Spezia Tarros-Ardita Juventus 70-49, vittoria e vetta del campionato per gli spezzini

I bianconeri trovano l’immediato riscatto dopo la sconfitta di Chiavari battendo nettamente l’Ardita Juventus. Chiudono così in testa il girone d’andata del campionato.

Due quarti di allungo, il primo ed il terzo, e due di mantenimento, il secondo e l’ultimo: partita in realtà mai realmente in discussione al PalaSprint dove la Tarros batte l’Ardita Juventus. Nonostante questo, però, l’appunto di Presidente Caluri è: “Serve più cinismo, dobbiamo chiudere le partite prima”. In realtà più un memorandum per il futuro che un “rimprovero”, vista la soddisfazione per la prestazione messa in campo dai ragazzi, con la squadra che, grazie al gruppo, è riuscita a sopperire ad uomini non al meglio. “Ottima reazione – sottolinea il patron bianconero – dopo la sconfitta a Chiavari”.

Una reazione sulla quale si sofferma anche coach Padovan, trovandola nel match di oggi, ma ancor più nel lavoro fatto in settimana: “Ho avuto un’ottima risposta in questi giorni durante gli allenamenti; i ragazzi si sono impegnati moltissimo ed hanno dato il massimo e poi stasera siamo riusciti a concretizzare tutto in una buona prestazione ed un risultato positivo. Bene soprattutto la difesa, con soli 21 punti concessi all’Ardita nei primi due quarti: noi dobbiamo partire proprio da una difesa ben disposta e solida. Questo ci permette di sopperire anche a carenze eventuali in attacco, a giornate in cui la palla non vuole entrare nella retina. Sono contento delle risposte che sto avendo dalla squadra, abbiamo ancora lacune da colmare e molto da migliorare, ma la strada è quella giusta”.

La Tarros parte subito bene, con un break di 10-0 nella parte finale della frazione d’apertura che imprime una prima accelerata importante e le permette di chiudere il tempino iniziale con un vantaggio in doppia cifra, +13. La seconda frazione è, almeno nel parziale di punti, più equilibrata e così alla pausa lunga si va con un distacco non molto diverso dal precedente: 33-21, +12 per i padroni di casa.

Al ritorno sul parquet i bianconeri piazzano il secondo allungo, quello decisivo, contenendo molto gli avversari con un’ottima difesa che concede loro solo 12 punti; 22, di contro, quelli segnati dai padroni di casa che portano così il loro vantaggio a +22. Gli ultimi 10 minuti sono di amministrazione ed il match si chiude sul 70-49.

Gli uomini di Presidente Caluri trovano pertanto l’immediato riscatto dopo il passo falso di una settimana fa e chiudono il girone d’andata a quota 16 punti che significano vetta della classifica, in coabitazione con Cus Genova e Sarzana Basket. Prima partita di ritorno, per i bianconeri, sabato 17 dicembre alle ore 20.30 al PalaSprint contro l’Alcione Rapallo.

Tabellino

Spezia Basket Club Tarros – Ardita Juventus: 70-49 (23-10; 33-21; 55-33)

Spezia Basket Club Tarros: Pipolo 7, Visigalli 18, Dalpadulo 0, Santoni 5, Manzini 4, Fazio 11, Kuntic 11, Coari 9, Melley ,5 Canti n.e. Coach Padovan.

Ardita Juventus: Visca 10, Pietronave 4, Manica 2, Negrini 5, Rossi 2, Ferrari 10, Dallorso 6, Ferraris 0, Bongioanni 6, Lotti 2. All. Chiesa.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Spezia Basket Club Tarros

Commenta
(Visited 51 times, 1 visits today)

About The Author