SMB: Conosciamo meglio Antonello Pavone

La data fissata per l’inizio della preparazione è ormai sempre più prossima, Domenica pomeriggio (16 Agosto) ricomincerà l’avventura targata MNB 2012 per il secondo anno in serie B. E’ anche tempo di continuare a conoscere i giocatori che si cimenteranno col parquet, un roster di ragazzi che avrà come comune denominatore l’asticella dell’età puntata verso il basso. Una lieta conferma è quella di Antonello Pavone, Under 19 campione regionale nel 2014 che a Novembre compirà 20 anni. Allontanate le sirene provenienti da altri sodalizi, anche di categorie superiori (Matera) il giovane rutiglianese ripartirà quella che da ormai un quadrienno è casa sua, il tempo della gavetta è terminato quest’anno con assoluta probabilità aumenteranno responsabilità, minutaggio e palle scottanti da andare a prendere e depositare in fondo al sacco.

“Inizio col ringraziare il Presidente per avermi confermato – è il primo pensiero di Pavone – questo sarà il mio quarto anno qui a Mola, conosco ormai già tutti, dal Presidente ai vari dirigenti, tutte persone squisite, sempre a completa disposizione per ogni esigenza. Vorrei inoltre ringraziare coach Alessandro, vero e proprio mentore, che in questi anni con l’aiuto di altri allenatori, tra cui il nostro nuovo coach Massimo Cazzorla, mi ha cresciuto cestisticamente.”

Una stagione 2014/15 scollinata con 24 presenze e una media giocata di 13.20 minuti per incontro, 2.8 punti e una doppia cifra raggiunta nella sfida d’andata con l’Agropoli. Dal 27 Settembre queste statistiche aumenteranno gioco forza: “Quest’anno per me sara’ una grandissima occasione, dato che avrò molto minutaggio e molte responsabilità come d’altronde le avranno i miei compagni di squadra. Non sarà facile in quanto l’età media della nostra squadra è di circa 20 anni, ma sicuramente ce la metteremo tutta, abbiamo energia da vendere e soprattutto tanta voglia di fare bene.”

All’orizzonte una nuova sfida e un rapporto che continua, stavolta in prima squadra, con chi ha saputo plasmarti al meglio.

“Massimo lo conosco da tre anni – continua Antonello – è un bravissimo allenatore ma soprattutto una bravissima persona, con lui mi sono trovato sempre molto bene, ed è con lui che due anni fa siamo riusciti a vincere un titolo regionale under 19, primo nella storia delle squadre giovanili molesi.  Credo che potrà fare molto bene e che ci aiuterà molto nella nostra crescita, ma soprattutto nel raggiungimento degli obiettivi”

“Non c’è un regolo, un metro o una scala graduata in tutto l’intero mondo, lunga abbastanza per calcolare la forza e le capacità insite nella giovinezza” (Paul J. Meyer)

Commenta
(Visited 9 times, 1 visits today)

About The Author