Successo per Cerignola in casa contro Monopoli per 87-77

 

In una tranquilla domenica di ottobre il calendario metteva di fronte a Cerignola i locali dell’Olimpica ben allenata da Giovanni Gesmundo e l’Action Now! Monopoli. Entrambe le formazioni erano reduci da 2 successi nelle prime due giornate di campionato, quindi di fatto si trattava di uno dei match più interessanti di giornata. Pubblico stimabile in poco più di un centinaio di spettatori, ambiente assolutamente sereno. La gara manteneva le attese e nella prima metà si assisteva ad uno spettacolo gradevole, con un equilibrio che rendeva la contesa appassionate ed incerta.

Dopo 2 minuti dall’inizio del terzo periodo accadeva l’episodio che decideva il match. Il centro statunitense dell’Action Now! Justin Hamilton fino a quel momento era risultato inarrestabile per i pari ruolo avversari, che avevano cercato in tutti i modi di arginare il suo superiore atletismo. In precedenza, un contatto nel

secondo periodo su canestro realizzato aveva procurato al giocatore un taglio allo zigomo con sanguinamento, rendendo necessario il cambio ed una sosta per ricevere le cure del caso e tamponare la lieve emorragia. Dopo l’intervallo lungo, il gioco riprendeva ed Hamilton, ricevuta palla in post basso, si proiettava a canestro, realizzando e subendo fallo. L’arbitro Donato Paradiso annullava il canestro, ritenendo il fallo iniziato prima dell’azione di tiro. L’istintiva protesta di Hamilton veniva sanzionata dal primo arbitro Ferrari con un veloce fallo tecnico, in rapidissima sequenza giungeva poi l’espulsione per un gesto che il giocatore avrebbe rivolto al pubblico che lo stava “beccando”. Il dirigente in panchina, reo solo di aver chiesto educatamente le motivazioni del’espulsione, subiva il medesimo provvedimento.

Questo il momento determinante di un incontro che avrebbe comunque offerto in seguito altri spunti interessanti, con la reazione Action Now! che portava i monopolitani anche avanti di 6 punti ad inizio ultimo periodo. Ma davvero non era la serata giusta per i biancazzurri, che alla fine subivano 2 tecnici, un fallo antisportivo e ben 4 espulsioni, avendo nel finale gli arbitri escluso dalla partita prima coach Claudio Centrone e poi anche Sabino Calabretto. Un epilogo davvero incredibile, che provocava sconcerto ed incredulità anche tra le fila della squadra e del pubblico locale, da cui giungevano inusuali quanto apprezzate attestazioni di solidarietà.

Si dovrà ripartire da quanto di buono si è visto nonostante tutto in questa indimenticabile trasferta in terra dauna. La splendida prova di Liaci, la qualità di Hamilton e Gibbs, che se possono giocare a basket sembrano giocatori in grado di dare al team una dimensione di ottima competitività nella categoria. Occorrerà certamente imparare e far tesoro della dura lezione ricevuta. Gli errori arbitrali fanno parte del gioco e la Serie C Silver di quest’anno è certamente categoria difficile da dirigere, perché il livello tecnico si è parecchio elevato. L’auspicio è che ad essere protagonisti possano essere sempre e solo i giocatori e gli allenatori, cioè gli attori protagonisti di quello che è un Gioco così magnifico da far apparire delittuoso ogni tentativo di rovinarlo .

OLIMPICA CERIGNOLA – ACTION NOW! MONOPOLI 87 – 77

(1° Q: 24 – 17 ; 2° Q: 41 – 41; 3° Q: 64 – 68 )

OLIMPICA CERIGNOLA: Torlontano 1, Cipri 2, Mazzilli 8, Falcone 7, Boiardi 2, Alvisi 13, Dinoia n.e., Vuovolo 7, Morresi 14, Samojlovic 33. All. Gesmundo

ACTION NOW MONOPOLI: Hamilton 11, Gibbs 24, Gentile, Annese 4, Calabretto 8, Giovinazzi 3, Stomeo 4, Mitrotti 2, Liaci 21, Barnaba n.e.. All. Centrone , Ass. Zurlo

ARBITRI: Ferrari e Paradiso D.

 

Commenta
(Visited 30 times, 1 visits today)

About The Author