Sorriso Azzurra Cercola lotta ma si arrende in Gara 2, Scafati passa a via dei Platani

Finisce tra gli applausi del suo pubblico, folto e festante come non mai, il campionato dell’ Azzurra Cercola, che cede ancora una volta il passo, alla più strutturata Freebasket Scafati. Al cospetto della capolista stagionale, così com’ era già avvenuto, tre giorni fa, le vesuviane, non mostrano alcun timore reverenziale e sin dall’ inizio provano ad imporre, alle viaggianti, il fattore casa. Purtroppo l’ aver sbagliato 3 limpide e facili conclusioni in contropiede non consente alle cercolesi di restare a stetto contatto nel punteggio, un quarto giocato comunque alla pari delle avversarie, che infatti vanno al primo riposo sul 10-17. Fortunatamente nella serata in cui coach Ottaviano, riesce a limitare le realizzazioni del bomber di casa Ruggiero (4 p.ti), affidata alle “cure” di una propositiva Busiello, è D’ Avolio ad ergersi ad autentica mattatrice dell’ incontro (20 p.ti), costingendo, ben presto le Scafatesi, prima al pareggio, 24-24 all’ intervallo lungo e poi ad inseguire, da inizio terzo quarto in poi. Sotto le plance, Gemini appare da subito in giornata positiva e la sua prematura uscita, per falli, è un’ autentica mazzata per le vesuviane, mentre Cannavale, pur mettendo tanta energia nella sua prestazione, incappa nella classica serata no al tiro, non riuscendo a dare il giusto contributo alla causa cercolese. Pur tuttavia le risorse della squadra di casa sono tantissime ed il vantaggio di + 8 a metà terzo quarto, oltre che meritato, dá la sensazione di poter durare fino alla fine dell’ incontro. Le Azzurre, però, hanno l’ unico torto di non riuscire a piazzare il colpo del definitivo ko, sbagliando ancora una volta, troppi facili tiri dalla breve distanza. Il cambio di difesa della squadra ospite, che passa ad una 3-2, molto adeguata sulle esterne, toglie ispirazione al letale back court, di casa e ridà ossigeno al contropiede scafatese, che trova anche due micidiali e determinanti triple, della decisiva Busiello, che completa il controbreak delle viaggianti, che si portano, così, sul + 8, a 5′ dal termine. Sembra finita, ma Cercola non muore mai e con gran carattere riapre i giochi portandosi sul -4, a 120″ dal termine. Da qui in poi, però, il risultato non varierà più, se non per registrare il contropiede di fine gara, che fissa il punteggio sul 45-51, per il team di patron Prete. Tanta amarezza per la sconfitta in casa cercolese, ma anche tanta soddisfazione per essere riusciti a tener testa ad una squadra costruita con ben altre risorse ed alla quale si augura la miglior sorte possibile, per il prosieguo del torneo e più in generale, per aver disputato un torneo aldisopra delle aspettative. Motivo di grande orgoglio è invece quello di essere riusciti a riempire il palazzetto di gente che seppur delusa dal risultato, è tornata a casa con l’ entusiasmo di aver vissuto un’ altra gran bella giornata di sport. #Ambientechecipiace! #AmbienteCercolese!

#BECERCOLA!

Sorriso Azzurro Cercola: Barone, D’Avolio 20, Ruggiero 4, Persico 2 Scarpati n.e., Di Donato, Tavormina n.e., Gemini 10, Martinengo 2, De Martino, Cannavale 7, Liguori. All. Cavaliere

Givova Ladies Scafati: Sicignano n.e., Iozzino 11, Busiello 9, Carotenuto 12, Favilla, Scala 2, Serra, Negri 6, De Michele 11, Di Somma n.e., Liuzzi. All. Ottaviano

Commenta
(Visited 68 times, 1 visits today)

About The Author