Su Stentu Sestu, si rafforza il legame con Trionfo

Dodici mesi: tanto è bastato al Su Stentu Sestu e a Romeo Trionfo per stringere un legame solido e profondo, che di comune accordo tra le parti è stato rinnovato anche per la prossima stagione. L’ala di Mesagne sarà dunque un “pirata” anche nel 2017/18, e farà parte – così come Graviano, Villani e Melis – del roster affidato alle cure di coach Beppe Caboni.

L’esterno classe 1985 ha concluso l’ultima regular season del campionato di Serie B a 11 punti e 3 rimbalzi in 30 minuti di impiego medio (high di 23 contro l’Urania Milano), segnalandosi come uno dei migliori tiratori di liberi del girone B (91%). Cifre di tutto rispetto, che Trionfo proverà a migliorare nella prossima annata. Sempre in Sardegna, terra che ha ormai eletto a patria adottiva: «La mia è principalmente una scelta di vita – ammette – all’Accademia ho trovato delle persone eccezionali, sia tra i compagni di squadra che tra i dirigenti. In Sardegna, poi, la qualità della vita è altissima, dunque ho manifestato fin da subito la mia volontà di rimanere a Sestu, senza dar peso alla categoria che affronteremo. Le esperienze passate mi hanno insegnato che la felicità non è data dalle ambizioni di classifica né dai soldi. Sono i rapporti umani, piuttosto, a fare la differenza, e qui ho trovato una dimensione ideale sotto questo punto di vista. L’ultimo campionato? Io stesso avrei voluto dare di più – aggiunge – soprattutto nella gara 3 di playout contro Vicenza. Purtroppo è andata male, ma sono certo che tutti sapremo trarre degli importanti insegnamenti da quella sconfitta. Coach Caboni? L’ho sentito per telefono e la prossima settimana lo incontrerò di persona. Tutti, a cominciare da Villani, me ne hanno parlato benissimo, e penso ci siano tutti i presupposti per lavorare bene assieme».

Commenta
(Visited 44 times, 1 visits today)

About The Author