Spettacolo Latina: vittoria e grande pubblico

Lo spettacolo delle tribune del PalaBianchini, gremite di pubblico nerazzurro partecipe e caloroso, ha fatto da cornice a una partita entusiasmante e avvincente, che la Benacquista Assicurazioni Latina Basket  ha vinto superando l’Orsi Tortona con il risultato finale di 85-77. Ancora una volta, si tratta di una vittoria di squadra, marchio di fabbrica della Latina Basket, che trova la sua forza nell’unione del gruppo e nella capacità di ogni singolo giocatore di mettersi a disposizione della squadra dando il proprio prezioso contributo. Anche nella sfida con Tortona sono quattro gli uomini in doppia cifra: Ihedioha e Mei, che hanno realizzato entrambi 17 punti personali, con il primo autore anche di 2 stoppate e il secondo che ha distribuito anche 5 assist. Seguono a ruota Uglietti con 16 e Tavernelli con 11 punti e 3 assist. Ottima anche la prestazione del “saltatore” Mosley, che in 24 minuti di utilizzo, ha messo a referto 8 punti e 4 schiacciate, oltre ad aver catturato 11 rimbalzi. Pastore, Tagliabue e Veccia hanno anche loro dato un valido supporto sia in attacco, che in difesa. Il neo acquisto nerazzurro, Joonas Järveläinen, ha fatto il suo esordio in maglia Latina Basket, e anche se deve ancora completare il percorso di inserimento nel gruppo, è stata importante la sua presenza per poter dare minuti di riposo a Ihedioha, reduce da un recente infortunio e ancora non al meglio della forma fisica.

I nerazzurri osserveranno ora un giorno di riposo e martedì di nuovo in palestra per prepararsi al duplice appuntamento settimanale,

che li vedrà impegnati mercoledì 11 sul parquet del PalaMangano di Scafati, oggi vittoriosa sul campo di Casale Monferrato con il risultato di 77-66  e domenica 15 nuovamente tra le mura amiche del PalaBianchini per ricevere proprio la formazione di Casale Monferrato.

Il commento del capo allenatore Gramenzi –  Al termine della sfida con la compagine piemontese, il tecnico nerazzurro Coach Gramenzi, ha dichiarato: «Abbiamo affrontato un avversario di alto livello, per questo motivo possiamo considerarla una vittoria molto importante, nonostante gli errori commessi nel corso della gara. I ragazzi hanno giocato di squadra e, come sempre, hanno dimostrato impegno e tanta buona volontà. Il successo è stato il giusto compenso per quanto dimostrato in campo.Non è stato semplice affrontare tanti minuti senza il contributo di Mosley, che si è gravato subito di due falli e che quindi abbiamo precauzionalmente tenuto in panchina – prosegue il capo allenatore pontino – Aver tenuto fuori Will ci ha anche costretto a utilizzare il nuovo giocatore in unruolo non propriamente suo e questo, oltre al fatto che è arrivato da pochi giorni e deve ancoracompletare il percorso di inserimento e integrazione nel gruppo, e alla tensione tipica di un esordio, non gli ha permesso di esprimersi al meglio delle sue possibilità. Ovviamente il contributo di Järveläinen è stato importante per dare minuti di riposo a Ihedioha, reduce dal recente infortunio e non ancora in perfetta forma, così come Tavernelli, che però, grazie al valido supporto dello staff medico, sono riusciti a recuperare per poter giocare entrambi in questa difficile sfida».Guardando avanti ai prossimi appuntamenti, Coach Gramenzi non nasconde la difficoltà delle due partite che attendono i nerazzurri nei prossimi otto giorni: «Ora ci aspetta un tour de force. Il prossimo avversario, Scafati, che affronteremo mercoledì in casa loro, è una squadra molto forte, abbiamo avuto modo di verificarlo nel corso delle amichevoli estive e Casale, che invece arriverà al PalaBianchini domenica prossima, è un altro difficile avversario da non sottovalutare».

I tabellini – BENACQUISTA LATINA vs ORSI TORTONA 85-77 (22-17, 39-43, 65-53, 85-77)

BENACQUISTA LATINA: Veccia 5, Tavernelli 11, Tagliabue 2, Järveläinen, Ihedioha 17, Uglietti 16, Mei 17, Pastore 9, Di Ianni n.e., Mosley 8. Allenatore: Gramenzi.

DERTHONA BASKET: Spissu 11, Frattallone n.e., Reati 8, Bianchi 3, Marks 24, Simoncelli, Garri 7, Maghet n.e., Antonietti n.e., Riva n.e., Ammannato 7, Brooks 17. Allenatore Cavina.

