Super Flavor Milano, Stefano Laudoni:"Sono contento della scelta che ho fatto, a Milano mi trovo bene".

In un’intervista esclusiva a TuttoBasket.net ecco il pensiero di Stefano Laudoni sulla sua nuova avventura in maglia Urania.

Come è andata la preseason?

“Abbiamo fatto una preparazione molto dura, nella quale abbiamo lavorato al completo per le prime tre settimane, purtroppo poi i nostri due lunghi si sono infortunati. Queste sono cose che possono capitare, abbiamo stretto i denti, continuandoci ad allenare forte. Ogni giorno che passa noto che c’è sempre di più entusiasmo, voglia di migliorare, di stare e divertirci insieme. Perso che questi siano i punti principali nella pallacanestro, in particolare modo il divertimento. Dobbiamo ancora migliorare perchè ad eccezione di  qualche senior siamo una squadra una squadra giovane e sono contento di stare qui”.

Quanto vi e servità la sconfitta contro Valsesia e cosa vi è mancato durante la gara?

“L’elemento principale che è mancato è stata l’aggressività, la voglia di buttarsi su ogni pallone. In questa categoria spesso magari non trovi il giocatore talentuoso, ma trovi il giocatore che ci mette grinta. Non era una partita  facile, ma se l’avessimo approcciata in maniera diversa sarebbe finita in maniera diversa. La prima partita è stata un punto interrogativo, io l’ ho vista come uno schiaffo morale, il quale ci è servito per reagire e credo che la vittoria di domenica lo abbia dimostrato”.

Che cosa ha apprezzato dai suoi compagni nella vittoria contro la PMS Moncalieri ?

“Abbiamo lavorato bene in settimana, aiuandoci uno con l’altro. Quando ti mancano dei giocatori devi dare il 110%, perchè se dai solo il 100% non  basta. Loro sono una squadra giovane, noi all’inizio abbiamo fatto un po fatica, perchè loro cercavano il vantaggio nei primi secondi dell’azione. Siamo riusciti a sistemare la difesa, riuscendo a giocare bene insieme, trovando diverse soluzione, andando avanti grazie ad  un gran secondo e terzo quarto, gestendo poi il vantaggio senza difficoltà”.

 

I suoi 28 punti e la sua schiacciata?

“Sono contento sia per i 28 punti, ma anche per la partita completa e quello che ho potuto offrire alla mia squadra. Ero carico, volevo riscattarmi dopo la non brillante prestazione contro Valsesia. Ringrazio tutti i miei compagni  perchè mi hanno dato la possibilità e  di questo sono molto contento. Spero sia l’inizio di una stagione positiva, a Milano sto bene e sono contento di essere qui e di poter giocare in questa squadra. Io vengo da 4-5 mesi non facili, in cui ho avututo dei piccoli problemi fisici, ma grazie al mio preparatore siamo riusciti a risolvere in fretta la situazione. La schiacciata è stata una liberazione, spero di farne altre”.

Che gara sarà contro Empoli?

“Vogliamo assolutamente vincere la prima partita davanti al nostro pubblico, esultando con loro. Empoli non è squadra facile da affrontare, perchè sono tosti e hanno un  gruppo di giocatori, che giocano insieme da tanto tempo. Noi dobbiamo farci forza e dimostrare il nostro valore. La chiave della partita sarà la difesa”.

Che cosa si aspetta da questa stagione?

“Quando è arrivata la chiamata di Milano non ho avuto esistazioni e ho accettato subito. Sono convinto della scelta che ho fatto, perchè credo nelle potenzialità che abbiamo. Mi aspetto un anno pieno di soddisfazioni, perchè dopo tanti anni che giochi, prima o poi arriva l’anno giusto. Sono sicuro che daremo il massimo”.

Foto Steve Photos

Commenta
(Visited 248 times, 1 visits today)

About The Author

Lorenzo Lubrano Nato il 22-08-1996 a Legnano (Mi), ho conseguito il diploma di liceo linguistico, frequento il primo anno di Linguaggi Dei Media (Università Cattolica Milano), ho giocato a basket per 8 anni, collaboro con la web radio milanese RadioBlaBla dove conduco una trasmissione dedicata al basket.