Si apre con un sorriso il 2017 della Geofarma: colpo esterno a Cerignola

Torna a vincere anche in esterna la Geofarma e comincia con un sorriso il 2017, Olimpica Cerignola piegata 92-86 con un finale proibito ai deboli di cuore. Seconda vittoria consecutiva che sicuramente innalza il morale e muove la classifica ma c’è da meditare sul black out finale che per poco non consente ai padroni di casa – sotto anche di 17 punti nel corso dell’ultima – di ribaltare la sfida. Adesso ci sarà da dare continuità a questo mini-trend positivo con la gara interna di Domenica 8 ore 18.00) con l’Adria Bari, ultima in classifica, in un match da prendere con tutte le cautele ed attenzioni del caso.

LA PARTITA

C’è un volto nuovo tra le file della Geofarma, Angelo Prete, 1996 ex Monteroni e Venafro, manca Didonna fermo per un malanno muscolare, in quintetto così ci vanno Campbell, Ferilli, Clemente, Laquintana e Washington. Il Cerignola di coach Gesmundo impatta la sfida con Pwono, Morresi, Samojlovic, Alvisi e Mazzilli. Avvio in equilibrio, Pwono da tre, Washington risponde a Morresi, Laquintana e una palla rubata da Clemente scrivono il 7-6 del minuto 2, il protagonista della prima frazione però  è senza dubbio l’americano dell’Olimpica che infila 14 punti nei 10 minuti iniziali e manda in mini-fuga i giallo-blu. Tripla di Ferilli (12-11), Pwono pulitissmo e il timbro di Samojlovic scrivono il 21-16 con cui si va in panca per il primo pit-stop da 2 minuti. Alla ripresa del gioco subito due triple pesanti di Ferilli che riportano i passanti a contatto (24-22 al 14′), senza Pwono a riposare in panca, l’Olimpica fa fatica a trovare soluzioni alternative, mentre la Geofarma pur con un Campbell ancora in fase di ingranaggio impatta il punteggio con Prete servito da un assist geniale di Clemente, il primo sorpasso arriva dalle mani di Laquintana che fa centro da tre (26-27 al 16′) e rimpingua sempre dai 6,75 per il primo mini allungo esterno. Cerignola è imballata e regala diversi palloni alla buona difesa molese che in ripartenza trova il primo slalom vincente di Campbell e soprattutto la prima sassata da 8 metri del regista americano che spiega le vele al vantaggio Geofarma (27-35). In finale di tempo nuova accelerazione per la squadra di coach Alba: si va al riposo sul 45-33, spianato dai nuovi canestri di Campbell e da Laquintana. Rodato Campbell, Mola si mantiene salda al comando nel corso della terza frazione, Cerignola è Pwono (30 punti e 10 rimbalzi) e poco altro, lo sostiene un sempre pericoloso Samojlovic in crescita col passare dei minuti, Musci e Washington costruiscono un buon muro difensivo e anche il nuovo arrivato Prete trova punti e soluzioni preziose nella costruzione di gioco. Si arriva al massimo slancio per i ragazzi in casacca blu (61-78) in avvio di ultimo quarto e l’impressione è di una vittoria senza eccessivi patemi d’animo. A poco più di 4 minuti, ancora viaggianti saldi sul 72-82, poi arriva il finale thrilling che non ti aspetti e soprattutto non ti auguri. Cerignola prende fiducia nel momento in cui la Geofarma gioca di superficialità, contropiedi avversari con rimbalzo ed extra pes per Samojlovic che bombarda il canestro, tracciando la via della rimonta impensabile a poco più di 100 secondi dalla fine. Malpesa, Pwono e il play montenegrino riportano il risultato in equilibrio (82-83),  per fortuna la Geofarma riacquista i sensi nel momento cruciale e ricomincia a vedere il canestro, scambio di lunette precise con l’Olimpica, poi ci pensa la sentenza di un caldissimo Laquintana (28 punti) con un tiro scomodissimo a dare la benedizione a due punti di platino nel sacco d’epifania per la Geofarma, quando alla chiusura della sfida manca una manciata di secondi. E’ il tiro che fa crollare la rimonta Olimpica, nelle ultime battute rimpinguano dalla lunetta ancora il numero 8 e un eccellente Prete per l’86-92 che regala un sorriso esterno ormai latitante dal 19 Ottobre, in quel di Bari.

Niente pausa, oggi subito in campo nel pomeriggio agli ordini di coach Campanile (Alba impegnato con la selezione maschile a Galatina) per  preparare la sfida di Domenica con l’Adria Bari, occasione per dare sostanza e continuità a questa buona partenza del 2017.

Donatello Biancofiore

Commenta
(Visited 46 times, 1 visits today)

About The Author