Si ferma a Francavilla la corsa dell’Ostuni

Penultima gara della regular season e trasferta insidiosa per la Cestistica Ostuni che andava a far visita al Francavilla reduce dalla bella vittoria della domenica precedente contro la Capolista Lupa Lecce. La formazione della città degli imperiali nonostante un andamento non regolare con la sostituzione del Coach, non più Beppe Vozza ma ora Antonio Capozziello, grande ex della gara per aver lavorato per parecchi anni ad Ostuni lasciando un buon ricordo, ha iniziato ad ottenere risultati positivi che la stanno proiettando verso un posto per i play off. Non più presente fra le file dei biancoazzurri Danilo Mazzarese perché trasferito a Bisceglie in Serie B, ma con alcuni volti nuovi presenti fra le fila dei padroni di casa. In questa fase finale della stagione, il Francavilla sta dimostrando grande carattere, e dopo aver creato delle difficoltà nelle gare con il Monopoli ed il Ruvo, ha fermato domenica scorsa la capolista Lupa Lecce con una gara attenta, grintosa e piena di carattere tanto da mettere in difficoltà un’autentica corazzata come quella leccese.

Ostuni si presentava a questa penultima gara con la solita assenza di Lillo Leo e l’assenza forzata di Tommaso Manchisi fermo ai box per un problema al collo accusato venerdì nell’ultimo allenamento che ha impedito al gialloblù di essere uno dei protagonisti del match, ma presente in panchina solo per onor di cronaca.

L’inizio gara è travolgente per i ragazzi di Coco Romano, Ostuni inizia a dettar legge aprendo con una tripla di Tanzarella creando parecchie difficoltà ai padroni di casa che accusano parecchio in fase difensiva l’inizio degli ospiti. Sherman e Latella non incontrano ostacoli sul loro cammino e facilmente si portano a canestro creando subito un divario fra i due quintetti portando il punteggio sul 5 – 15 dopo 5’ minuti di gara con l’impressione che si possa assistere solo ad un monologo dei gialloblù. Coach Capozziello capisce le difficoltà dei propri ragazzi e chiama time out, alla ripresa manda sul rettangolo di Gioco Argentiero e Cattaneo ed i padroni di casa si risvegliano dal torpore iniziale dopo la strigliata del coach recuperando nel punteggio, ma una tripla di Kadzevicius chiude il primo periodo sul 12 – 20 anche se il Francavilla dimostra di avere una marcia in più rispetto ad inizio gara.

Alla ripresa Ostuni abbassa la guardia in fase difensiva, ed il biancoazzurro Michele Mazzarese sale in cattedra ed insieme ad Argentiero mettono in difficoltà gli ospiti piazzando un break di 8 – 0 raggiungendo il 22 pari e gara riaperta con Francavilla che difende abbastanza bene tenendo a bada una possibile ripresa dei gialloblù ed il sorvegliato speciale Dison trova la tripla che porta avanti la formazione di coach Capozzielo. I due quintetti si danno battaglia, si portano a canestro con grande ritmo

raggiungendo il riposo lungo con i padroni di casa avanti di un solo punto, 33 – 32 con i biancoazzurri che dimostrano ai presenti che hanno trovato il giusto ritmo gara.

Alla ripresa delle ostilità Francavilla entra sul rettangolo di gioco con grande determinazione tanto da piazzare un break di 20 – 4 con uno straripante Dison che taglia le gambe a Caloia e compagni che invece dimostrano di aver perso lucidità e convinzione. Ostuni accusa il colpo, Sherman e Teofilo cercano di tenere gli ospiti agganciati alla gara, ma Francavilla stringe le maglie in fase difensiva e non permette ai viaggianti di poter recuperare e sperare di dare un risvolto alla gara, Dison sale in cattedra e per i viaggianti son dolori perché e lui a piazzare il parziale decisivo che porterà avanti il Francavilla. Calabretta e Fiusco accendono una candelina di speranza per Ostuni, 62 – 49 ma coach Capozziello chiama time out interrompendo una possibile speranza per gli ospiti. In questo frangente di gara Ostuni perde anche Kadzevicius per un problema al ginocchio e Coco Romano lo tiene in panchina precauzionalmente con l’avvicinarsi dei play off è meglio non rischiare.

I gialloblù non riescono più a trovare il bandolo della matassa, si innervosiscono, perdono lucidità e con troppa foga cercano di riportare la gara sui giusti binari senza ottenere il giusto risultato. Dison e Argentiero con i loro canestri chiudono definitivamente i sogni di una squadra che non ha più la forza e gli stimoli di impensierire il Francavilla non rispecchiando le belle prestazione delle precedenti giornate di campionato fermandosi dopo sei vittorie consecutive prima dello scontro diretto di domenica prossima al PalaGentile contro la capolista, regalando ai biancoazzurri il merito di vincere la gara se pur giocata in una palestra non certo adeguata per gare di Serie C Gold. Un grande appaluso va alle tifoserie di Francavilla e Ostuni che durante tutto l’arco della gara hanno incitato le rispettive formazioni senza mai beccarsi o creare situazioni particolari. La Cestistica mantiene il terzo posto in classifica approfittando della sconfitta del Ceglie sul campo del Ruvo che permette ai ragazzi di Coco Romano di blindare la posizione di classifica e a prescindere dai risultati dell’ultima giornata di campionato, che servirà a conoscere tra Altamura, Castellaneta e la stessa Francavilla la prima sfidante dei play off.

Articolo a cura di Domenico Moro.

Commenta
(Visited 41 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.
Per Info