Successo per la Vigor Matelica contro il Campetto Ancona

Il Campetto scivola proprio nel finale e capitola per 60-68 contro la Vigor Matelica. I ragazzi di Fish incappano così nella prima sconfitta stagionale ma lo scarto finale non deve trarre in inganno. È stata una partita avvincente ricca di emozioni, con le tigri bianconere che si sono dimostrate caparbie, combattive e capaci di rimontare in due frangenti e di rimettere in piedi una partita che sembrava subito difficilissima dopo il primo quarto.

Rimane l’ amaro in bocca per l’epilogo finale ma non bisogna fasciarsi la testa. Bisogna mettersi alle spalle questo stop e pensare subito alla prossima sfida. Dicevamo di un match avvincente e lo si è visto fin dalle prime battute con ritmi alti senza un attimo di respiro e con capovolgimenti di fronte da una parte e dall’altra. Le tigri bianconere tengono botta fino a metà parziale quando Matelica, grazie ad un ispirato Romano, piazza un break di 1-10 che annichilisce il Campetto. Fish chiama time out per riordinare le idee e le tigri bianconere ci mettono l’anima per cercare di recuperare lo svantaggio. Tuttavia qualche imprecisione di troppo non permette di raggiungere l’intento e si chiude il primo quarto sul 10-24, con qualche chiamata arbitrale dubbia nel finale. Ad inizio di seconda frazione il Campetto parte con il piglio giusto e torna sul 26-19, chiudendo le maglie in difesa e concedendo poco o nulla agli avversari. Con molta pazienza le tigri bianconere iniziano ad colpire il castello difensivo biancorosso arrivando sul 26-23 a 4’dal termine.  In un crescendo rossiniano il Campetto mette le freccia e sorpassa gli ospiti con il libero di Principi (29-28), tuttavia la compagine di coach Tassinari ha un sussulto finale e chiude di poco avanti sul 30-31. Pronti via e in avvio di terzo quarto i vigorini approfittano dell’avvio soft dei ragazzi di “Fish” e scappano nuovamente sul 36-44 ma ancora una volta le tigri bianconere reagiscono alla grande e Principi impatta sul 48-48 ad un minuto dalla fine. Negli ultimi 20”Vissani fa dalla lunetta 1\2 mentre Baldoni, all’ultimo secondo, si inventa un canestro quasi impossibile e fissa il punteggio sul 50-49.

Ultimo quarto in cui si segna poco e si gioca molto sui nervi. Le due squadre iniziano ad accusare la fatica ed il match rimane in equilibrio sostanziale prima che gli ospiti trovino due canestri pesantissimi che portano Matelica sul 58-62 ad un 1 minuto e 30  dal termine. Nel finale la compagine di coach Tassinari riesce ad incrementare il vantaggio e chiude sul 60-68.

“Dispiace per questo epilogo amaro – commenta a fine gara coach Alessandro Del Pesce – Sicuramente abbiamo pagato l’inizio pessimo, che ci ha richiesto un grosso sforzo sia fisico che mentale per rimettere in piedi la gara. Nel secondo e nella metà del terzo quarto mi è piaciuta invece la reazione dei miei che sono riusciti sempre a tornare in partita. Ad inizio dell’ultimo quarto, quando potevamo far girare l’inerzia del match a nostro favore, alcuni errori nostri e alcune chiamate arbitrali molto discutibili non ci hanno permesso di chiudere la sfida e siamo rimasti per tutto il tempo agganciati con Matelica. Inoltre mi sono ritrovato con le rotazioni ridotte a causa dell’ infortunio di Ciarallo ed è sicuramente subentrata un pò di stanchezza.

Sinceramente non mi è piaciuto troppo il metro arbitrale del finale, visto che a mio avviso siamo stati penalizzati. Comunque onore a Matelica che ha vinto giocando del buon basket rimanendo lucida nei momenti topici della gara”.

CAMPETTO ANCONA – VIGOR MATELICA 60-68 (10-24; 20-17; 20-18; 10-19)

CAMPETTO ANCONA: Biasco ne, Strappato, Ruini, Bartolucci 7, Novelli 3, Baldoni 17, David, Carsetti ne, Redolf 18, Cuccoli, Ciarallo 7, Principi 8 All. Del Pesce

VIGOR MATELICA: Rossi 7, Pecchia J 2, Pecchia L, Vissani 10, Braccini ne, Leonzio 14,

Cintioli ne, Lacchè, Antonini, Busto Verano 13, Romano 22 All. Tassinari

Arbitri: Paciaroni Moreno di Ancona e Notarangelo Marco di Fano (PU).

 

Commenta
(Visited 39 times, 1 visits today)

About The Author