Sosa, addio al veleno: "Non essere pagati è inconcepibile, vado via ma sarei voluto rimanere a Caserta"

Una risoluzione, per motivi che non sono stati resi noti. Fino a pochi minuti fa, quando Edgar Sosa, ex guardia della Pasta Reggia Caserta, ha pubblicato una foto sul proprio profilo Instagram, accompagnata da tutte le spiegazioni del caso. Ecco la traduzione del suo messaggio, operata dalla redazione di TuttoBasket.

“Posso vivere in un appartamento che ha appena l’acqua corrente, a volte ho dovuto lavarmi con le bottiglie d’acqua. Un appartamento in cui va via la luce almeno una volta a settimana, dove non va nemmeno il Wi-Fi. Vengo da inizi umili, quindi determinate cose non mi preoccupano, la mia famiglia ha vissuto benedetta negli Stati Uniti, quindi non mi lamenterò mai se le cose si fanno un po’ scomode oltre l’oceano. Ho fatto il mio lavoro tutto l’anno a bocca chiusa, lasciando tutto sul campo in ogni partita che ho giocato e non mi sono mai lamentato di queste circostanze. Una cosa che è che però per me è e resta inaccettabile è non essere pagato. Non sarà mai giusto per me. Non faccio il sacrificio di essere lontano dai miei cari 9 mesi all’anno per non essere pagato. I contratti sono firmati quindi possono essere seguiti da tutte le parti coinvolte. Sono stato a Caserta 6 mesi senza problemi, altri due mesi e otto partite era la parte più facile ormai. Non avevo problemi a stare a Caserta, volevo rimanere. Non volevo lasciare ma rimanere senza stipendio non è un’opzione. Sono venuto in Italia quest’anno con l’obiettivo di essere la guardia migliore e uno dei giocatori migliori in questa lega. Sento di aver dimostrato tutto questo nel mio gioco. Sto scrivendo tutto questo nel modo più rispettoso possibile. Non finirò la stagione a Caserta. Vorrei giocare altrove gli ultimi due mesi della stagione. Capisco che Dio dia le battaglie più dure ai guerrieri più forti, ma c’è una differenza tra una battaglia dura e un abuso. Ai miei compagni e allo staff: siete fenomenali. Vi sono grato dell’opportunità che mi avete dato di conoscervi e lavorare con voi. Buona fortuna per il resto del percorso. Spero davvero che possiate vincere le prossime otto partite e raggiungere i playoff. La squadra lo merita per tutto il lavoro che c’è dietro. Ciao..”

Commenta
(Visited 129 times, 1 visits today)

About The Author