Percentuali: Latina tiri da 2: 51% (20/39) tiri da 3: 41% (9/22) tiri liberi: 75% (18/24); Tortona tiri da 2: 50% (18/36) tiri da 3: 43% (6/14) tiri liberi: 82% (23/28)

Spettatori: 1300

Arbitri: Moretti Mauro di Marsciano (PG), Bongiorni Andrea di Pisa, Capotorto Gianluca di Palestrina (RM)

La partita –  In avvio di primo quarto Tortona appare subito molto aggressiva nelle fasi difensive, ma è Latina a commettere i primi due falli con Mosley e Ihedioha e Marks realizza i primi due punti dalla lunetta (0-2 al 1’). Risponde dalla lunga distanza Nicola Mei (3-2 al 2’). Nel corso del minuto successivo è undeja vu: Tortona dalla lunetta, Mei dal campo (5-4 al 3’).  La Benacquista incrementa lievemente il vantaggio con un libero di Veccia (6-4). Si continua a segnare soltanto dalla lunetta, ambo le parti, e al 6’ il punteggio è sul 10-5 in favore dei padroni di casa. Botta e risposta dalla lunga distanza tra Mei e Brooks  e la partita s’infervora, come il pubblico sugli spalti, con i nerazzurri che piazzano un parziale di 8-3 (18-8 al 7’). Coach Cavina che chiama time-out. I minuti scorrono, ma i canestri realizzati sono pochi (20-10 all’8’). Fa il suo esordio sul parquet del PalaBianchini il neo acquisto Järveläinen, la partita è molto fisica e si va spesso in lunetta (20-12 al 9’). Latina cede un po’ in difesa e gli ospiti realizzano 5 punti consecutivi mandando il primo quarto in archivio sul punteggio di 22-17 in favore della Benacquista.

La seconda frazione si apre con ritmi vivaci, i piemontesi trovano ancora delle buone soluzioni in attacco e al 12’ riescono a mettere la testa avanti (24-25) mentre l’ala estone, ancora in fase di ambientamento commette tre falli e coach Gramenzi lo richiama in panchina. La Benacquista si scuote, ruba palloni preziosi e realizza canestri importanti con Uglietti e Ihedioha (30-27 al 14’). Si gioca in velocità, con le squadre che si affrontano con grinta e determinazione e al 17’ il tabellone segna assoluta parità 34-34. I piemontesi mettono in difficoltà i nerazzurri, che dalla metà del primo quarto giocano senza Mosley, perché gravato già di due falli, e sono abili nel realizzare un importante break che li porta a chiudere il secondo quarto in vantaggio di 4 lunghezze: 39-43.

Al rientro dal riposo lungo, coach Gramenzi schiera nuovamente anche il numero 42 nerazzurro, ma il primo punto dei padroni di casa è di Ihedioha (40-43 al 21’). Latina, spinta dal pubblico del PalaBianchini reagisce con veemenza e al 24’ si riporta in vantaggio, grazie ai canestri in successione di Pastore, Tavernelli e Mosley (49-48). L’intensità del match si alza, Spissu per Tortona realizza un gioco da tre punti che permette ai suoi di riconquistare il vantaggio (49-51 al 25’). Il pubblico incita, la Benacquista risponde con Uglietti trascinatore dei suoi e a 1:26” dalla sirena del terzo quarto il punteggio è 60-51. Ammannato realizza un canestro da sotto, Pastore trova una tripla incredibile e Mosley mette a referto la sua seconda schiacciata spettacolare che chiude il terzo periodo con Latina avanti di 12 punti: 65-53.

In avvio di ultima frazione Derthona piazza un break di 6-0 (65-59 a 7:36”). Coach Gramenzi ruota i suoi uomini, schierando Mei per Pastore e Järveläinen per Ihedioha. Arriva il primo canestro nerazzurro al 33’ con la tripla di Francesco Veccia (68-59). Incrementa il vantaggio Mosley, ma sul fronte opposto rispondono Reati, Brooks e Marks (70-66 al 35’). Ancora un cambio per Latina Uglietti per Veccia, ma è la terza schiacciata di Mosley a smuovere il punteggio dei pontini (72-66 al 36’). Tortona riduce il divario dalla lunetta, Nicola Mei centra la retina dai 6,75 (3/4 da 3 punti per Nick alla fine del match) fissa il tabellone sul 75-68 a 3:40” dal termine. Si realizza dalla lunetta e a 2:29” dalla fine del match il punteggio è sul 76-71. La tripla di Capitan Tavernelli per il +8 nerazzurro (79-71 al 38’) ma Tortona, glaciale ai liberi a 1:51” si riporta a -6 (79-73).  Ancora un canestro ospite per il 79-75. Mancano 40” alla sirena quando Mosley non concretizza i liberi a disposizione, mentre non sbaglia Ihedioha (81-75 a 27”). Marks conquista altri 2 punti (81-77 a 19”). Ancora Ihedioha dalla lunetta, ancora due punti (83-77 a 12”). Completa l’opera il numero 15 nerazzurro Ihedioha schiacciando per l’85-77 finale con cui si conclude la sfida.

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author