Stavolta è il tiro della vittoria a non entrare. Alma beffata 78-77 contro Treviglio, si va a Gara 5

REMER TREVIGLIO – ALMA PALLACANESTRO TRIESTE 78-77 (26-27, 48-48, 68-62)

REMER TREVIGLIO: Cesana 4 (1/2, 2/2 tl), Pecchia 7 (2/3, 1/3 da tre), Sorokas 14 (5/7, 4/6 tl), Marino 12 (2/3, 2/5 da tre, 2/2 tl), Marini 8 (2/3, 1/4 da tre, 1/1 tl), Mezzanotte, Genovese 3 (1/3 da tre), Rossi 11 (4/7, 3/4 tl), Nwohuocha 2 (1/3), Sollazzo 17 (5/9, 7/8 tl). N.E.: Dessì, Rota. All. Vertemati. Ass. Zambelli, Braga

ALMA PALLACANESTRO TRIESTE: Parks 26 (4/7, 5/8 da tre, 3/5 tl), Bossi 4 (1/6 da tre, 1/3 tl), Coronica 2 (1/1), Green 8 (4/5), Pecile 13 (3/6, 1/1 da tre, 4/4 tl), Baldasso, Simioni 3 (1/1 da tre), Prandin 4 (2/2), Cavaliero 3 (1/2 da tre), Da Ros 12 (6/8), Cittadini 2 (1/2). N.E.: Ferraro. All. Dalmasson. Ass. Praticò, Legovich

ARBITRI: Beneduce (Caserta), Gagliardi (Anagni – Frosinone), Caruso (Pavia)

NOTE: Tiri dal campo Treviglio 27/58 (22/37 da due, 5/21 da tre, 19/23 tl), Trieste 30/59 (21/33 da due, 9/26 da tre, 8/14 tl). Rimbalzi Treviglio 30 (22+8, Sorokas 9), Trieste 33 (27+6, Parks 10). Assist Treviglio 17 (Sollazzo 8), Trieste 20 (Da Ros 5).

SPETT: 1992

PARZIALI: 26-27, 22-21, 20-14, 10-15

Treviglio per impattare la serie sul 2-2 e portarla alla bella giovedì all’Alma Arena, Trieste per provare a chiudere questo faccia a faccia senza dover ricorrere all’ultimo atto, al PalaFacchetti va in scena una gara-4 per cuori forti e dalla posta in gioco elevatissima.
Padroni di casa in campo con Marino, Marini, Sollazzo, Sorokas e Rossi, l’Alma risponde con Bossi, Pecile, Green, Parks e Da Ros.

Approccia meglio al match l’Alma, trascinata da un gioco da tre punti di Pecile e da un Jordan Parks formato superstar. Rossi sblocca i suoi con una schiacciata a due mani, Trieste però riesce almeno nei primi minuti a punire pressoché puntualmente la zona dei padroni di casa, grazie alle triple di Pecile e Parks, autentici incubi per la difesa trevigliese nel priomo quarto. L’Alma riesce a portarsi più volte avanti di tre possessi, arrivando al massimo vantaggio sul +9 (18-27 al 7′), la squadra di Vertemati riesce però a rintuzzare grazie ai viaggi in lunetta e a due importanti canestri di Sollazzo, parziale aperto di 8-0 e squadre al primo riposo sul +1 giuliano (26-27).

L’avvio di secondo quarto è tutto dei padroni di casa, parziale che arriva a 16-0 con le triple di Pecchia e Genovese che infiammano il PalaFacchetti (34-27 al 13′). Nel momento più buio Trieste però riesce a rialzarsi con Green, Bossi e Da Ros, contro-parziale e Trieste ritrova il vantaggio allo scollinare di metà frazione (34-36 al 15′). Biancorossi che mantengono il vantaggio riuscendo a riportarsi anche a +7, Treviglio è nervosa come testimoniano i tecnici a Marini e a coach Vertemati ma l’Alma non capitalizza al meglio, subendo nel finale il rientro a suon di tiri liberi della Remer, che impatta il punteggio al 20′ (48-48).

Pecile e Parks danno subito un’impronta positiva al terzo periodo, Treviglio si mantiene a contatto con Rossi. Una tripla di Bossi per il potenziale +7 viene vanificata da un fallo in attacco fischiato a Coronica, Marini e Sorokas rovesciano in un amen l’inerzia ridando il vantaggio ai padroni di casa (57-56 al 26′). Parks è monumentale su entrambi i fronti ma Treviglio risponde con Marini, Cesana e i viaggi in lunetta. I bergamaschi scappano a +7, Simioni trova una tripla fondamentale ma in appena 2″ i ragazzi di Vertemati trovano con Pecchia l’appoggio del +6 al 30′ (68-62).

Avvio di ultima frazione con botta e risposta Sollazzo-Da Ros, poi Prandin e soprattutto Parks avviano un parziale che porta Trieste in parità (71-71 al 34′). Il finale è punto a punto, l’Alma vanifica tre ghiotti possessi con palle perse e falli in attacco, Treviglio dalla lunetta si dimostra poi più precisa e allunga sul +5 nel momento decisivo del match (78-73 al 38′). Green trova il canestro e fallo tuttavia annullato da un’infrazione di passi, Da Ros accorcia mancando però il gioco da tre punti, si rimane a un possesso dai padroni di casa. L’ultimo minuto è al cardiopalma, Parks porta l’Alma a -1, Treviglio cestina due palloni con Marino ma Pecile e Green non trovano il canestro del sorpasso. Si arriva con appena 2″ sul cronometro e l’ultimo pallone che Da Ros prova a realizzare con uno step-back dalla media, il tiro si spegne sul primo ferro e i duemila del PalaFacchetti esplodono di gioia insieme ai loro beniamini.

Finisce 78-77, con una beffa se possibile ancor maggiore rispetto alla sconfitta di tre punti dello scorso sabato in gara-3. Ora la situazione è in parità, non resta che giocarsi al massimo l’ultimo atto, giovedì sera alle 20.30 tra le mura amiche dell’Alma Arena. La situazione, a differenza di queste due partite in terra bergamasca, sarà la stessa per entrambe sin dalla palla a due: per continuare il cammino nei playoff, l’unico risultato possibile sarà la vittoria.

fonte: Ufficio Stampa Alma Pallacanestro Trieste

Commenta
(Visited 41 times, 1 visits today)

About The Author