Super Abbott non basta, Proger Chieti battuta a Mantova

Buona partenza della Proger che in tre minuti costruisce un vantaggio di otto lunghezze (2-10), disorientando con la zona gli attacchi dei virgiliani. Ci pensa però l’eterno Di Bella a svegliare i suoi e subito dopo è l’italo albanese Ndoja con una tripla a riportare i padroni di casa in scia sul 9-10. Simms con due punti realizzati sotto canestro opera il sorpasso ma Allegretti scalda la mano con una tripla. Sempre lui, il migliore dei suoi, Di Bella, pareggia e in entrata Gergati porta di nuovo in vantaggio i mantovani sul 15-13. Le Furie però a 25” dalla prima sirena trovano con Allegretti un’altra tripla, chiudendo il primo quarto in viaggio di un’incollatura (15-16).

La profondità della panca della Dinamica Mantova ha il suo peso in avvio di seconda frazione. Amici entra in scena e i mantovani operano un mini break che li porta sul 25-19. Qui però inizia lo spettacolo di Ty Abbott che con percentuali al tiro da capogiro tiene in linea di galleggiamento la nave biancorossa. Poco o nulla il contributo degli altri ed in particolare di Armwood che commette velocemente il suo terzo fallo essendo autore di una prova incolore. Anche Monaldi non appare in serata di vena e Galli lo relega in panchina. Lo svantaggio di Chieti si mantiene costantemente tra i 4 e i 5 punti e si va al riposo lungo con i padroni di casa avanti 36-31.

La Proger riparte con l ferma intenzione di limare lo svantaggio ma il canestro di Allegretti in apertura è solo illusorio, perché Mantova sul risultato di 39-35 assesta ai suoi oppositorii un parziale di 19-3 che sembra tagilare le gambe ai ragazzi di coach Galli. Abbott sta un po’ in panca per ricaricare le batterie ed in quel momento che Mantova assesta alle Furie un vero e proprio KO. Alla sirena lo svantaggio di 16 punti non sembra lasciare scampo alla Proger.

Nell’ultimo quarto Abbott e Armwood limano con un parzialino di 4-0 il risultato ma due palle sanguinose perse dalle Furie sembrano ribadire la superiorità di Mantova. Ndoja segna il canestro del + 16 a -7’29” e la gara sembra ormai decisa. Prima Armwood e poi Abbott con un canestro da quatro, (tripla + tiro libero) si riavvicinano agli avversari, grazie anche ad Allegretti, che segna il canestro che fa tornare ad una cifra singola lo svantaggio. lo svantaggio di Chieti (62-54). Abbott continua a sforacchiare la retina avversaria, avvalendosi della cortese collaborazione di Piazza e Di Bella, ma ormai è troppo tardi per ridare slancio ai teatini e la partita si chiude sul risultato di 80-72 per i virgiliani.

Non è bastato ritrovare Abbott e Allegretti per tornare a vincere, gara in chiaroscuro per molti. Galli dovrà, in questi pochissimi giorni, che ci separano dalla prossima trasferta di Ferrara, ridare certezze ai suoi perché possano così affrontare la trasferta estense sostenuti dalla necessaria fiducia.

DINAMICA MANTOVA – PROGER CHIETI (15-16, 35-31, 58-42) 80-72

Dinamica Generale Mantova:

Klaudio Ndoja 10 (2/5, 2/7), Riccardo Moraschini 16 (6/8, 0/4), Fabio Di Bella 16 (4/7, 1/3), Kenneth M. Simms 11 (4/7 da due), Justin Hurtt 3 (0/1, 1/6), Luca Gandini, Alessandro Amici 13 (4/4, 1/3), Lorenzo Gergati 11 (3/6, 1/2) N.E.: Davide Alviti, Andrea Natali, Carlo Fumagalli, Vincenzo Maiorino

Tiri Liberi: 16/23 – Rimbalzi: 37 29+8 (Kenneth M. Simms 9) Assist: 15 (Riccardo Moraschini, Alessandro Amici, Lorenzo Gergati 3)

Proger Chieti:

Ty Abbott 32 (6/11, 5/10), Andrea Piazza 6 (2/2 da tre), Marco Allegretti 18 (4/8, 2/5), Damiano Marchetti, Matteo Piccoli 2 (1/2 da due), Jacopo Vedovato, Luigi Sergio 6 (0/1, 2/6), Diego Monaldi 1 (0/1, 0/3), Isaiah Armwood 7 (3/6, 0/2) N.E.: Andrea Sipala

Tiri Liberi: 11/14 – Rimbalzi: 35 29+6 (Isaiah Armwood 9) Assist: 14 (Ty Abbott, Andrea Piazza 4) Cinque Falli: Isaiah Armwood

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author