Serie C gir.H: Virtus Pozzuoli, il commento di coach Serpico dopo la vittoria su Scafati

Felicità, gioia, emozione. Sono le sensazioni evidenti sui volti dei componenti della Gma Virtus Pozzuoli dopo aver completato la stesura di una nuova bella pagina di questa regular season. Nel basket sono possibili solo due risultati, ma vincere contro la capolista che, inoltre, era in serie positiva da ben 8 turni è qualcosa in più di un semplice successo. “Una soddisfazione enorme – esclama coach Mauro Serpico – Le motivazioni erano elevate per i diversi motivi enunciati alla vigilia. Le abbiamo incanalate sul binario giusto per conquistare la posta in palio riuscendo anche a ribaltare il –3 rimediato nella partita d’andata. Ora siamo ad 8 affermazioni su 9 incontri nel girone di ritorno. Siamo una mina vagante che proverà sino al termine a riscattare le sconfitte subite nella prima parte del campionato”. A Scafati era maturato un 83–80 con possesso finale sprecato sul –2. Domenica, al PalaErrico sul 69–68 a 40” dalla sirena Orsini è stato glaciale infilando un’altra tripla (5/7 dall’arco) della sua straordinaria serata (25 punti con 4/5 da 2, 5 recuperi, 2 assist, 2 rimbalzi, 2 falli subiti). “Quando ha la mano particolarmente calda fa male – sottolinea – Lo ha dimostrato anche nella passata stagione risultando determinante in diverse gare. Il suo apporto è stato importante così come quello di Luongo che è stato strepitoso in difesa (spesso in marcatura su Malachi), ma tutti i ragazzi hanno sfoderato una prestazione significativa, notevole”. Nessuno s’è tirato indietro in un confronto in cui bisognava sopperire ai pochi minuti possibili per Innocente che ha avuto un piccolo infortunio nell’ultimo allenamento. Ha stretto i denti, soffrendo come gli altri. E’ stata una gara in cui i flegrei hanno condotto spesso nel punteggio nei primi 30’, poi, nella frazione conclusiva i salernitani sembravano avere qualcosa in più (53–58 al 31°, 69–60 al 33°, 61–63 al 37°). Nel finale la nuova e decisiva svolta. “Una vittoria costruita in entrambe le fasi di gioco – spiega il tecnico – In difesa siamo stati bravi a contenere Malachi, in attacco nel costruire tiri puliti da fuori. Gli avversari chiudono bene l’area e noi, facendo circolare la palla nella maniera giusta, abbiamo creato varchi importanti all’esterno”. Da quelle posizioni hanno colpito diversi cestisti. Sulla sirena, sul referto comparivano i nomi di 7 giocatori sugli 8 impiegati. E’ un ulteriore segno che il gruppo è la forza della Gma Virtus Pozzuoli.

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author