TARROS E SPEZIA BASKET: 25 ANNI INSIEME

L’esempio perfetto di come sport ed imprenditoria possano unirsi per scrivere pagine importanti della storia sportiva della città, ma anche, “semplicemente”, per diffondere lo sport ed  i suoi valori, guardando soprattutto ai più giovani.

Un matrimonio consolidato e duraturo e l’auspicio, condiviso, di continuare a camminare insieme.

È un vero e proprio matrimonio quello tra la società leader nel trasporto merci nel bacino del Mediterraneo e la squadra di basket tra le più longeve e blasonate della Liguria, un connubio consolidato che taglia il traguardo delle nozze d’argento: la Tarros e lo Spezia Basket camminano insieme da 25 anni. Un quarto di secolo, di storia sportiva della Spezia, una storia fatta di successi e momenti non facili, vittorie e sconfitte, promozioni e retrocessioni: una storia, come ogni storia, sportiva e non, contraddistinta da momenti da incorniciare ed altri che si vorrebbero dimenticare, ma sempre e comunque scritta con passione e determinazione. Una determinazione condivisa a non arrendersi, anche di fronte alle difficoltà, che ha permesso a Tarros e Spezia Basket di percorrere un così lungo tratto di strada insieme, permettendo la stessa possibilità di scrivere altre pagine di questa storia che tante emozioni e tante opportunità vuole ancora regalare alla città.

E sono proprio l’impegno, la volontà, la risolutezza comuni, le qualità messe in evidenza dal sindaco della Spezia Massimo Federici che parla del connubio tra Tarros e Spezia Basket come un esempio ed un modello da imitare:

“Un plauso innanzitutto alla società sportiva ed al suo presidente Danilo Caluri per l’impegno profuso in 50 anni di attività in una disciplina un po’ oscurata dal calcio, ma certo non di secondo piano” – esordisce il Primo Cittadino che poi, entrando nel merito, sostiene – “Queste realtà sportive possono avere una prospettiva a lungo termine ed una grande importanza per la città, sia a livello sportivo che sociale, solo se incontrano aziende ed imprenditori che danno loro fiducia e sostegno, creando le basi per una certa solidità e sicurezza, fondamentali per crescere. Per questo l’incontro tra Spezia Basket e Tarros è stato cruciale e sono sicuro lo sia stato e continui ad esserlo per ambo le parti. 25 anni di sponsorizzazione danno alla società sportiva una grande chance: questa è, possiamo dire, la condizione ideale per dare vita ad un progetto duraturo. Ancor più considerando che Tarros S.p.A. è uno dei fiori all’occhiello della Spezia, una delle realtà economiche più consolidate, famose ed apprezzate in tutto il Mondo, ma che non ha mai perso di vista il legame forte con la nostra città e che qui continua ad impegnarsi anche sul fronte sociale e culturale, puntando in primo luogo sui giovani. Quello tra Tarros e Spezia Basket è un vero e proprio sodalizio, un matrimonio, che taglia il traguardo dei 25 anni. Per queste nozze d’argento non posso che fare i miei migliori auguri ad entrambe le realtà, con l’auspicio che continuino a camminare insieme”.

 

Era il 1990 quando per la prima volta il nome della Tarros si affiancò a quello del team bianconero… per non lasciarlo più. Una sponsorship che è un vero e proprio attestato di fiducia in un progetto sportivo e non solo. “La nostra è una storia lunga 50 anni” – sottolinea il Presidente bianconero Danilo Caluri“la metà la abbiamo scritta insieme. Per noi avere sulla maglia il simbolo di un gruppo così importante è motivo di grande orgoglio. In questi anni ci sono stati momenti non facili, ma siamo andati avanti, nonostante tutto, nonostante le difficoltà, e se siamo ancora qui a scrivere la storia di questa squadra e possiamo farlo a questi livelli gran parte del merito è della Tarros che non ci ha fatto mai mancare il suo sostegno. Un grazie pieno di riconoscenza, pertanto, alla Tarros ed all’Ingegner Musso, per il supporto economico che ci ha permesso e ci permette di continuare a portare avanti il nostro progetto sportivo, ma anche per lo stesso attestato di fiducia che ogni anno ci viene confermato e che in nessun frangente ci è stato fatto mancare. Sapere di avere al nostro fianco una realtà come la Tarros ci riempie di orgoglio e ci permette di guardare avanti con fiducia ed ottimismo.

