Supercoppa Italiana 2020: Olimpia travolgente, ok la Fortitudo. Soffrono ma vincono Virtus Bologna e Brescia

Nella giornata di ieri, martedì 1° settembre, il programma della Supercoppa Italiana 2020 aveva in programma ben quattro partite, suddivise tra Girone A e Girone B. La prima sfida ha visto il terzo successo in altrettante partite di un’Olimpia Milano implacabile, che schianta con un +40 a domicilio (62-102) la malcapitata Pallacanestro Cantù. Kevin Punter (17) e Zach Leday (16+7 rimbalzi) sono i migliori nella formazione di coach Messina, mentre Jaaziel Dante Johnson (16) è il top-scorer per i padroni di casa.

Ben più complicata la seconda vittoria della Pallacanestro Brescia di coach Esposito, che la spunta in volata (89-88) sulla Pallacanestro Varese, come Cantù ancora a zero punti. La squadra di coach Caja (sugli scudi Luis Scola (18), Arturs Strautins (17+6 rimbalzi) e Denzel Andersson (16)) parte a razzo (0-11 dopo 2’07” di gioco) e resta al comando praticamente per 34′, quando Sacchetti (15) da tre firma il primo sorpasso di Brescia (77-76 con 6’07” da giocare). Varese reagisce e torna davanti (77-81 a 4’29” dalla fine), ma ormai la partita è punto a punto e i locali rimettono il naso avanti con Kalinoski (86-84 e 1’17” sul cronometro). Gli ospiti, con un layup di Scola e due liberi di Douglas la ribaltano ancora (86-88 a 15″ dal termine), ma l’ultima parola spetta a Christian Burns (13), che piazza la tripla della vittoria con 2″ rimanenti. Top-scorer per la Leonessa Andrew Crawford (16).

Nel Girone B sorridono le due di Bologna, seppur al termine di due match dallo sviluppo diverso. Più agevole il successo della Fortitudo, che ha la meglio alla Unipol Arena per 96-77 sulla Vanoli Cremona. Lombardi che reggono tre quarti (73-67 al 30′), per poi mollare nel quarto conclusivo (23-10 il parziale). Pietro Aradori (24+5 rimbalzi) trascina la Fortitudo, supportato da Todd Withers (18+9 rimbalzi); tra gli ospiti spicca Jarvis Williams (20+6 rimbalzi).

Serve invece un overtime alla Virtus per mandare al tappeto una coriacea Pallacanestro Reggiana e restare così a punteggio pieno. Al PalaDozza, dopo un primo quarto chiuso sull’11-15 Reggiana, la Virtus sembra prendere nettamente il sopravvento nel quarto successivo, con un break di 23-7 che vale il 34-22 all’intervallo lungo. Ma la squadra di coach Martino è dura a morire e, nella terza frazione, imbastisce una gran rimonta che vale il sorpasso al 30′ (49-51). L’equilibrio regna sovrano nel quarto conclusivo, pur se gli ospiti conducono sempre il punteggio, andando anche sul +5; il canestro che manda il match al supplementare lo mette, con 53″ sul cronometro, Kyle Weems da tre (68-68). Il canovaccio è bene o male lo stesso anche nei 5′ extra, fino ai liberi finali dello stesso Weems e di Markovic, che chiudono i conti sul 79-75. Julian Gamble (18) è il migliore per le Vu Nere; Tomas Kyzlink (24+6 rimbalzi) e Leonardo Candi (17) si mettono in luce nella Reggiana.

SUPERCOPPA ITALIANA 2020, RISULTATI 1/9

GIRONE A

Pallacanestro Cantù (0) – Olimpia Milano (6) 62-102
Pallacanestro Brescia (4) – Pallacanestro Varese (0) 89-88

GIRONE B

Fortitudo Bologna (2) – Vanoli Cremona (0) 96-77
Virtus Bologna (4) – Pallacanestro Reggiana (2) 79-75 OT

Commenta
(Visited 40 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.