Serie C Gold Puglia - Bricis non basta, Taranto non sfata il tabù trasferta

9ª giornata Serie C Gold: dopo una partita equilibrata Taranto cede nell’ultimo quarto. Non bastano i 20 punti di un acciaccato Bricis in doppia cifra con Salerno, Dusels e Longobardi

Non si inverte il trend negativo in trasferta per il Cus Jonico Basket Taranto. Anche sul parquet della Libertas Altamura a festeggiare è la squadra di casa nella nona giornata del campionato di serie C Gold. Stavolta a condannare i rossoblu un imperdonabile passaggio a vuoto nell’ultimo quarto, uno 0-15 subito dopo la tripla di Salerno che aveva portato il Cus sul +4. Ancora una volta la luce si è spenta sul più bello vanificando quanto di buono fatto prima con Salerno, Longobardi, Dusels e un acciaccato Bricis in doppia cifra. Dall’altra parte a fare la voce grossa Vigor 22 punti ma anche Dondur e Castoro.

Coach Olive lascia inizialmente in panchina un non al meglio Bricis promuovendo in quintetto Salerno con Di Diomede, Dusels, Longobardi e Grosso. Coach Cotrufo risponde con Clemente, Castoro, Vigor, Donudr e Lasorte.

All’inizio si scrive Altamura-Taranto, si legge Vigor vs Dusels: 7 punti in avvio per l’australiano, 6 per il lettone. Poi il piazzato di Salerno per il 7-10. Ancora Vigor e Dondur la ribaltano 11-10. L’altalena nel punteggio continua fino al 13-14 quando, in finale di quarto Altamura piazza un break di 12-4 con Pace e Clemente protagonisti del 25-18 finale.

Longobardi apre la rimonta cussina del secondo quarto. C’è in campo anche Bricis e si vede subito. Il lettone segna due canestri di fila per il -1. Poi ancora Longobardi dalla lunetta restituisce il parziale 2-12 e firma il sorpasso rossoblu, 27-30. Ancora Bricis per il +5 ospite ma Vigor non ci sta e quasi da solo rimette davanti i suoi, 36-34. Prima dell’intervallo Dondur e Dusels per il 38-38 che rimette tutti in parità all’intervallo.

Pochi tiri da tre finora, Castoro e Bricis invertono il trend in avvio di terzo quarto. I liberti di Dusels e Salerno rimettono davanti Taranto, il 2+1 di Bricis allunga a +5 ma Castoro e Lasorte tengono in scia Altamura che anzi opera l’ennesimo sorpasso con la tripla di Castoro del 52-50. Il Cus si affida sempre al duo lettone ed è controsorpasso 52-54, di Dondur il nuovo pari a 54. Cambia il punteggio ma non la sostanza nel finale di quarto con la tripla di Salerno che segna il 60-60 e rimanda tutto all’ultimo quarto.

Il Cus attacca il canestro sin da subito, porta a casa liberi buoni in bonus. Bricis e Salerno per il +4, poi la tripla di Salerno per il 63-67. Ma la Libertas non molla, con Giordano e Vigor resta incollata a -1 e con Dondur arriva anche il vantaggio, 68-67 a 5’ dalla fine. Taranto invece si inceppa e subisce il canestro più fallo più liberi di Lasorte e la tripla di Vigor per un break di 11-0 pesante a questo punto del match che la caccia a -7. Non serve il time out di coach Olive, il Cus perde due sanguinose palle in attacco e viene punito da Clemente e Vigor per il 78-67 con 15-0 di parziale. Longobardi interrompe il black out dalla lunetta ma è oramai troppo tardi per rientrare in partita.

Non resta che tornare ancora una volta a casa a mani vuote aspettando domenica prossima e l’abbraccio del Palafiom contro la Cestistica Ostuni.

 

FONTE: Ufficio Stampa Cus Jonico Taranto

Commenta
(Visited 23 times, 1 visits today)

About The Author

Martino Ruggiero Nato a Taranto, trasferito a Roma tre anni fa per inseguire il mio sogno e per studiare Giurisprudenza, 21 anni. Seguo qualsiasi sport da quando sono nato. Per la pallacanestro ho fatto il giocatore, l'allenatore e il telecronista ma i tasti più consumati del mio telecomando sono quelli che mi portano al calcio. Amante delle storie sportive, da raccontare, da leggere e da ascoltare. Appassionato di viaggi, non conosco un stato d'animo diverso dall'ottimismo.