Ostuni supera l'esame Monopoli

Trasferta insidiosa quella della Cestistica Ostuni in quel di Monopoli contro la seconda della classe che sicuramente sino alla fine della regolar season cercherà di contendere alla Lupa Lecce il primo posto in classifica. La formazione di coach Ambrico è rimasta quasi invariata rispetto alla gara di andata quando l’Ostuni al PalaGentile si impose con venti punti di scarto ( 79 – 59 ) giocando sicuramente una delle più belle ed esaltanti gare dei gialloblù sino ad ora. La formazione monopolitana per puntare al salto di categoria è intervenuta ancora sul mercato acquistando il centro Davide Varrone, un classe 91’ di 210 cm con esperienze in serie B che la dice lunga su questo acquisto. Una trasferta complicata per Teofilo e compagni, un importante banco di prova in questa fase della stagione, ed il verdetto del rettangolo di gioco dirà quale ruolo Ostuni potrà recitare tra le pretendenti al salto di categoria. Ad inizio gara Monopoli cerca di imporre il proprio gioco e a scappare e dopo 5’ minuti di gioco sono avanti di 8 lunghezze ( 16 – 8 ) ma Ostuni non ci sta, i gialloblù sono scesi sul rettangolo del “Melvin Jones” con l’intenzione di far sudare le proverbiali sette camice a Torresi e compagni e con Latella rientrato a pieno regime, Manchisi e Teofilo inizia a fare la voce grossa recuperando nel punteggio, accendendo la freccia e portandosi avanti nel punteggio piazzando un break di 8 – 21 andando a chiudere il primo mini periodo su 24 – 29. Monopoli perdeva di lucidità in fase difensiva dimostrandosi incapace di reggere l’urto della fase offensiva degli ospiti, giungendo al riposo lungo sul punteggio di 44 – 52 per i viaggianti con un – 8 e con 52 punti incassati in 20’ minuti di gara, nonostante giunga sulla sirena la tripla di Paparella che cerca di riaccendere l’entusiasmo tra le fila dei monopolitani.

Alla ripresa dopo il riposo lungo, Monopoli cerca di difendere con maggiore intensità, ma Ostuni si dimostra aggressivo e grintoso con una grande intensità difensiva e due triple di Manchisi e una di Latella ( saranno 27 i punti messi a referto ) i gialloblù vanno sul + 16 ( 49 – 65 ). Monopoli accusa il colpo con coach Ambrico che cerca di scuotere i propri ragazzi nel tentativo di una possibile rimonta mandando sul rettangolo di gioco anche l’ultimo arrivato Varrone malgrado la condizione fisica approssimativa del genovese ( lo scorso anno erano sotto di 20 a fine gara e vinsero la partita con una imprevedibile rimonta ) ma Caloia e compagni concedono poco ai padroni di casa controllando agevolmente la partita. Negli ultimi dieci minuti di gara Monopoli con Torresi e Bosnjak cercano di lottare su ogni pallone e si riavvicinano portandosi a – 9 dai viaggianti, ma prontamente Kadzevicius dalla lunga distanza riporta Ostuni sul + 13 spezzando le gambe ai padroni di casa vanificando un eventuale loro recupero. Ostuni non perde mai il controllo della gara, ma soprattutto non perde contatti con il canestro chiudendo con una stupenda vittoria facendo esplodere di gioia il settore ospiti mettendo così in cantiere la quinta vittoria consecutiva, portandosi a soli due punti dal secondo posto occupato proprio dalla formazione di coach Ambrico. Monopoli nelle ultime tre gare della regular season che rimangono dovrà lottare per mantenere la sua posizione di classifica avendo anche un pesante 0 – 2 nei confronti dei gialloblù. Ostuni con due gare casalinghe ( Ruvo e Lupa Lecce ) ed una esterna ( Francavilla Fontana ) sicuramente cercherà di conquistare la seconda posizione e con la vittoria di Monopoli ha lanciato un chiaro segnale al campionato.

Domenico Moro

Commenta
(Visited 31 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.