Stings, l’analisi post Treviso del vice allenatore Seravalli

“Ripartiamo dal positivo inizio di partita contro la De Longhi. Contro la Virtus serviranno lo stesso atteggiamento e ancora più concentrazione. Un plauso al pubblico che domenica è stato davvero super”.

 

Il tiro allo scadere di Saccaggi è ancora negli occhi di molti, ma la bellezza dello sport è anche quella di poter voltare velocemente pagina per cancellare le sconfitte e trasformare rabbia e delusione in energia positiva. Mantova-Treviso ha confermato le potenzialità di una squadra capace di giocarsela alla pari con tutti: “Abbiamo avuto un’ulteriore conferma del nostro valore e della nostra capacità di giocarci le partite contro chiunque – ha spiegato il vice allenatore degli Stings Alberto Seravalli –. Treviso è una squadra solida, di sistema, tosta e l’abbiamo visto nei minuti finali. Penso che dobbiamo ripartire dal positivo inizio di partita, quindi dalla corsa, dal gioco in transizione, dal gioco corale che abbiamo avuto soprattutto nel primo tempo e che magari nella ripresa è venuto un’ meno, quando abbiamo cercato situazioni più individuali. A livello difensivo sicuramente il controllo dei rimbalzi non è stato dei migliori. Abbiamo perso la lotta e questo alla fine, soprattutto nei rimbalzi in attacco in cui loro hanno segnato tanto e trovato dei tiri liberi, chiaramente ha pesato sul risultato finale”.

Il calendario di A2 Est, dopo Treviso, proporrà agli Stings un altro big match, quello contro la corazzata Virtus capolista del girone: “Bologna viene da undici vittorie consecutive, quindi la classifica penso che parli da sola – ha proseguito Seravalli –. E’ una squadra molto solida, rodata e lunga, perché anche i giovani che fanno parte del roster giocano minuti importanti e da protagonisti. Io penso che dovremo avere la stessa mentalità che abbiamo avuto con Treviso, che significa prepararsi ad una partita equilibrata, con contatti duri, di fisicità. Una gara di grandi duelli squadra contro squadra sia in difesa che in attacco. L’abbiamo già fatto domenica e cercheremo di farlo un po’ meglio contro la Virtus”.

Ultima considerazione legata ai tifosi, che contro la De Longhi sono stati davvero il sesto uomo in campo: “I nostri supporters domenica sono stati incredibili. Le Vu Nere sono uno dei club più blasonati in Italia e in Europa e quindi penso che il match di sabato rappresenti una grandissima occasione per tifare Stings e per vedere una grande partita”.

 

 

Andrea Giangiulio

Ufficio Stampa Stings

Commenta
(Visited 37 times, 1 visits today)

About The Author