Serie D Puglia: finisce la stagione 2014/2015 dell’Ap Masseria Santa Teresa, il presidente Lamanna: “Avremmo voluto e potuto chiudere con un piazzamento migliore”

Si è chiusa al settimo posto in classifica la stagione 2014/2015 dell’Ap Masseria Santa Teresa. Un campionato che sin dalla prima partita ha dimostrato di essere impegnativo e di buon livello.

L’ultimo match, disputato in casa contro il Corato, ha mostrato l’impegno e la combattività di entrambe le squadre che, seppur a metà classifica, hanno cercato di rendere onore al campo fino alla fine. Un match caldo e forse anche un po’ nervoso, in cui è stato il Corato ad avere la meglio vincendo 69-74 negli ultimi secondi della partita. L’Ap Masseria Santa Teresa e il Corato hanno giocato ogni pallone, mantenendo sempre alto il ritmo del gioco (19-19/ 45-39/ 50-58/69-74 i parziali). Peccato qualche nervosismo di troppo sul finale, che ha valso l’espulsione per un fallo( dubbio) di Allegretti con successiva squalifica di due giornate. “Abbiamo affrontato l’ultima partita di campionato in piena emergenza, senza Cipulli, Sibilio e Dimola, ci tenevamo a chiudere con una vittoria”, ha commentato coach Morè. “Alla fine sono contento, nonostante le assenza e l’arbitraggio dubbio i ragazzi hanno giocato un grande partita”.

 Sebbene in palio fosse il platonico piazzamento al 7° posto abbiamo assistito ad una bella gara interpretata con intensità da entrambe le formazioni in campo”, ha commentato il presidente dell’Ap Onofrio Lamanna. Un punto di vanto è di certo la compresenza in campo dei giocatori dell’Under 19. “La presenza in squadra di ben 4 atleti under 19 (Bellinzona, Di Palma, Lot, Tedeschi) scesi in campo con concretezza e lucidità rappresenta la migliore sintesi finale di questo campionato nato a settembre con una priorità, quella d’inserire i  giovani ed avviare le attività nel settore giovanile”.

Una stagione quella appena conclusa ricca di soddisfazioni, ma anche di qualche delusione.  “ Una bella soddisfazione è di certo Roberto Cipulli, Top Score del campionato con 515 punti segnati ed una media di 23,4: un risultato che premia l’ottimo atleta, ma che ritengo debba essere condiviso con i compagni di squadra che si sono adoperati affinchè Roberto fosse nelle condizioni migliori per realizzare medie così alte”, si è compiaciuto Onofrio Lamanna. “Certo avremmo voluto e, probabilmente potuto, chiudere con un piazzamento migliore ma questo è lo sport, palestra di vita che insegna ad accettare il risultato del campo, qualunque esso sia e ritrovare il giorno successivo voglia ed entusiasmo”, ha concluso il presidente.

Anche coach Morè ha espresso contentezza e gratitudine per questa stagione: “Vorrei ringraziare tutto lo staff, i ragazzi, il mio vice e amico Ingazio Fino per avermi dato la possibilità di vivere questa avventura. Grazie a tutti”.

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author