Sibe Prato, il resoconto del mese di dicembre

Al resoconto delle attività del basket pratese nel mese di dicembre è obbligatorio abbinare anche alcune cifre di quello che è stato in casa SIBE, l’anno che sta per finire, ben sapendo che nel basket, come in tanti sport di squadra per stagione non si guarda all’anno solare, ma il tutto si svolge da settembre a giugno. 

Parlando di dicembre tuttavia la dirigenza non può che essere soddisfatta per il percorso pieno, tre vittorie su altrettanti incontri, che lanciano i Dragons al secondo posto in classifica appaiati a Lucca, ed a stretto contatto con Castelfiorentino. Le probanti vittorie proprio con Lucca, a Montevarchi e con Carrara sono lì a dimostrazione di una maturità che non permetterà da adesso in poi alla squadra pratese di nascondersi. Adesso l’asticella dell’obiettivo si è spostata verso l’alto, e pur sapendo che il cammino sarà ancora lunghissimo e che le avversarie sono toste, alcune anche in attesa di rinforzi, l’ambizione di arrivare nel gruppo delle prime otto e sperare addirittura di essere nelle quattro che saliranno senza necessità di spareggi, appare alla portata dei ragazzi di coach Pinelli. E proprio con l’allenatore pratese abbiamo scambiato alcune chiacchere in libertà a partire dalla gara con Carrara che ha chiuso il 2014.

I. – Allora coach, contro Carrara è stata dura gestire l’emergenza infortunati;

P. – Venivamo da una settimana difficile per le problematiche diverse ma congiunte di Biscardi, Corsi, Staino, Corzani e Sanesi. Ed abbiamo dovuto ridisegnare in corsa sia lo week plan sia il piano gara. Ad esempio venerdì ci siamo allenati solo a metà campo. Inoltre sapevamo di andare contro una squadra in forma, molto progredita e ben allenata. Complimenti a loro e loro coach. Però faccio un grande plauso ai miei giocatori; nessuno si è tirato indietro, né in settimana né in gara, forzando i tempi di recupero non curandosi di qualche rischio; hanno saputo nascondere problemi, e per tutto il match si sono mostrati sempre intensi, energici e combattivi. Era una gara ”da sciabola” e non “da fioretto”.

I. – Alla fine però la vittoria è arrivata stando fra l’altro sempre sopra nel punteggio.

P. – Certo, vittoria ineccepibile anche se non potevamo pretendere fossimo anche brillanti in attacco ma c’è stata eccellente attenzione ad eseguire, disciplina difensiva in transizione, discreta selezione di tiri aperti, che se realizzati avrebbero raddoppiato il numero degli assist di squadra. I 41 rimbalzi distribuiti in 7 giocatori dimostrano la voglia di avere extra possessi. Siamo stati bravi a saltare zon-press e raddoppi, giocando comunque di squadra, così siamo riusciti ad avere un buon ritmo di gioco. 

I. – Non ti voglio mettere in difficoltà con previsioni per il 2015, ma dimmi come proseguirà la stagione.

P. – Ora qualche giorno di riposo, il tempo di fare gli auguri al Capitano che si sposa, poi in tutti in palestra con la stessa voglia e la stessa fame di sempre per preparare al meglio la seconda e decisiva fase della stagione che riprenderà con 2 trasferte importanti anche se non decisive, con Agliana e con Costone.

Permettimi un saluto e un abbraccio da parte di tutto lo staff a Simone Trombino che con ogni probabilità sarà costretto a lasciarci causa lavoro fuori regione. Gli auguro il meglio; è un combattente, un ragazzo generoso e positivo; si è subito inserito nello spogliatoio e calato con grande atteggiamento nella nostra realtà. Nella nostra palestra ci sarà sempre un posto per lui. 

Una sguardo adesso alle cifre del 2014: la SIBE ha disputato 31 partite di campionato di C Regionale vincendone 17 (8 su 19 nel campionato 2013/14 e 9 su 12 in quello attuale). I punti realizzati sono stati 2252 e quelli subiti 2245. Sensibile la differenza fra le medie della scorsa stagione e di quella in corso, che è passata dai 71,7 ai 74,1 per i canestri fatti, mentre il gap è ancora più sensibile per quelli subiti che passa dai 75,2 ai 67,9. 

Fra i singoli i sempre presenti sono Biscardi e Corsi con il capitano che è ampiamente primo fra i realizzatori della squadra; questi i punti segnati nell’anno 2015:

Capitan Corsi infine, con 501 punti è 3° nel totale del  campionato sopravanzato da Nesi di Montale con 580 e da Bruttini di Costone con 545, e davanti a Tello di Synergy con 443 e Bogani (ex Prato) di Agliana con 432. Nella top ten ci sono altri 2 pratesi, Consorti (385) e Nieri (383), adesso entrambi ad Agliana.

Under 19 Elite: dire che poteva, anzi doveva andare meglio, ha il sapore di una banalità! Le sconfitte con Montevarchi, Synergy e Pino, le prime della classifica, potevano anche essere preventivabili, ma quello che è meno concepibile, è il crollo verticale una volta andati sotto nel punteggio, fino ad assumere il carattere di una disfatta. Stessa cosa con la più abbordabile USE Empoli, che all’andata i ragazzi di coach Nistri erano riusciti a tenere in equilibrio per tutti i 40 minuti. Dato l’addio alla seconda fase nel girone di qualificazione, i pratesi dovranno almeno partire con il morale alto nella fase di classificazione, e per fare questo dovranno fare risultato nelle ultime due gare del girone con le meno ostiche Bottegone e Legnaia.

Under 17 d’Eccellenza: I ragazzi di coach Fabbri non possono che recriminare per un inizio di stagione altalenante, pur con tante giustificazione causa infortuni, ma il loro dicembre è stato tutto sommato positivo, purtroppo dopo la vittoria di Cecina che li aveva rilanciati ad un possibile passaggio alla fase interregionale, è arrivata la doccia fredda della gara interna con Lucca che è riuscita alle Toscanini, a bissare il successo del l’andata al PalaTagliate, ed a nulla sono valse le convincenti vittorie con Pontedera e soprattutto con Mens Sana. Il terzo posto ex equo proprio con i lucchesi e con Piombino relega Vannoni e compagni al 5° posto, costretti a disputare una seconda fase di minore importanza, ma che si rivelerà utilissima, soprattutto in previsione alla prossima stagione dove l’U17 sarà sostituita dall’U18, e quindi tutta la formazione potrebbe cercare la rivincita.

Commenta
(Visited 13 times, 1 visits today)

About The Author