Su Stentu Sestu, coach Sassari: "Non è una partita cruciale, siamo ancora alla decima giornata"

Andate in archivio, non senza indicazioni positive, le due sconfitte contro le capoliste Cento e Bergamo, il Su Stentu Sestu fa le valigie e vola a San Vendemiano, dove sabato sera sarà di scena in un importante match nella corsa alla salvezza. Si tratterà, infatti, di una sorta di mini “derby” tra penultime in classifica: sia i Pirates che i trevigiani sono attualmente a quota 4 in classifica, con un bilancio di 2 vittorie e 7 sconfitte nei 9 incontri fin’ora disputati. La posta in palio è importante, ma coach Marco Sassaro allenta la tensione: “Non è ancora una partita cruciale – afferma – ricordiamoci che siamo appena alla decima giornata. Abbiamo però necessità di fare altri punti prima del giro di boa del campionato, per cui andremo sicuramente a San Vendemiano pronti a giocare le nostre carte”.

Nella Marca, i biancoblu dovranno fare i conti con una pesante assenza: quella del capitano Fabio Villani, impegnato in Belgio con la Nazionale militare. “La sua assenza non può che crearci dei problemi – aggiunge il tecnico – anche perché va a sommarsi a una situazione già problematica sotto il profilo degli infortuni. Cercheremo però di sfruttare al meglio le nostre armi per contrastare l’effervescenza fisica di San Vendemiano, squadra composta per buona parte da giovani di valore”.

I veneti, capaci di mettere ko due compagini di ottimo livello come Padova e Lecco, faranno affidamento sul lungo Andrea Carlesso, capace fin qui di far registrare 12.1 punti e 6.6 rimbalzi di media. Ma l’Accademia dovrà guardarsi anche dalle iniziative del talentuoso playmaker Michele Antelli (9.6 di media), già campione d’Italia Under 18 con la Reyer Venezia. “La bontà del loro roster credo sia manifesta – aggiunge – hanno veramente tanti giocatori capaci di portare minuti di qualità”.

Per provare a portare via i due punti dal Palasport “System”, i sestesi cercheranno di replicare la prestazione orgogliosa sfoderata contro Bergamo. Mettere dell’altro fieno in cascina permetterebbe di affrontare con maggior serenità i prossimi due match ravvicinati con Orzinuovi e Lecco.

Commenta
(Visited 36 times, 1 visits today)

About The Author