Successo convincente di Agropoli, superata Reggio Calabria 91-78

Basket Agropoli – Viola Reggio Calabria: 91-78
Periodi: 1Q 22-15; 2Q 17-26; 3Q 23-23; 29-14.

Basket Agropoli: Turel 12,Taylor 16, Langford 18, Silvestri, Santolamazza 20, Romeo, Contento 11, Molinaro 9, Lucarelli 2, Ndiaye, Amanti, Carenza 3. Coach: Finelli.

Viola Reggio Calabria: Radic 15, Taflaj, Marino, Legion 20, Caroti 8, Fabi 16, Guariglia, Guaccio, Marulli 11, Micevic 6, Fallucca 2. Coach: Paternoster.

Arbitri: Beneduce, Longobucco, Lestingi
Esordio da incorniciare per il Basket Agropoli che nella nuova casa del PalaCilento, a Torchiara, doma la Viola Reggio Calabria per 91-78. Prestazione straordinaria della squadra di coach Finelli che ha giocato quaranta minuti di grande intensità sia in difesa che in attacco. Per l’esordio stagionale, Finelli si affida al quintetto composto da Santolamazza, Turel, Molinaro, Taylor, Langford. Partenza sprint per i cilentani, accompagnati dal coloroso pubblico della struttura sportiva di Torchiara. Turel firma i primi punti della stagione 2016/2017. La coppia americana Langford-Taylor scrive il primo break della gara +8 (14-6). La bomba di Santolamazza, migliore in campo del Basket Agropoli, allunga il divario (17-06). Per la Viola, tirano la carretta Radic e Legion. Rientro prepotente di Reggio all’inizio della seconda frazione. La tripla di Fabi porta la Viola a -3 (26-23). Gli ospiti sfruttano l’inerzia positiva del match e ribaltano il punteggio (31-38). Nei momenti topici della gara, ci pensa capitan Santolamazza a caricarsi la squadra sulle spalle e con due giocate riporta il Basket Agropoli a -1 dalla Viola (37-38). Non basta per recuperare lo svantaggio, al riposo lungo si va sul 39-41. Grande equilibrio nel terzo periodo. Turel e Langford aprono le danze, un sontuoso Taylor lascia partire una bomba pazzesca che firma il 52-45 e manda in visibilio il pubblico del PalaCilento. Poi, sale in cattedra Molinaro e la squadra di Finelli vola a +7 (60-53). La squadra dell’ex Paternoster non ci sta. Micevic, Legion e Caroti scrivono i punti del 62-62. Caroti dalla lunetta i punti del 62-64 con cui si chiude il terzo periodo. Nell’ultimo quarto, si gioca punto a punto nei primi minuti. Poi, la svolta. Ancora lui, Santolamazza, fa esplodere il pubblico casalingo con un’altra bomba. Contento e Turel allungano, Langford scrive il +7 (76-69). Agropoli martella, la Viola non regge l’onda d’urto. Turel ancora dai 6,75 firma il +10. Santolamazza si ripete dalla distanza per 82-69. Squillo di tromba per la Viola con Fabi e Legion. Sono gli ultimi, inutili tentativi. Alla sirena finale (91-78), può esplodere la gioia di squadra, staff tecnico, dirigenti e tifosi per la prima vittoria casalinga.
Dichiarazioni:
Alex Finelli (allenatore) – “Abbiamo vissuto una serata straordinaria, una favola. Abbiamo giocato in casa davanti un pubblico straordinario, con un ambiente molto caldo, ed ottenuto una gran bella vittoria. La squadra ha giocato con una grande solidità difensiva, avevo chiesto ai ragazzi di fare uno sforzo in più e sono stati eccellenti. Il gruppo degli italiani è stato straordinario. Ero un po’ preoccupato per le condizioni degli stranieri, arrivati da poche settimane ad Agropoli, ed anche loro invece hanno dando un grandissimo contribuito. Non solo cuore, mentalità ed intensità difensiva, a tratti abbiamo giocato in maniera spumeggiante anche in attacco. Fare novanta punti in casa con la squadra ancora non al massimo della condizione atletica è la dimostrazione della qualità del nostro gioco in determinati momenti. Ho vissuto da allenatore una grande domenica, così come era nei miei desideri”.

Commenta
(Visited 49 times, 1 visits today)

About The Author