Serie D Campania, il riassunto della settima giornata

Una giornata ricca di emozioni e partite combattute fino al fotofinish, quella che ha offerto la settima giornata del campionato regionale di serie D campana. Torre del Greco e Roccarainola mantengono la vetta nel girone A, faticando non poco sui campi di San Giorgio e Barra. Nel girone B Senise fa sette su sette e mantiene saldamente il primo posto solitario.

Girone A

Torre del Greco espugna il PalaVeliero in un match molto più delicato del previsto contro un Athletic System che anche senza Scognamiglio, sfodera un’ottima prestazione riuscendo a strappare la vittoria sfuggita solo nel finale. Primo tempo quasi impeccabile dei padroni di casa che riescono a raggiungere anche il +12 sui torresi: ottima prova balistica al tiro per Pone e soci che chiudono il primo tempo sul +9. Reazione rabbiosa degli uomini di coach Esposito che riescono nel secondo tempo a raggiungere il vantaggio nel quarto periodo e a risolverla nel finale con un canestro di Romito che infligge una sconfitta bruciante all’Athletic System. Ottime prove per Albanese e Del Sorbo tra le fila degli ospiti, che chiudono entrambi in doppia cifra. Vittoria in extremis anche per Roccarainola che riesce ad espugnare Barra soltanto nei secondi finali. Match totalmente equilibrato in tutte le frazioni con Barra che ha risposto colpo su colpo ad ogni tentativo rocchese ed ha provato in qualche occasione anche a scappare nel punteggio. Rocca prova ad accelerare nel secondo quarto con un parziale di 7-0 che sembra intimorire gli avversari che però chiudono sotto di 4 all’intervallo. Rocca è imprecisa, Barra mette tanta energia e riesce a chiudere il terzo quarto addirittura sul +5 con un canestro da antologia di Costagliola. Nel finale però Auriemma e Incarnato (i migliori del match per gli ospiti) prendono per mano la squadra e la trascinano alla vittoria di sole due lunghezze, 57-59. Ischia ed Afragola rimangono ancorate al secondo posto con due vittorie importanti contro Scafati e Abatese. Alla “Sogliuzzo” è andata in scena la partita tra le due squadre forse più giovani e spregiudicate del campionato, in un match per lunghi tratti molto divertente. Nei primi due quarti equilibrio totale con gli isolani che non riescono a dare lo strappo decisivo e Scafati sempre a contatto. Nel secondo tempo però il trio delle meraviglie Russelli, D’Orta, Musella si mette a lavoro e stabilisce un gap che i salernitani non riusciranno più a rimontare vincendo 85-72. Afragola in scioltezza regola l’Abatese in un match senza storia dall’inizio con il primo quarto chiuso sul 33-17. Nel terzo quarto gli ospiti provano a reagire, ma Afragola è immensa e piazza nell’ultima frazione un parziale di 20-6 che non lascia spazio a nessun tipo di recupero ospite. Ottime prove per Celentano, Cortese e Regina. Negli ultimi due match del girone, entrambe le compagini di Caserta vincono e convincono. L’AICS si impone su Pozzuoli con il risultato di 86-56 in un match giocato alla perfezione e con 5 uomini in doppia cifra. L’ENSI vince a Piscinola e dopo il cambio di guida tecnica, avvenuta negli ultimi giorni, espugna un campo difficile grazie ad un fantastico terzo quarto di gioco. Rianna e Todero sugli scudi.

 

 

Girone B

Continua la favola della Pallacanestro Senise, unica squadra imbattuta della serie D regionale dopo le prime 7 giornate di campionato. A farne le spese questa volta il C.S. Secondigliano che esce con le ossa rotta dalla trasferta lucana. Primo quarto sprint dei padroni di casa che, dopo aver piazzato un parziale di 7-0, riescono a chiudere alla prima sirena sul 19-11. Nel secondo quarto arriva la spallata decisiva al match di Durante e Co. che con un parziale di 21-10, fanno capitolare i napoletani sul 40-21 alla’intervallo lungo. Nonostante gli ospiti provino ad aumentare il ritmo e a far salire l’agonismo in campo, la Pallacanestro Senise non si scompone e riesce a chiudere il match sul 78-52, infliggendo la sconfitta più pesante del campionato ai napoletani. Il Basket Koinè vince un’altra partita nei secondi finali e continua a mantenere il secondo posto. Il Cus Potenza parte meglio in avvio e nonostante i casertani ritrovino continuità di gioco dall’arco dei primi due quarti, riesce a chiudere in vantaggio sul 34-31 riuscendo a trovare un buon ritmo dalla distanza. Nel secondo tempo dopo un ping pong a livello di punteggio delle due formazioni, nel finale sale in cattedra D’orta che prima spara la bomba del 71-68 e subito dopo converte due tiri liberi che regalano il + 5 ai suoi. Inutile la tripla finale dei lucani a tempo praticamente scaduto. Mantiene il secondo posto anche la Corporelle Potenza che vince 81-72 sul Basket Succivo in piena crisi di risultato. Decidono la partita il primo e l’ultimo parziale che Potenza vince agevolmente, rendendo vani i due quarti di gioco vinti dai casertani. Ottima prova di Sroczynski, Lo Russo e Ginefra, tutti in doppia cifra. La Growatt Portici vince di nuovo dopo la vittoria larga contro Succivo e lo fa contro una Hippo Basket Salerno sempre più in crisi di risultato. Eppure i salernitani riescono ad offrire un bel gioco nella prima frazione e a chiudere addirittura sopra 11-16, poi blackout. Coach Cusitore riesce a colpire gli avversari nei punti deboli più importanti e con due quarti mortiferi (23-3 il secondo, 16-7 nel terzo), mette al tappeto gli ospiti. Finale 68-38, Growatt alle stelle, Hippo decisamente da rivedere. Negli altri due match Casavatore vince con Avellino e infila la seconda vittoria in campionato, mentre Pro Cangiani non sbaglia l’impegno in trasferta e regola Sant’Antimo 74-81.

 

Commenta
(Visited 135 times, 1 visits today)

About The Author

Matteo Del Basso Matteo Del Basso, Laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli studi di Salerno ed iscritto alla magistrale in Corporate and Communication dello stesso Ateneo, appassionato di sport ma soprattutto di pallacanestro. Collaboratore negli scorsi anni per NBA24 e attualmente per SalernoGranata.it.