Stella Azzurra Roma-BPC Virtus Cassino 56-64, partita decisa solamente a due minuti dal suono della sirena. Prima sconfitta stagionale per i padroni di casa

 

E’ stato un match equilibrato e tosto quello andato in scena presso l’Arena Altero Felici , la casa della Stella Azzurra Roma che ospitava per l’occasione la Virtus Cassino, targata Banca Popolare del Cassinate.

E non si può fare a meno di elogiare la grande prestazione della Stella Azzurra Roma che per 38 lunghi minuti ha tenuto in scacco la Virtus rossoblù cassinate cullando il sogno di poter fare propria la posta in palio, sfumata al fotofinish di una partita non bella ma gagliarda e giocata da entrambe le formazioni con il coltello fra i denti.

Dura dunque quasi 38 minuti l’ambizione della giovanissima Stella Azzurra Roma di fare lo sgambetto al Cassino di coach Vettese. A 2’30” dal termine della quarta frazione di gioco e dunque del match il punteggio di 54 pari autorizzava , eccome, le speranze del colpaccio per i ragazzi con la Stella Azzurra sul petto guidati da coach Germano D’Arcangeli. Ma a quel punto emergeva in tutto il suo splendore la voglia di vincere del gruppo cassinate che con un break finale di 10-2 portavano sotto l’Abbazia la vittoria per 64-56.

Seconda vittoria consecutiva in campo esterno dunque per gli uomini di coach Luca Vettese ed invece prima sconfitta stagionale in assoluto per i nerostellati padroni di casa, nel campionato di Serie B maschile, girone C, edizione 2016-17, che all’Arena Altero Felici di Via Flaminia in Roma ha vissuto la terza giornata d’andata della regular season.

Parterre delle grande occasioni , con il presidente FIP Gianni Petrucci, il vice presidente della Federazione Gaetano Laguardia e con l’appena riconfermato presidente della FIP Lazio Francesco Martini, schierati in tribuna per assistere a quello che si preannunciava un match ad alta tensione e che non ha deluso le aspettative.

Si segna poco in avvio basti pensare che al sesto minuto di gioco il tabellone recita 4 per i padroni di casa e 10 per la Virtus Cassino. Ma gli stellini romani iniziano fin da subito a far carburare a dovere il trio esterno composto da Trapani, Nikolic e Pucci, che si ergono a protagonisti con 13 dei 15 punti con cui la Stella chiuderà in parità il primo quarto.

La BPC Virtus Cassino nel secondo quarto , priva per gli esiti di un infortunio di Simone Bagnoli (a referto e dunque in panchina ma non utilizzato da coach Vettese), fa entrare dalla panchina il “gringo”, Duilio Birindelli, e sono proprio dell’argentino i primi 10 punti del secondo quarto dei cassinati. La gara però è combattutissima perché la Stella Azzurra non molla e con un tiro da fuori prima di Pazin e poi con due canestri di fila segnati prima da Seye e da Palumbo, su assist smarcanti di Trapani e Pucci, rimettono ancora le cose in pari sul 23-23 , e siamo ormai al 6 minuto della seconda mini frazione. Poi però ci pensa Filippo Serra a mettere la firma da absolute beginners nella sua prima serie B con una tripla d’autore . Al primo canestro ufficiale del classe 1995 cassinate segue poi un tecnico per proteste alla panchina stellina che prova a far scappare Cassino ma stavolta è Seye (miglior marcatore dei padroni di casa all’intervallo con 6 punti) a ricucire lo strappo per il 29-31 di metà gara.

 

La ripresa esalta il folto pubblico di casa presente sugli spalti dell’Arena Felici. I soliti Pucci, Nikolic e Trapani firmano il momento più felice del match per i padroni di casa con l’allungo del 39-34 del 24esimo minuto che costringe coach Luca Vettese ad un time-out per parlarci sopra. Il minuto di sosta porta benefici alla Virtus Cassino; due triple di fila con le firme di autore di Giampaoli e Birindelli riportano a contatto dei padroni di casa la BPC ma non evitano agli ospiti di guardare la targa dei padroni di casa all’ultima minipausa. Il tabellone recita 43-40 per un capolavoro stellino , step-back d’autore dai 6 metri e 75 del classe 2000 Palumbo.

