Settima vitoria di fila per Sassari, battuta Pistoia 88-81

Sette in fila: non si arresta la corsa della Dinamo Banco di Sardegna che conquista il match dell’undicesima giornata contro Pistoia. In una partita in equilibrio per 25’ gli uomini di coach Pasquini trovano il break decisivo a cavallo tra terza e quarta frazione. Merito del talento di alcuni protagonisti, in primis uno stratosferico Scott Bamforth e di un Dyshawn Pierre in grande spolvero, ma anche di un’ottima prova corale frutto di una intensa chimica sul parquet. I giganti allungano la striscia di sette vittorie e si preparano al meglio alla trasferta in Germania che vedrà Devecchi e compagni impegnati contro Oldenburg mercoledì in Basketball Champions League.

Prestazione monstre di Scott Bamforth autore di 24 punti, 5/7 da tre, 4 rimbalzi, 5 falli subiti e 6 assist per un totale 28 di valutazione: altro protagonista un ottimo Dyshawn Pierre alla seconda doppia doppia consecutiva con 16 punti, 10 rimbalzi, 3 falli subiti e 2 assist con 23 di valutazione. Doppia cifra anche per Shawn Jones (13 pt, 6 rb), Levi Randolph (11 pt,3 as). Ottima serata per William Hatcher autore di 9 punti con il 100% al tiro e 4 assist. Ma la vera chiave è questo gruppo che ha acquisito sempre maggiore consapevolezza nei propri mezzi e che trova sul parquet la giusta chimica.

11°giornata di regular season. Dopo la lunga trasferta di dieci giorni con tre partite disputate fuori casa la Dinamo Banco di Sardegna torna nelle mura amiche del PalaSerradimigni. Avversaria designata per la sfida dell’undicesima giornata è The Flexx Pistoia.

Le 500 partite del capitano. A 9 minuti dalla palla a due il PalaSerradimigni ha dedicato al suo capitano una lunga ed emozionante standing ovation, degna celebrazione delle 500 partite in maglia Dinamo Banco di Sardegna, traguardo centrato da Jack Devecchi in occasione della sfida con Brescia. Sul parquet la torta dello sponsor biancoblu Artigiana Pasticceria Vanali con 500 candeline da spegnere e sul cubo le immagini del tributo al Ministro della difesa. Un capitano, c’è solo un capitano!

Teddy Bear Toss. Scott Bamforth che si alza dall’arco, per un momento il PalaSerradimigni rimane col fiato sospeso: solo retina. Scatta la festa, si scatena una pioggia di peluche sul parquet del Palazzetto: il popolo biancoblu celebra il Teddy Bear Toss, iniziativa benefica lanciata da Dinamo e Fondazione Dinamo per regalare un sorriso ai bambini in difficoltà

Associazione Trapiantati Aift Onlus. Dinamo e Fondazione Dinamo vicini all’Associazione Trapiantati Aift Onlus Nuoro e Ogliastra: prima della presentazione delle due squadre è stato esposto lo striscione dell’associazione. Il club aderisce alla campagna di sensibilizzazione per la donazione di organi, dei tessuti e di midollo osseo dallo slogan “Fai canestro, diventa donatore!”.

La sfida. Coach Pasquini manda in campo Bamforth, Pierre, Jones, Hatcher e Polonara, coach Esposito risponde con McGee, Gaspardo, Magro, Moore e Ivanov. I giganti partono forte con il break di 5-0 in avvio: ad aprire le danze Scott Bamforth, allunga Pierre. Gli ospiti trovano i primi punti con Ivanov ma i biancoblu scappano sul +8 condotti da Hatcher. Bond conduce i suoi con 8 lunghezze che permettono ai toscani di riportarsi a contatto. La tripla di Bond dice -1 ma Planinic tiene Sassari avanti (26-23). Nella seconda frazione i biancorossi mettono la testa avanti con due triple di McGee. Kennedy dalla lunetta sigla il sorpasso e Pistoia si porta fino a +4 ma i giganti non ci stanno. Jones suona la carica ai suoi, la stoppata di Pierre su Ivanov esalta il Palaserradimigni. È Scott Bamforth, ormai in doppia cifra, a siglare la parità dalla linea di carità. Le due squadre si affrontano punto a punto, è il giocatore numero 4 a chiudere il primo tempo con il vantaggio biancoblu (43-41). Nel secondo tempo i giganti scendono in campo con la volontà di condurre la sfida: ad aprire le danze un break di 8-2 messo a segno dagli uomini di coach Pasquini. Un ispirato Scott Bamforth prende per mano la squadra e la conduce con un terzo quarto stellare con 11 punti e tre bombe scagliate da distanza siderale. Il giocatore originario di Albuquerque scrive il +9 biancoblu. Ma Pistoia risale la china e mette a segno un parziale di 8 punti che li riporta a contatto. Pierre chiude la terza frazione dalla lunetta per il 65-61. Negli ultimi dieci minuti gli uomini di coach Pasquini entrano in campo con la volontà di chiudere la sfida. I biancoblu firmano 5’ incredibili, trovando tante bocche di fuoco che permettono di scrivere il nuovo massimo vantaggio di +12. Apre le danze Dyshawn Pierre, lo segue Shawn Jones e ci pensa Marco Spissu a infilare due bombe che fanno esplodere il Palazzetto. I giganti sono in fiducia e dilagano trovando punti importanti con Levi Randolph.  Finisce 88-81.

Dinamo Banco di Sardegna 88 – Pistoia Basket 81

Parziali: 26-23; 17-18; 22-19; 23-20.

Progressivi: 26-23; 43-41; 65-61; 88-81.

Banco di Sardegna. Spissu 8, Bamforth 24, Planinic 4, Devecchi , Randolph 11, Pierre 16, Jones 13, Stipcevic, Hatcher 9, Polonara 3, Picarelli, Tavernari. All. Federico Pasquini.

Pistoia. Della Rosa, McGee 8, Kennedy 6, Barbon 3, Mian 14, Gaspardo 8, Onuoha, Bond 17, Magro 2, Moore 13, Ivanov 10. All. Vincenzo Esposito.

Commenta
(Visited 41 times, 1 visits today)

About The Author