SI CONCLUDE AL PALAVERDE L'AVVENTURA AI PLAYOFF DELLA NOVIPIU'

Casale esce sconfitta 81-65 tra gli applausi dei casalesi presenti in Veneto

La Novipiù ci prova con le unghie e con i denti a reggere l’impatto contro Treviso, riuscendoci fino al termine del primo quarto. Ma dal secondo periodo la De’ Longhi preme il piede sull’acceleratore trascinata da Negri e riesce ad ottenere la vittoria e il passaggio del turno.

Il primo canestro della partita è di Bray, ma arriva subito la tripla di Powell come risposta. Le due difese sono schierate, ma il canestro di Fall segna il 5-6 dopo 3’. Ancora Powell per i padroni di casa, mentre la Novipiù ci prova ancora con Fall. Il ritmo della gara è alto e Casale vuole rimanere in partita con Blizzard (13-10 a 3’ dal termine); la tripla di Negri spezza però il ritmo ai rossoblu e coach Ramondino chiama time out. Ci prova ancora Blizzard dall’arco, ma la risposta di Abbott è immediata: è il canestro di Bray a fissare il punteggio sul 23-15.

Secondo quarto che inizia con i canestri di Ancellotti e Fantinelli, mentre Johnson realizza solo uno dei tiri a disposizione: 29-16 dopo 3’. Treviso si stringe in difesa, mentre Casale è frastornata lasciando così spazio agli avversari in area offensiva. Tomassini prova a scuotere i suoi, imitato da Johnson dalla lunetta; ma sono ancora Negri e Moretti a mantenere Treviso a un cospicuo vantaggio sulla Novipiù (39-22) a 3’ dal termine. Casale è in netta difficoltà, continuando a sbattere contro il muro trevigiano e litigando con il ferro, è ancora una volta Tomassini che cerca di far reagire i suoi, ma Treviso manda le squadre negli spogliatoi sul 48-27.

Alla ripresa arriva subito la tripla di Natali, ma Fantinelli e Powell fanno subito capire che Treviso non ci sta. Ancora Fantinelli dai 6.75 e i padroni di casa volano sul 55-32 dopo 3’. Ci provano Blizzard e Johnson per Casale, ma Powell è inarrestabile e la Novipiù non riesce a trovare la continuità a canestro (61-36 a 3’ dal termine). I rossoblu continuano a lottare con Blizzard e Natali che realizzano dall’arco: Moretti va a segno dalla lunetta e il quarto si chiude sul 68-45.

Ultimo periodo che inizia con i due liberi realizzati da Rinaldi e con la tripla di Johnson: Casale cerca di stringersi in difesa e va a canestro ancora con Blizzard (70-50 dopo 3’). E’ una Novipiù aggressiva quella in campo che cerca di limitare il più possibile gli avversari continuando a faticare nel trovare la strada del canestro. Ci provano ancora Johnson da tre e Tomassini dalla lunetta, ma Treviso ha una marcia in più e gli ultimi minuti si giocano da regolamento: finisce con la tripla di Bray 81-65.

DE’ LONGHI TREVISO – NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO 81-65 (23-15, 48-27, 68-45)

DE’ LONGHI TREVISO: Abbott 9, Moretti 6, De Zardo, Malbasa, Fabi 7, Busetto, Fantinelli 6, Powell 16, Rinaldi 7, Negri 20, Ancellotti 10. All. Pillastrini

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: Johnson 11, De Nicolao, Bray 13, Tomassini 9, Natali 9, Blizzard 15, Melchiorri ne, Martinoni 4, Ruiu, Fall 4. All. Ramondino

DICHIARAZIONI – Coach Ramondino:Solo i complimenti a Treviso per tutto e un ringraziamento ai nostri giocatori perchè tra tante difficoltà siamo arrivati a traguardi importanti. Avremmo potuto e voluto fare di più, ma c’erano anche le condizioni per fare una stagione anonima. E’ stata una partita giocata benissimo da Treviso, hanno mantenuto alta l’intensità e giocato con molta intelligenza. Pensavo che saremmo stati competitivi, e lo siamo stati per buon tempo di questi 200 minuti”.

Coach Pillastrini:Complimenti a Casale perchè è stata un avversario tremendo, anche se meno in questa partita. Hanno resistito in maniera pazzesca, con la capacità di essere costanti ed intelligenti: davvero bravi e complimenti, sono orgoglioso di aver vinto questa serie contro una squadra di questo valore. Complimenti anche al nostro staff medico che è riuscito a mettere in campo Fantinelli in extremis per questa gara. E poi complimenti alla squadra anche se per adesso non è il momento di festeggiare perchè dobbiamo essere concentrati per le prossime sfide. Oggi eravamo determinati e lucidi, siamo riusciti a correre, forzando qualche situazione e può anche essere che siamo arrivati avendone un po’ di più. Abbiamo tanti miglioramenti da fare ma siamo già a buon punto”. 

 

Commenta
(Visited 10 times, 1 visits today)

About The Author