Molto bene inizia però il quarto finale, perché la furia dei lupi rossoblù confeziona l’11-0 di break cassinate griffato dalle triple di un redivivo Valesin, che dopo un gioco addirittura da 4 punti dà il massimo vantaggio ospite sul 43-51 al 33esimo dell’ultima frazione. Per l’ennesima volta, tuttavia, il quintetto stellino trova l’energia, la tecnica e anche un po’ di fortuna (tripla fortunosa di Nikolic) per rientrare in partita guidata dai consueti cosiddetti tre “piccoletti”, che costruiscono la nuova parità a quota 54 con 2 minuti e mezzo rimasti sul cronometro.

Da lì però il break devastante e decisivo degli ospiti, deciso da due viaggi in lunetta vincenti di Biagio Sergio e Maurizio Del Testa e quindi con la firma d’autore, con il tiro dall’angolo a suggello di una splendida prestazione di Birindelli e dal canestro della staffa di Del Testa per il 62-54 a 58” dalla sirena conclusiva.

Nelle fila della Stella Azzurra Roma , Trapani top scorer con 14 punti, cui ha aggiunto 4 recuperi e 6 falli subiti, Nikolic ne mette 12+4 assist, Pucci il terzo in doppia cifra con 10+8 rimbalzi, monumentale prestazione a rimbalzo del capitano Antonaci con 17 carambole catturate.

In casa Cassino prova superba in uscita dalla panchina di Duilio Birindelli, che chiude con 17 punti e una leadership anche carismatica per i suoi, che si godono pure il grande ultimo quarto di Gianluca Valesin, che segna 10 dei suoi 14 punti nel parziale conclusivo.

I ragazzi di Luca Vettere ritorneranno in campo sabato prossimo 22 ottobre , in casa per il quarto turno della regular season , girone di andata . Per l’occasione il calendario proporrà per Marsili e compagni la sfida con Barcellona Pozzo di Gotto dell’ex Daniele Grilli retrocessa dalla Serie A2 .

Palla a due in programma alle ore 18,30.

 

Stella Azzurra Roma – BPC Virtus Cassino 56-64

Parziali : 13-12, 14-19, 14-9, 13-24

Stella Azzurra Roma: Trapani 14 (4/11, 1/3), Nikolic 12 (3/8, 2/10), Pucci 10 (5/7, 0/2), Babacar Seye 6 (2/2, 0/0), Palumbo 6 (3/7, 0/0), Pazin 4 (1/5, 0/2), Provenzani 4 (0/2, 0/3), Antonaci 0 (0/3, 0/0), Ianelli 0 (0/0, 0/0), Cassar 0 (0/0, 0/0)

All.D’Arcangeli

Tiri liberi: 11 / 17 – Rimbalzi: 42 13 + 29 (Antonaci 17) – Assist: 7 (Nikolic 4)

BPC Virtus Cassino : Duilio Ernesto Birindelli 17 (2/4, 2/5), Gianluca Valesin 14 (2/5, 3/3), Valerio Marsili 8 (2/4, 1/1), Filippo Serra 8 (1/1, 2/10), Maurizio Del Testa 7 (1/2, 1/7), Biagio Sergio 6 (2/5, 0/2), Andrea Giampaoli 4 (0/3, 1/6), Renato Quartuccio 0 (0/0, 0/2), Stefano Poti 0 (0/0, 0/0), Simone Bagnoli 0 (0/0, 0/0)

All.Vettese

Tiri liberi: 14 / 16 – Rimbalzi: 31 7 + 24 (Duilio Ernesto Birindelli 8) – Assist: 4 (Gianluca Valesin, Maurizio Del Testa, Renato Quartuccio, Stefano Poti 1)

ARBITRI: Guarino di Campobasso e Arbace di Ragusa.

 

Fonte: Ufficio Stampa BPC Virtus Cassino

Commenta
(Visited 41 times, 1 visits today)

About The Author