Spezia Tarros-Cus Genova 73-70, Tarros sola al comando

LA TARROS E’ SOLA IN VETTA

La vittoria contro il Cus permette ai bianconeri di restare da soli al vertice della classifica.

Nell’ultimo quarto, in particolare nei cinque minuti conclusivi, tutto si rimette in gioco: finale davvero palpitante al PalaSprint tra la Tarros ed il Cus. Dopo le prime frazioni condotte, sempre con un certo margine, la Tarros, complici le assenze, deve fare i conti con un calo fisico che permette agli avversari, formazione solida e ben rodata, di rifarsi sotto ed agguantare il pareggio: mancano 3 minuti alla sirena. Tutto sembrerebbe volgere a favore dei genovesi, invece la Tarros ha il carattere e la determinazione giusti per reagire, non perdere la testa e portare a casa i due punti che significano vetta solitaria della classifica.

E’ proprio questa risposta che i ragazzi sono riusciti a dare in un momento di difficoltà l’aspetto che vuole sottolineare il coach bianconero Andrea Padovan: “Sono molto soddisfatto della reazione, siamo riusciti a non perdere la calma e la concentrazione e ad ovviare con la voglia di non mollare ad una condizione fisica che non ci sosteneva più. Un plauso ai ragazzi, che sono riusciti a rispondere, con grande maturità e da squadra ad una situazione non facile”.

Questo è l’aspetto più importante della serata anche per il Presidente Caluri: “Voglio fare i complimenti ai ragazzi per l’impegno. Sapevo che non sarebbe stato tutto in discesa sino alla sirena, un calo era prevedibile, viste le tante assenze, i problemi che abbiamo avuto negli allenamenti per tutta la settimana ed i molti che hanno giocato stringendo i denti. Questo è un gruppo di ragazzi che lavora molto e che non molla mai. Sono molto soddisfatto”.

Partono forte i padroni di casa che, grazie ad un’ottima difesa e buone percentuali realizzative, accumulano presto un vantaggio in doppia cifra, chiudendo la prima frazione sul +10, 25-15. Nel secondo tempino riescono ad incrementare ancora qualcosa, coprendo bene tutto il campo. Alla pausa lunga si va sul 43-30. Sul +13 a favore dei bianconeri si chiude anche la terza frazione. Poi, come detto, nell’ultimo quarto il calo fisico, che i ragazzi sono bravi a non fare diventare calo di tensione a livello mentale. Il Cus regge bene fisicamente ed apre il tempino con una serie di canestri: la difesa di casa non è più così impenetrabile e l’attacco non è più preciso. Tra il 30′ ed il 35′ sono solo 5 i punti realizzati dai padroni di casa, a fronte dei 14 subiti. Questo significa vantaggio pressochè annullato, con l’aggancio che diventa realtà a 3 minuti dalla fine. Nonostante questo la Tarros tiene e conquista i due punti che significano vetta solitaria, ma soprattutto dà una bella prova di carattere a se stessa ed evita una sconfitta che avrebbe lasciato il segno soprattutto sul fronte psicologico.

Prossimo impegno per i bianconeri domenica 4 dicembre alle ore 18.00 sul parquet dell’Aurora Chiavari.

Tabellino

Spezia Basket Club Tarros – Cus Genova: 73-70 (25-15; 43-30; 62-49)

Spezia Basket Club Tarros: Pipolo 5, Visigalli 17, Dalpadulo 2, Santoni 29, Manzini 0, Fazio 8, Kuntic 6, Petani 0, Melley 6, Canti 0. Coach Padovan.

Cus Genova: Macrì 10, Bestagno 2, Vallefuoco 6, Bigoni 21, Dufour 20, Millio, Mangione, Vicenzi ne, Croce, Pettineo 11. All.: Pansolin-Taverna

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Spezia Basket Club Tarros

Commenta
(Visited 79 times, 1 visits today)

About The Author