Si sblocca anche il Venafro, arriva la prima vittoria stagionale e il nuovo acquisto Migliori

Al Discount Venafro  –  Goldengas Pallacanestro Senigallia    78 – 69

(17-17, 36-31, 54-48)

 

Al Discount Venafro: Gioele Moretti 20 (5/7, 3/5), Mario Tamburrini 18 (4/13, 1/3), Marco Rossi 18 (3/6, 3/5), Sasha Kushchev 8 (3/9, 0/2), Ferdinando Smorra 8 (4/6, 0/3), Raffaele Minchella 4 (1/3, 0/1), Andrea Chiari 2 (1/3, 0/1), Giuseppe Carcillo 0 (0/0, 0/1), Pasquale Pirozzi 0 (0/0, 0/0), Luca Cancelli 0 (0/0, 0/0).

 

Goldengas Pallacanestro Senigallia: Andrea Maggiotto 21 (2/5, 4/7), Marco Gnaccarini 16 (4/8, 2/3), Nicola Bastone 12 (4/8, 1/1), Fabio Giampieri 7 (1/6, 1/5), Michele Caverni 6 (3/11, 0/2), Mirco Pierantoni 3 (0/1, 1/2), Michael Bertoni 2 (1/2, 0/1), Umberto Pietrini 2 (1/1, 0/1), Enrico Gregorini 0 (0/0, 0/0), Andrea Del torto 0 (0/0,0/0).

 

Un girone di andata chiuso con uno 0-13 nel rapporto tra vittorie e sconfitte, che sembrava aver cancellato ogni speranza di salvezza: ma nel momento più brutto, ecco la reazione del Venafro, che porta a casa la prima vittoria stagionale e le speranze dei tifosi si riaccendono improvvisamente. Vittima dei venafrani, Senigallia, che rimanda la settima vittoria stagionale alla prossima giornata quando, in casa, riceverà il Rimini. La squadra molisana, ha chiuso un 2016 che bisogna dimenticare al più presto, ma apre un nuovo anno con nuovi acquisti e tante speranze. Si muove la classifica anche laggiù, in fondo al girone D, con una vittoria che dà morale e fiducia ai ragazzi di coach Mascio.

 

Gli ospiti aprono le danze con un 0-3, ma Venafro risponde immediatamente fissando il punteggio sul 9-5 alzando la difesa. Maggiotto, con due triple di fila, rimette le cose in ordine fissando il 9-11. Tanto equilibrio in campo e tanta lotta sotto le plance, con il primo quarto che si chiude sul 17-17. Il secondo quarto parte con meno emozioni rispetto al primo; segna subito Kushchev con una bella giocata spalle a canestro, ma le azioni successive portano pochi canestri per entrambe le squadre. Prova a scappare il Venafro quando, a metà quarto, si ritrova la palla in mano sul 29-24, insaccando altri due punti per il +7. Quando mancano pochi secondi alla fine del secondo quarto, i padroni di casa vedono riavvicinarsi pericolosamente la Goldengas, costringendo coach Mascio a chiamare time-out. Allo scadere del primo tempo, il punteggio è di 36-31 per il Venafro.

 

Nel terzo quarto cominciano meglio gli ospiti, insaccando un mini parziale di 4-0, ma il Venafro tira troppo bene dalla linea dei tre punti e tenda di nuovo la fuga firmando il 44-37 a metà quarto. Piccolo black-out però, per i padroni di casa e Senigallia agguanta il pareggio con 4 punti di Maggiotto e una tripla di Bastone, prima dell’ennesimo parziale a favore dei venafrani, che chiudono il terzo quarto sul 54-48.

 

Gli ultimi dieci minuti vedono gli ospiti tenuti a distanza dal Venafro; quando mancano 6 minuti alla fine, i molisani insaccano un bel 5-0 con due liberi dalla lunetta e una tripla di Rossi. Punteggio di 72-63 a poco più di un minuto dalla sirena finale; gli ultimi sei punti messi a segno dal Venafro, vengono tutti dalla lunetta, con Rossi e Minchella che chiudono i conti con un due su due a testa. Sul 78-69 scatta la festa in campo e sugli spalti e adesso, la salvezza, non è più così impossibile come sembrava.

 

In settimana inoltre, in casa Venafro è arrivato il nuovo acquisto Franco Migliori, classe 1982 e una carriera passata interamente su parquet di serie A e A2. Ha conquistato una Coppa Italia Legadue con il Veroli e ha vestito anche le maglie di Juve Caserta in A2 e di Teramo in serie A. La scorsa stagione ha indossato la maglia del Barcellona Pozzo di Gotto in serie A2. Molta grinta, buone percentuali dal campo e grande reattività nei rimbalzi; Migliori va ad aggiungersi al roster di una squadra che sembra essere uscita da uno dei momenti più brutti degli ultimi anni e che ha voglia di non perdersi d’animo e recuperare tutto ciò che ha lasciato indietro durante il girone di andata.

Commenta
(Visited 150 times, 1 visits today)

About The Author

Lorenzo Neve Sono nato a Isernia il 19-08-1996, mi sono diplomato all'istituto tecnico per geometri e sto continuando gli studi per l'abilitazione di geometra. Ho giocato a basket per circa 10 anni e seguo molto la pallacanestro italiana ed europea.