Serie D Puglia: Action Now Monopoli, road to the final

Alla vigilia della serie di finale, abbiamo sentito il giovane coach Alessandro Lotesoriere, classe 1986, che nasce come allenatore in Action Now! ed ha lavorato una stagione qualche anno fa anche a Ceglie. Quest’anno Alessandro, che è Referente Tecnico Territoriale Settore Maschile per la FIP in Puglia, ha allenato a Mola in serie B, conseguendo un’agevole permanenza all’esordio nella categoria.

Alessandro, qualche anno fa sei stato una stagione a Ceglie in B, esordendo per qualche gara anche da capo allenatore. Che ricordi hai di quel periodo?

Molto belli, perché Ceglie è una piccola cittadina che ama il basket e vive di basket ed il Palazzetto inaugurato qualche anno fa è diventato punto di riferimento per l’intera comunità. In tutte le categorie i tifosi cegliesi sostengono la squadra, spingendola al massimo quando gioca bene e crea break e sostenendola ed aiutandola a rialzarsi nei passaggi a vuoto. La Nuova Pallacanestro Ceglie (io ero al Basket Ceglie) è una realtà che ricordo ambiziosa, con la quale proprio nell’anno in cui ho lavorato lì si iniziò a collaborare. E’ bello che a Ceglie adesso si sia tutti sotto la stessa bandiera, con la crescita dei giovani affidata alla società “Campioni di Domani” delle bandiere cegliesi Damiano Faggiano e Paulinho Motta.

Che atmosfera prevedi per domenica in gara #1 della finale con l’Action Now! Monopoli?

Immagino un palazzetto gremito in ogni ordine di posto già dal riscaldamento, e conoscendo l’ambiente so che in questa settimana staranno vivendo questa attesa con grande emozione. Su squadra ed allenatore, chi vive nel nostro ambiente conosce il vissuto di tanti di loro, e sappiamo che conoscono questo tipo di gare come se fosse il loro pane quotidiano.

L’Action Now! di Sergio Carolillo che squadra ti è sembrata in questa stagione?

Un riuscitissimo mix tra giovanissimi di belle speranze e giovani già molto esperti, tutti uniti dall’essere nati e cresciuti in questa società, credo che solo Lescot e Pavone non lo siano. La squadra è un’ottima rappresentazione della vitalità piena e fervida del movimento monopolitano.

Il salto di qualità verso la serie C è alla portata di questo gruppo e, più in generale, di questa città?

Monopoli è una delle culle storiche del basket pugliese, ci mancherebbe altro che non possa ambìre a tornare almeno in serie C! La società è un riferimento da più di 25 anni, di giocatori ed allenatori (me compreso) ne ha formati a decine: tecnicamente la promozione in C sarebbe una naturale conseguenza di tutto questo lavoro. Certo, purtroppo continua a mancare un contenitore degno di tanta passione: la Palestra Melvin Jones è diventata un gioiellino grazie ai lavori effettuati dall’Action Now!, ma rimane una piccola palestra scolastica. Credo che tanta gente abbia fame di seguire questo tipo di partite e che sarà un peccato non poterla accogliere, come già è successo troppe volte in passato. Lavoro a Mola da anni e posso dirvi che la presenza di un Palasport bello e funzionale è fondamentale per crescere.

Come pensi si stia preparando la squadra monopolitana a questa serie così importante?

Conoscendo l’ambiente, sono certo che si farà di tutto per preparare tutto fin nei dettagli, tanto in campo quanto fuori. L’esperienza di Angelo Barnaba nel ruolo di dirigente di riferimento e di coach Sergio Carolillo, che per tanti anni abbiamo seguito nelle tante finali disputate con le sue squadre nella sua lunga e felice carriera, sono una garanzia assoluta in tal senso

Un pronostico, Alessandro: chi vincerà?

E’ sempre difficile e spero che non me ne vogliano gli amici di Monopoli: vedo Ceglie leggermente favorita, per via soprattutto del fattore – campo, perché il tifo è da categorie superiori. In ogni caso, in bocca al lupo e buon basket a tutti!

Commenta
(Visited 86 times, 1 visits today)

About The Author