A volte i risultati sul campo possono non essere quelli attesi o sperati, ma alla base di tutto c’è un progetto che va oltre le dinamiche dei campionati, che è basato sui veri valori dello sport, sulla profonda passione per il basket e sulla volontà di dare a tanti giovani spezzini l’opportunità di divertirsi con la palla a spicchi ed ai migliori di loro anche concrete possibilità di emergere e provare a realizzare il proprio sogno di diventare campioni. Non si tratta solo di proclami: a dimostrarlo è lo stesso roster della nostra prima squadra, composto per 8/10 da spezzini. Da non dimenticare anche l’inossidabile rapporto con la Landini Lerici dell’Ingegner Giovanni Stefanini”.

Una prospettiva di solidità e di lunga durata, quella garantita dalla Tarros, che è la dimostrazione della condivisione di un progetto ambizioso ed anche la testimonianza di un rapporto di grande fiducia, oltre che di un notevole impegno a favore della città nella quale questa importante realtà imprenditoriale ha scelto di stabilire il proprio quartier generale, come sottolinea il Presidente Tarros S.p.A. Ing. Alberto Musso: “Il nostro impegno è anche quello di condividere la dinamicità del nostro lavoro con la città in cui viviamo ed operiamo. Abbiamo iniziato con il basket molti anni fa ed oggi siamo arrivati a sostenere anche molteplici altre attività sportive svolte da bambini e ragazzi che indossano la maglia Tarros per giocare a calcio, a tennis o salire in bicicletta. Vogliamo essere vicini a loro, aiutarli a divertirsi nella pratica della loro disciplina preferita e sostenere in questo modo la diffusione dello sport e dei suoi valori”.
Un impegno, quindi, che spazia su tanti fronti, ma quello con la squadra di Danilo Caluri non può che essere un rapporto particolare: “Lo Spezia Basket Club Tarros è una delle nostre eccellenze ed è l’esempio lampante di come per noi sia prioritario creare un rapporto duraturo e continuo nel tempo con le società che sosteniamo e delle quali condividiamo valori e progetti. Crediamo che sia fondamentale dare una certa solidità e sicurezza ad una realtà come lo Spezia Basket che ha un progetto importante ed uomini che da anni si impegnano a portarlo avanti”.

Il pensiero è, in primo luogo, al deus ex machina del club bianconero, al quale va tutta la stima del Presidente Tarros S.p.A. che sottolinea: “Non possiamo che ringraziare e fare i complimenti a Presidente Caluri che con le sue energie sostiene, da tanti anni, questa importante attività sportiva ed “alimenta” questa bella partnership. Il merito di un rapporto così importante e duraturo va attribuito anche alla persona che principalmente si impegna nel gestire operativamente e quotidianamente la squadra e la società sportiva”.

Una stima assolutamente reciproca: “Voglio ringraziare la Tarros ed in prima persona l’Ingegner Musso” – ribadisce Caluri“La volontà di impegnarsi per la città è davvero pregevole, è quello che tutte le realtà imprenditoriali di un certo rilievo dovrebbero fare, assumendolo quasi come un impegno. L’Ingegner Musso sente davvero il bisogno morale di essere vicino alla città che ha scelto e lo fa su tanti fronti; siamo felici che il nostro sia uno dei canali scelti: questo ci inorgoglisce ed allo stesso tempo ci fa assumere piena coscienza dell’importanza di portare avanti il nostro progetto”.

Le prospettive future di questa sponsorship? “Sostenere in modo continuativo uno sport sano, dalla prima squadra della città ai bambini del minibasket, è per noi motivo di grande orgoglio. Per questo ci auguriamo di poter continuare a supportare lo sport nella nostra città anche in futuro e quello con lo Spezia Basket è sicuramente un impegno che vorremo poratre avanti”: queste le parole dell’Ingegner Alberto Musso, cui fanno eco quelle di Danilo Caluri: “Mi auguro che il rapporto con la Tarros prosegua a lungo; le nostre due storie sono ormai intrecciate e spero che lo rimangano. Le nostre maglie non riesco ad immaginarle senza il logo della Tarros”.

Le premesse, insomma, ci sono tutte per continuare a scrivere insieme altre pagine importanti della storia sportiva della Spezia. Prossimo traguardo le nozze d’oro.

Elena Voltolini
Ufficio Stampa Spezia Basket Club Tarros

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author