risultato della giornata, realizzando una piccola impresa, grazie all’ottimo approccio avuto con l’incontro, che ha permesso loro di guadagnare un vantaggio importante, poi sapientemente gestito fino alla sirena.

Alle spalle dei cilentani, tiene botta il Nature Nardò, che ha fatto un solo boccone (88-75) del Magic Team Banevento (ottavo), al quale non sono bastati i canestri di Trionfo (26), Pignaolosa (14) e Norcino (10).

E’ andata decisamente meglio al G. M. A. Pozzuoli (nono), che ha sfruttato al meglio il turno casalingo per surclassare 86-61 una Cestistica Ostuni, sempre più in caduta libera, punita dai centri di Orefice (29), Luongo (12), Bastoni (12) e Innocente (11).

Mentre la Megaride Napoli (terzultima) si è fatta nuovamente superare sul campo del Castellano UDAS Cerignola (83-70), nonostante i 18 punti di Angelino e Marra, i cugini della Partenope Napoli, trascinati dai soliti Filippi (23) e Suriano (18), sono riusciti ad imporsi 70-64 sulla T&T Stabia, raggiungendo il decimo posto e lasciando invece all’ultimo gli avversari, che, nonostante l’ardore agonistico e la buona prova di Mascolo (23) e Del Sorbo (13), sono stati costretti alla resa.

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author